Utente 560XXX
BUONA SERA volevo un consulto per mia madre di 60 anni. Nel dicembre 2006 mediante mammotom gli è stato diagnosticato un carcinoma mammario dx. Operata di quadrectomia presso l IEO di Milano con esito: Carcinoma duttale DCIS ( DIN2+LIN1 ) T1 N0 G2 LINFONODO SENTINELLA NEGATIVO. Successiva cura ormonale con tamoxifene+ anastrozolo. A distanza di 1 anno ripete mammografia con esito: non vi è ripresa di malattia ma si evidenziano nuove microcalcificazioni dubbie per un estensione di cm2. Tra 2 mesi verra operata sempre allIEO per una mastectomia sottocutanea. Non sono tanti 2 mesi? poi l intervento sara radicale?

[#1]  
Dr. Alessandro D'Angelo

52% attività
4% attualità
16% socialità
TAORMINA (ME)
FURCI SICULO (ME)
GIARRE (CT)
GIARDINI-NAXOS (ME)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Credo che i due mesi non siano poi tanti e il tipo d'intervento ha finalità radicali (probabilemnte verrà posta una protesi nel corso dell'intervento medesimo).
Una curiosità? Sua madre faceva tamoxifene ed anastrozolo assieme?
Cordiali Saluti
Dr. Alessandro D'Angelo
(email: dangelo@oncologiataormina.it)

[#2]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Probabilmente si tratta di un un carcinoma intraduttale e può attendere tranquillamente 2 mesi.

Se si tratta di un carcinoma in situ la mastectomia totale riduce a zero le probabilità di recidiva:
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#3] dopo  
Utente 560XXX

Grazie mille per le vostre risposte Si due pastiglie al giorno x 5 anni una di tamoxifene e l altra di anastrozolo.

[#4] dopo  
Utente 560XXX

Buon giorno Scusate ma forrei porvi un ulteriore domanda. Le nuove microcalcificazione indicano quasi certamente una nuova formazione tumorale, le probabilita che sia ancora un carcinoma duttale in sito sono maggiori, vista la precedente diagnosi,o potrebbe essere un altro tipo di carcinoma? verra prelevato solo il lifonodo sentinella osi fara lo svuotamento ascellare? Grazie di nuovo e cordiali saluti

[#5]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Le probabilità che si tratti di un carcinoma in situ sono maggiori e sarà probabilmente fatta l'analisi del liunfonodo sentinella.
Tramite Internet non è possibile dire di più.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#6] dopo  
Utente 560XXX

Buona sera. Volevo avere una risposta riguardo l efficacia della cura ormonale nel caso di mia madre. La comparsa di nuove microcalcificazioni in cosi breve tempo, è anche indice di una mancata risposta alla cura? O la causa può essere data da una forma tumorale aggressiva ( g2)?. grazie infinite

[#7] dopo  
Utente 560XXX

Buona sera mi scuso in anticipo per le continue domande che pongo, ma la mia è una gran voglia di sapere. PER questo volevo togliermi un ultimo dubbio. Dall esame istologico risultava anche il Cerb2: negativo e il KI67 : 7%.Valutando le vostre risposte in altri post, questi dovrebbero essere valori favorevoli. Il medico di famiglia dice però che per un DCIS il KI67 dovrebbe essere elevato, è veritiera questa affermazione? . MI scuso ancora con voi e vi ringrazio anticipatamente. Cordiali saluti.

[#8]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non dovrebbero..sono fattori favorevoli...e basta ! Perchè crearsi ansie ingiustificate ?
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#9] dopo  
Utente 560XXX

Buon giorno
Mia madre è stata operata ieri.
Mastectomia sottocutanea sia a destra che a sinistra,con inserimento di protesi definitive. Linfonodi sentinella esenti da metastasi. Se il referto verra confermato e cioe lo stesso del 1 intervento, deve riprendere la stessa terapia ormonale. Volevo solo chiedere per quale motivo si deve ricominciare ancora? A questo punto una recidiva locale si puo dire scongiurata?
Grazie a tutti per i consigli che mi avete dato fino ad ora
Cordiali saluti

