Utente 499XXX
Anche a me è stato trovato, in seguito a svuotamento ascellare dx per linfonodo atipico, un linfonodo (cm 2,5 diam.) con metastasi massiva di carcinoma poco differenziato (citocher. AE1/AE3+,CEA+,EMA+,MNF116-,CD45-,CD20-,CD3-,CD2-,CD30-,CD68-,S100-,HMB45-).
Linfonodi reattivi con istiocitosi dei seni(n.14 esaminati)(2,3,4,5,6,7). Questa è la diagnosi dell'esame istologico.

Macroscopica:
Fibroadiposo di cm11x8.
Si campiona:
1,2,3,4,5,6,:I livello;
7 : II e III livello.

In seguito si sono effettuate le seguenti reazioni immunoistochimiche per la tipizzazione della neoplasia:
TTF1: negativo
Estrogeni e Progesterone:negativo
Tireoglobulina:negativo


Attendo a breve l'esito di altri marcatori immunoistochimici:
GCDFP15,CDX2,CK5/6,CK7,CK20,p63,HER2,EGFR.


Prima dell'intervento(2 agosto 2007)avevo fatto una TAC collo-torace-addome, ma non era risultato nulla di patologico.
In seguito all'intervento ho eseguito il 18 settembre 2007 una PET total body. Ecco il referto:
La tomografia per emissione di positroni,eseguita con apparecchiatura PET-TAC e scansioni dal vertice craniale alla radice delle cosce,ha dimostrato area a moderato ipermetabolismo a livello di tessuti molli sottopettorali dx all'angolo supero-esterno del cavo ascellare:tale reperto,unitamente alle immagini di repere anatomico,non sembra giustificato dal recente prelievo bioptico.

Non sono apprezzabili altre aree a patologico matabolismo a livello dei restanti distretti corporei esaminati.

Il 15 di ottobre ho eseguito Risonanza Magnetica al seno:non sono risultate immagini sospette.
A giugno,come ormai da 24 anni annualmente,ora ho 64 anni,avevo eseguito la mammografia:anche quella negativa.

Ho eseguito fibroscopia dal naso alla laringe:negativa.

Ho eseguito Gastroscopia:negativa(attendo il risultato di 2 biopsie, ma secondo il medico non c'è nulla).

A metà gennaio rifaccio RM al seno; ai primi di febbraio rifaccio la PET.
Le analisi del sangue + marcatori sono nella norma: comunque questa settimana li ripeto tutti.
Io sto molto bene.
Sono stata operata di cancro all'endometrio(focolai iniziali,cui non è seguita alcuna terapia) nel 1994.(Avevo fatto togliere anche le ovaie per sicurezza).
Mi è stata tolta la colecisti nel 2001.



In genere godo di buona salute,tranne qualche doloretto di periartrite.
Mio padre è morto per cancro al retto a 81 anni, mia madre è morta a 98 anni:forse negli ultimi mesi aveva un nodulo al seno.
Una mia sorella (73 anni)è stata operata al seno per cancro al dotto lattifero e poi operata all'endometrio come me.
Gli altri fratelli(siamo in 6)stanno tutti bene, anzi stiamo tutti bene.

Volevo sentire un giudizio da voi medici a proposito del mio tumore occulto.Qui i dottori propendono per una eventuale neoplasia al seno e speriamo che qualora si evidenzi non sia troppo tardi:io continuerò i controlli.
Vi ringrazio per l'attenzione e spero in una vostra risposta,
cordiali saluti
49965.

[#1]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile signora,
La sede del linfonodo interessato (cavo ascellare) può probabilisticamente indirizzare verso una neoplasia mammaria , essendo esclusa come sede primitiva il polmone e lo stomaco.

Certo che esiste la possibilità che ci sia un microcarcinoma della mammella occulto in grado di dare una metastasi ascellare,
in considerazione anche della familiarità (mamma e sorella).

