Utente 187XXX
buongiorno,
scrivo per me,sono una ragazza di 33 anni,a 28 anni e mezzo ho avuto il mio primo tumore alla mammella sinistra,operato con mastectomia totale e svuotamento ascellare.in seguito a questo durante i controlli pre-chemio sono saltate fuori anche numerose metastasi ossee a livello vertebrale,lombare e delle coste.trattato tutto con 6 cicli di chemio taxolo e nn mi ricordo cas'altro.
sono in menopausa farmacologica da quel momento,e seguo una terapia mensile di zometa x quanto riguarda le ossa,e x quanto riguarda gli ormoni invece usavo il tamoxene ogni giorno e l'enantone ogni 28 gg.
fino a quest'estate quando accusato un fortissimo dolore alla schiena e dopo controlli mi è stata cambiata la terapia giornaliera,adesso prendo l'arimidex,tutto il resto è rimasto immutato.
dopo queti controlli e il cambio di terapia si è riscontrato un ritorno di malattia all'altezza della vertebra dorsale d4,irradiata in 10 sedute(nn mi ricordo il dosaggio..),tutto questo è avvenuto a settembre,adesso siamo a fine dicembre e io mi ritrovo dopo svariati controlli di ogni sorta e genere ad avere un avanzamento repentino della malattia che ora ha colpito anche e considerevolmente lo sterno,la dorsale d5 e un'altra vertebra lombare(nn mi ricordo l'ubicazione..)e anche un accenno all'intestino che non pare sia degno di nota...
mi stanno trattando con un'altra chemio ,vinorelbina stavolta...
la mia domanda è:con queste premesse,quindi,la mia giovane età,la mia forza di spirito,la mia recidività e la mia naturale inclinazione verso questo tipo di malattia,quante possibilità ho di farcela?8nella mia famiglia abbiamo un alto tasso di mortalità da tumore e di malattia..attualmente ho fatto richiesta x il test genetico)
o meglio,se questa chemio nn dovesse andare buon fine,cosa della quale mi avevano assicurata anche x la radioterapia..(nel senso che sarebbe andato tutto bene e nn avrei avuto bisogno di altri trattamenti..)cosa devo aspettarmi?
gradirei avere una risposta sincera,chiara,dettagliata e forte,io lo sono e posso accettare...
grazie mille x la vostra attenzione e scusate le poca formalità nel mio scrivere!
aspetto con ansia una vostra risposta,
Flo

[#1] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo

48% attività
4% attualità
16% socialità
TAORMINA (ME)
FURCI SICULO (ME)
GIARRE (CT)
GIARDINI-NAXOS (ME)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
E' UNA BATTAGLIA DIFFICILE, MA VALE LA PENA COMBATTERE.
OGGI ABBIAMO VARI FARMACI DISPONIBILI CHE POSSONO ESSERE USATI PER CRONICIZZARE (NON GUARIRE) LA MALATTIA.
Cordiali Saluti
Dr. Alessandro D'Angelo
(email: dangelo@oncologiataormina.it)

[#2] dopo  
Utente 187XXX

buongiorno Dr.Alessandro D'Angelo,

in realtà sul fatto che dalla mia malattia non si possa guarire,ne ero già al corrente,sul fatto di combattere,lo sto facendo nel modo che penso sia più giusto,cioè mi sono innamorata,vivo la mia socialità divertendomi con amici e viaggiando,ma quello che mi interessava sapere è:quanto tempo potrei avere a disposizione?
so che non è una domanda alla quale sia facile dare una risposta poichè questa appunto varia da paziente a paziente,ma ci saranno pure dei dati,e in caso ripeto, questa terapia a cui mi sto sottoponendo non dia esito positivo,cosa mi devo aspettare?
radioterapia forse?
una diversa chemioterapia?
quale è la reale possibilità di frattura delle vertebre?
(nel qual caso succedesse so a cosa si va incontro...)
e di quale tipo di farmaci parla?pro e contro di questi?
non sono spaventata,vorrei soltanto chiarezza..
la chiarezza che neanche il mio medico riesce a darmi poichè coinvolto emotivamente...(x intenderci non ho paura di morire,capita a tutti prima o poi,no?)
prego quindi affinchè io abbia per favore una risposta più esauriente,anche se questa dovesse fare male.
grazie dell'attenzione,
aspetto ancora con ansia...

Flo

[#3] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo

48% attività
4% attualità
16% socialità
TAORMINA (ME)
FURCI SICULO (ME)
GIARRE (CT)
GIARDINI-NAXOS (ME)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
quanto tempo potrei avere a disposizione?
SE LEI MI DICE SE VIVRò TRA 3 GIORNI, ALLORA LEI SI CHE HA UN DONO CHE IO NON HO.
ODIO LE STATISTICHE, PERTANTO TACCIO.

SULLE TERAPIE DARE UNA VALUTAZIONE PER EMAIL NON è FATTIBILE Nè CORRETTO.

SUL RISCHIO DI FRATTURA DEVE SOLO FARE ATTENZIONE NEI MOVIMENTI ED VITARE CADUTE

Cordiali Saluti
Dr. Alessandro D'Angelo
(email: dangelo@oncologiataormina.it)