[#10]  
Dr. Alessandro D'Angelo

52% attività
4% attualità
16% socialità
TAORMINA (ME)
FURCI SICULO (ME)
GIARRE (CT)
GIARDINI-NAXOS (ME)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Un trattamento ormonale precauzionale lo ritengo utile, anche considerando l'età di sua madre relativamente giovane.
Il rischio di una recidiva locale, essendo stata asportata la ghiandola mammaria in toto può essere pressochè nullo.
Cordiali Saluti
Dr. Alessandro D'Angelo
(email: dangelo@oncologiataormina.it)

[#11] dopo  
Utente 560XXX

Buon Giorno
Volevo una vostra valutazione riguardante l esito istologico dell intervento chirurgico su mia madre.
ESITO:
MAMMELLA DX:
Iperplasia duttale florida e a cellule colonnari, adenosi.Focolai di neoplasia intraepiteliale dei dottidi 2 grado( carcinoma intraduttale DIN2 ) di tipo solido. La neoplasia é estesa fino a 4 mm dal piano profondo. Linfonodo sentinella negativo Tis N sent neg.
MAMMELLA sx
Ipeprlasia duttale florida , adenosi e metaplasia apocrina. Focolai di neoplasia intraepiteliale dei dotti di 2 grado ( carcinoma intraduttale DIN2 ) La neoplasia è estesa fino a stretto prossimita del piano fondo.
Linfonodo sentinella negativo Tis N sent neg 0/2.
I margini cosi vicini cosa possono comportare? all IEO dicono che dovrebbe essere a posto cosi senza ulteriore cura.
GRAZIE PER lE VOSTRE RISPOSTE

[#12]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Si tratta del margine profondo e quindi stia tranquillo !
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#13] dopo  
Utente 560XXX

Mi scusi dr Salvo cosa si intende x piano profondo e perche non vanno presi in considerazione questi margini???.
Secondo lei non ha nessun senso un eventuale terapia preventiva?
GRZIE INFINITE

[#14]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Perchè porsi problemi che non esistono quando è stato già tranquillizzato dai colleghi dell'IEO che hanno avuto la possibilità di consultare tutta la documentazione?
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#15] dopo  
Utente 560XXX

Buona sera
Mi scusi Dr Salvo la mia era solo una domanda per capire il perchè posso stare tranquillo.
Non voglio rubargli altro tempo e la ringrazio vivamente per le sue risposte datemi in questi due mesi.
Hanno aiutato molto sia me che mia madre.
Certo delle sue risposte in un eventuale futuro, la saluto

[#16]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Hanno già dato una cura preventiva (Tamoxifene +anastrozolo)
Il resto si gioca modificando la qualità della vita

https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/82-prevenzione-la-vita-moderna-nemica-del-seno.html
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#17] dopo  
Utente 560XXX

Mi scuso ancora Dr Salvo.
Gli oncolgi che hanno in cura mia madre hanno sospeso la terapia ormonale , perchè secondo loro non ha funzionato. Infatti nell esame istologico non sono refertati i ricettori ormonali.
Adesso mia madre verra seguita solo dai chirurghi.
Buona giornata

[#18] dopo  
Utente 560XXX

Buona sera
Mia madre ha effettuato la scintigrafia ossea, si attende il responso a breve
Come auspicavo io giorni fa, si è venuta a creare una controversia a causa dei margini di resezione.
Da una parte i chirurghi che dicono di non preoccuparsi, dall altra i radiologi che dicono che è meglio una visita oncologica.
Che fare? una RT con protesi definitive è da considerare nulla.
Grazie

[#19]  
Dr. Alessandro D'Angelo

52% attività
4% attualità
16% socialità
TAORMINA (ME)
FURCI SICULO (ME)
GIARRE (CT)
GIARDINI-NAXOS (ME)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Considerando l'istotipo intraduttale ed avendo elliminato tutta la ghiandola mammaria (mastectomia sottocutanea bilaterale), ritengo che non sia necessario effettuare nulla eccetto i controlli.
Cordiali Saluti
Dr. Alessandro D'Angelo
(email: dangelo@oncologiataormina.it)

[#20] dopo  
Utente 560XXX

Buona sera
Leggendo gli altri post ho notato che ci sono grosse divergenze, che uno o piu medici danno su uno stesso argomento
Mi riferisco al caso della mastectomia sottocutanea.
Perche su questo post si dice che é un intervento appropriato, mentre su un altro, leggo che é un intervento limitato che si effettua poco, per varie ragioni....