Su questo sito abbiamo dibattuto, uno dei post più discussi in oncologia, un caso analogo al Suo e che purtroppo, pur se infrequenti, non sono poi così rari.
In corrispondenza del prolungamento ascellare e parte del quadrante supero-esterno della mammella, sono più frequentemente presenti i tumori occulti.

https://www.medicitalia.it/consulti/oncologia-medica/5224-carcinoma-primitivita-ignota.html

In alcuni casi la sede primitiva resta occulta nonostante si indaghi con tutte le indagini disponibili.

Cordiali saluti
Salvo Catania
www.senosalvo.com
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 499XXX

Egregio dottore,
la ringrazio per la cortese sollecitudine nel rispondere.
Avevo già letto molte volte il caso dell'altra signora.
Se la sede primitiva resta occulta,non è che il tumore avanzi ugualmente e la mia situazione diventi critica? Magari ci si accorge,nonostante le continue indagini,troppo tardi!
Il chirurgo diceva di rifare tutti gli accertamenti a luglio,naturalmente dopo aver eseguito RM al seno + Pet total body a gennaio. L'oncologo lo rivedo a fine dicembre.
Anche lei è d'accordo o sarà meglio anticipare qualche accertamento?
Cordiali saluti
49965

[#3]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Mi sembra corretto l'ter sin qui seguito.
Si affidi al Suo oncologo e ci aggiorni se lo desidera.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 499XXX

Egreg. Dottore,
non mi ha risposto se il tumore può avanzare senza che ci si accorga: forse la scienza medica non è ancora in grado di rispondere?
Ma le statistiche cosa dicono?
Ancora mille grazie per la vostra disponibilità, il vostro lavoro è veramente gradito.
Riscriverò appena avrò notizie nuove.

[#5]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Purtroppo le statistiche non sono confortanti.

Nonostante un estensivo work-up diagnostico, soltanto per il 20% dei pazienti con tumore a sede primitiva ignota è possibile identificare la sede del tumore primitivo.

Il che vuol dire che gli studi hanno riportato che l' 80 % dei casi rimane senza una diagnosi certa.

Nel Suo caso però è MOLTO probabile che si tratti di un tumore primitivo della mammella.

E l'approccio diagnostico messo in atto dai Suoi oncologi è da considerare corretto.



Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#6] dopo  
Utente 499XXX

Egregio Dottore,
La ringrazio infinitamente per la risposta,ci tenevo molto.
Penso di contattarla ai primi di febbraio, quando avrò qualche altro risultato: credo che queste notizie on line servano a tutte quelle persone che si trovano in circostanze colme di dubbi. Io stessa ne ho tratto beneficio, pur vivendo in una città dove la sanità è buona e i medici sono molto vicini ai pazienti.
Voglio congratularmi con lei per la dedizione con cui risponde ad ogni quesito,specie oggi che viviamo in una società dove sembra valere solo il profitto:ma lei ed i suoi colleghi siete un'oasi felice e rara,ricca di umanità e di competenza.
Le auguro di cuore di trascorrere un Felice Natale,ancora grazie.

[#7]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Grazie mille per gli apprezzamenti con tanti Auguri.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#8] dopo  
Utente 499XXX

***ATTENZIONE!***
Questo consulto risulta aggiornato a più di DUE MESI fa:
valuta attentamente se la tua risposta può ancora essere utile all'utente!

Se ritieni opportuno inviare comunque il tuo consulto all'utente allora CANCELLA TUTTO QUESTO AVVISO e scrivi qui di seguito, grazie.

[#9] dopo  
Utente 499XXX



Egregio Dottor Catania,
ho l'esito delle indagini immunoistochimiche eseguite a dicembre sul linfonodo maligno:
GCDFP15 -
CDX2 -
CK5/6 -
CK7 +
CK20 -
p63 -
HER2 +++
EGFR -

I marcatori tumorali delle analisi del sangue (CEA,Ca19.9,Ca15.3,Ca125)sono nella norma.

La Risonanza magnetica al seno eseguita a metà gennaio è negativa.

La PET/TAC eseguita a fine gennaio è tutta negativa.

Ora l'oncologo mi ha prescritto di eseguire fra 4 mesi una RX al torace,una ecografia addominale,un'altra risonanza magnetica al seno,nuove analisi del sangue con i marcatori tumorali e indagini sulla funzionalità epatica(GGT a 57,è sempre fuori norma dopo l'intervento per ca.all'endometrio o forse per la colecistectomia)e sulla funzionalità renale. Mi ha raccomandato di non eseguire PET per non assorbire troppe radiazioni.

Volevo chiederle una spiegazione sul significato di "aggressività" maggiore quando si è di fronte a un carcinoma "poco differenziato",come lei più volte ha scritto in queste pagine.
Può il tumore occulto "sparare" cellule maligne in altri organi corporei? Per occulto significa che è microscopico o che non è attivo? Se si fanno controlli ogni sei mesi la situazione si può arginare o bisogna eseguirli più spesso?Posso ritrovarmi con una metastasi,anche se mi controllo? E' pericoloso quel HER2+++ positivo?Si deve intervenire con qualche farmaco?
Le sarei molto grata se rispondesse a tutte queste mie domande.
La ringrazio e la saluto cordialmente,
49965.

[#10] dopo  
Utente 499XXX

Vorrei una risposta dal dottor Catania ,grazie

[#11]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005


1)Nonostante un estensivo work-up diagnostico, soltanto per il 20% dei pazienti con tumore a sede primitiva ignota è possibile identificare la sede del tumore primitivo.
Il che vuol dire che gli studi hanno riportato che l' 80 % dei casi rimane senza una diagnosi certa. E' probabile che si tratti di un microfocolaio occulto quindi microscopico. Di più non si può dire
essendo occulto e a sede ignota.

2)Significato di "poco differenziato".
Le caratteristiche istopatologiche del tumore primitivo della mammella , il GRADING nucleare e cellulare, forniscono ulteriori informazioni per l'identificazione delle pazienti che necessitano di terapie adiuvanti.I carcinomi della mammella ben differenziati (G1) si comportano, a parità di condizioni, in modo meno aggressivo di quelli meno differenziati (G2, G3).
In genere, non nel Suo caso ovviamente, si riscontra che il grading istologico aumenta con le dimensioni del tumore.
Un elevato grading istologico indica una responsività alla chemioterapia adiuvante .E' stato infatti osservato che quest'ultima produce un miglioramento della prognosi maggiore nei pazienti con linfonodi positivi e linfonodi negativi con tumore scarsamente differenziato, che tra le pazienti con tumore ben differenziato.
Se ne evince , nel Suo caso, che la risposta alla chemioterabia dovrebbe essere ragguardevole.

3)>E' pericoloso quel HER2+++ positivo?>
Si tratta di un fattore biologico sfavorevole , ma va valutato nel contesto di tutti gli altri fattori prognostici.
Presenta tuttavia il non trascurabile vantaggio di rispondere ad una terapia di nuova generazione quando è positivo.













Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#12] dopo  
Utente 499XXX

La ringrazio infinitamente per la sua risposta,che è stata esauriente e celere.
Cordiali saluti.

[#13] dopo  
Utente 499XXX

Egregio dottore,

sono partita dal vecchio post come da lei richiesto.

Tra maggio e giugno ho effettuato altri controlli,tra questi:ecografia addominale,ecografia al collo,mammografia,risonanza magnetica al seno,RX al torace,analisi del sangue+ marcatori tumorali (CEA,CA15.3 ),controlli ginecologici:tutto è risultato nella norma.

Nell'ecografia mammaria si era evidenziata area nodulare ecoassorbente di 7 mm,per cui ho eseguito sia esame citologico che istologico;tutto negativo.