[#21]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Perchè in questo è appropriato e nell'altro cui fa riferimento è probabile che non lo sia.

E poi se si riferisce a me ho scritto nell'altro caso che non ci fossero gli elementi sufficicienti in assenza di una verifica diretta, per fare una valutazione corretta.

Che c'entra il carcinoma in situ con il carcinoma infiltrante ?
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#22] dopo  
Utente 560XXX

Buon giorno
Eg dott Salvo mi scuso se ho interpretato male le sue parole nell altro post.
Piu precisamente mi riferivo alla conservazione del capezzolo.
Dalle sue parole lascia interpretare che in qualsiasi caso la <<conservazione del capezzolo é quasi sempre controindicata per ragioni oncologiche>> nella mastectomia sottocutanea
Grazie e mi scuso di nuovo

[#23]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Ho scritto che sia da considerare ristretto il campo delle indicazioni
per le ragioni su esposte.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#24] dopo  
Utente 560XXX

Buona sera
Volevo un parere riguardo ad un ecografia fatta pochi giorni fa,da mia madre,ad ormai 6 mesi dall intervento.
Siccome la prossima visita dal senologo è programmata per dicembre, volevo un vostro consiglio.
ESITO ECOGRAFIA MAMMARIA CON COLOR DOPPLER
Al controllo odierno non si osservano reperti con caratteristiche ecografiche sospette in senso eteroformativo nei tessuti molli antistanti le protesi bilateralmente.
Tuttavia nel cavo ascellare di sinistra è presente formazione linfonodale tondeggiante con tenue ipercogenicità
periferica riferibile alle strutture ilari, il reperto descritto presenta caratteri ecografici ancora compatibili con la natura reattiva.
Ulteriore linfonodo tondeggiante di 3 mm è presente in sede superiore destra anch esso ancora possibile di natura reattiva, si consiglia ripetizione tra mesi 2.
Attendo risposte grazie infinite

[#25]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
[#26] dopo  
Utente 560XXX

Buona sera
Volevo un ulteriore consciglio se era possibile.
L ecografia di mia madre è stata vista dal chirurgo plastico, il quale ha confermato una piccola infezione, dovuta in parte alla protesi.
Il chirurgo vuole fare un intervento di riposizionamento della protesi.
Ora la mia domanda è la seguente:
Conviene fare l intervento o dato che nessuno ha la certezza del 100% su un eventuale recidiva, aspettare altri 5 o 6 mesi, dopo la visita dal senologo e di conseguenza la pet?

[#27]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non comprendo il significato di
"una piccola infezione".

Potrebbe trascrivere il referto ecografico ?
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#28] dopo  
Utente 560XXX

Buon giorno
Dott SALVO CATANIA, il referto ecografico è quello riportato nel post antecedente, che lei aveva gia letto con i 2 linfonodi reattivi.
Il chirurgo plastico ha letto lo stesso referto, e dopo un esame al tatto,ha concluso che è in corso una piccola infezione a livello della protesi, per questo motivo ha fissato un intervento x febbraio.
Lui dice che questo è dovuto al fatto che essendo la neoplasia profonda hanno dovuto raschiare il muscolo pettorale.
Siccome in 24 mesi sarebbe il 3 intervento nello stesso punto, non vorrei fosse una cosa affrettata, dato che non si ha la certezza che la neoplasia è stata eliminata in toto.
Volevo un suo parere , visto che a dicembre mia mamma ha una visita dal senologo e solo ad aprile la Pet.
Conviene aspettare fino ad aprile?
Grazie

[#29]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
A questo punto prima dell'intervento con il chirurgo plastico anticipi la PET.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com