Diagnosi di esame citologico:Agoaspirato comprendente rari linfociti,
un lembo di tessuto adiposo e un minuscolo gruppo di elementi duttali senza atipie.
Diagnosi di biopsia stereotassica mammella:Frustolo mammario comprendente due strutture duttali senza alterazioni istologiche di rilievo.

In oncologia mi hanno detto di stare tranquilla e di ripetere fra 5 mesi la RM al seno + esami del sangue comprendenti il CEA,CA15.3,CA125.
Non hanno parlato di PET che ho già fatto a settembre 2007 e a gennaio 2008.Ma se si manifesta il tumore in altre parti del corpo, che non sia il seno,come potrò individuarlo?
Quando sarà necessario ripetere una PET?
Siete d'accordo anche voi?
A dicembre ho appuntamento per la colonscopia,che ripeto a distanza di 6-7 anni perchè mio padre ha avuto tumore al retto.
Vi ringrazio di cuore e vi saluto.


[#14]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Le avevo anticipato nell'altro post che tutto procede bene e non c'è alcun vantaggio ad intensificare il follow-up rispetto a quanto
programmato dai suoi oncologi.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#15] dopo  
Utente 499XXX

La ringrazio vivamente.

[#16] dopo  
Utente 499XXX

Egregi dottori,
ho fatto la colonscopia ed ho il risultato:
Abbrevio:
Calibro austratura e plasticità del viscere regolari.
Mucosa rosea,liscia,con normale reticolo vasale sottostante.
Valvola ileo ciecale di aspetto regolare.
Con pinza si asportano 2 micropolipi sessili(3-4 mm)
al retto alto e al traverso prossimale.
Null'altro da segnalare.

ESAME ISTOLOGICO,diagnosi:

COLON TRASVERSO: Adenoma tubulare del grosso intestino con displasia di basso grado delle ghiandole.
Margini di exeresi non valutabili.

FLESSURA PERINEALE DEL RETTO: Polipo iperplastico del grosso intestino.

Prossimo controllo fra 3 anni.

Devo preoccuparmi per l'adenoma,può diventare carcinoma?
E quel polipo "iperplastico" è pericoloso?

Vi pregherei di darmi una risposta.
Vi ringrazio cordialmente.

[#17] dopo  
Utente 499XXX

Non ho ricevuto alcuna risposta: non so se è dovuto alle vacanze natalizie o se ho sbagliato a scrivere qui per un consulto. Non mi ricordo più come devo fare.
Se non vedo niente, chiederò un consulto nuovo.
Grazie.

[#18] dopo  
Utente 499XXX




Posso avere una risposta dal Dottor Catania?
Grazie infinite

[#19] dopo  
Utente 499XXX

Non ho ricevuto ancora nessuna risposta.
Grazie comunque e spero in un riscontro.

[#20]  
Dr. Alessandro D'Angelo

52% attività
4% attualità
16% socialità
TAORMINA (ME)
FURCI SICULO (ME)
GIARRE (CT)
GIARDINI-NAXOS (ME)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
le ho già risposto nel nuovo post aperto.
Quando Lei scrive ci avvisa il sito x email.

Rifare una pet non credo nel suo caso possa darci dei risultati. proseguirei con lo studio senologico e ginecologico con magari una TC annua.

A volte il tumore primitivo dopo essere comparso ed aver "sparato" (come detto da lei) cellule in giro, viene riassorbito (per esempio una delle ipotesi è che viene ucciso dal sistema immunitario).
Cordiali Saluti
Dr. Alessandro D'Angelo
(email: dangelo@oncologiataormina.it)

[#21] dopo  
Utente 499XXX

Grazie infinite,soprattutto per aver letto il mio lungo "papiro" e per avermi dato un così bel messaggio,comunque continuerò i controlli.Pensavo che una PET fosse più precisa di una TC :in quanto alle radiazioni, c'è invece differenza?
Cordiali saluti e sentiti ringraziamenti.