Utente 243XXX
Buongiorno,

Le scrivo per un consulto circa l'esito dell'ecografia linfonodi / collo da me effettuata.

Premetto che ho iniziato verso la prima settimana di Febbraio ad avvertire un ingrossamento delle ghiandole all'altezza del collo sotto la mandibola con relativo fastidio soprattutto in fase di deglutizione.
Ho iniziato a prendere di mia iniziativa degli antinfiammatori (ibuprofene) per 4 giorni, ma senza risultati se non la momentanea scomparsa per qualche ora del fastidio / dolore al collo.
Dopodichè il mio medico dopo avermi visitato mi ha prescritto il Flaminase ( 3 cps al giorno) per 5 giorni e anche in questo caso con pochi se non risultati nulli.
Il mio medico mi ha quindi prescritto terapia antibiotica con amoxy + acido clavulanico x 8 giorni ( 1 cps ogni 12 ore)
Nel frattempo ( il giorno stesso che ho iniziato la terapia antibiotica - 29 Febbraio) è subentrato forte bruciore di gola (appena sotto il cosiddetto pomo d'adamo) e lieve tosse. Dopo 2 giorni il bruciore di gola e passato, ma le ghiandole sotto il collo erano sempre al loro posto, non più dolorose in fase di deglutizione ma saltuariamente fastidiose. La tosse è aumentata con conseguenti lievi dolori al petto e difficoltà ad espettorare.
Durante la cura antibiotica la tosse è diminuita e i dolori al petto sono spariti. L'unica cosa rimasta ancora ad oggi è un forte intasamento nella parte alta del naso ( diciamo fra gli occhi) in quanto non riesco ancora ad espellere il muco ( sto facendo da 3 giorni fumenti serali con Calyptol) e le solite ghiandole sotto il collo. ( Ne posso sentire al tatto 2 sulla parte destra, una più più piccola appena sotto la mandibola e una più grossa più in basso e una sulla parte sinistra). In tutto ciò non ho mai avuto febbre.

Questo l'esito dell'ecografia:

Tiroide di dimensioni normali, caratterizzata da nodulo solido ipoecogeno, dei diametri di 15 x 7 mm in corrispondenza del lobo sinistro, con flusso di tipo prevalentemente periferico all'esame power-Doppler.
Reperti normali per quanto concerne le ghiandole parotidi e sottomandibolari. In corrispondenza del livello later-cervicale 1B di destra è riconoscibile linfonodo di forma ovalare, di significato reattivo, dei diametri di 20 x 6 mm

è normale che i Linfonodi dopo le terapie sopracitate rimangano per così lungo ( più di un mese) tempo ingrossati?

La ringrazio per il suo parere sulla situazione sopra descritta e se possibile per un suo consiglio su come procedere perchè sono un po' preoccupato..




Grazie mille.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
>>>è normale che i Linfonodi dopo le terapie sopracitate rimangano per così lungo ( più di un mese) tempo ingrossati?>>

Assolutamente normale. Anzi di solito i tempi sono molto lunghi

https://www.medicitalia.it/minforma/oncologia-medica/63-linfonodi-linfoghiandole-adenopatie-ed-sistema-linfatico.html
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 243XXX

Grazie tante per la pronta risposta.

Chiedo scusa, ma per avere un parere sull'esito dell'ecografia e se è il caso di fare ultriori accertamenti mi può rispondere lei oppure ho inserito la richiesta nella sezione sbagliata?

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Pensavo che avesse già fatto vedere l'esito della ecografia.

Chiederei una visita endocrinologica per fare il punto della situazione. I nodi tiroidei sono molto frequenti ed è solo dopo la visita che si potranno decidere eventuali approfondimenti.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 243XXX

grazie ancora. Chiederò come da Lei suggerito al mio medico di base di prescrivermi una visita endocrinologica.
Se i tempi di attesa dovessero essere troppo lunghi chiederò a voi suggerimento per una visita privata presso un valido specialista nella mia zona.

[#5] dopo  
Utente 243XXX

Ho fatto a suo tempo la visita endocrinologica. Il medico dopo aver visionato l'ecografia e gli esami del sangue per la tiroide ( che erano nella norma). Ha chiaramento confermato il nodulo tiroideo e ha consigliato un controllo verso Ottobre / Novembre.

I linfonosi ingrossati nel collo non si sono comunque ancora sgonfiati anche se lo specialista mi ha detto di non preoccuparmi che sono di grandezza nella norma ( anche se io li sento più grossi da circa 7-8 mesi)

Nel frattempo già da qualche mese, ho un ringonfiamento evidente a occhio nudo nella parte alta del collo, appena sotto l'orecchio sinistro.

Ho effettuato vista dall'otorinolarigoiatra il quale mi ha consigliato un'altra ecografia per eventuale evenulamente un agoaspirato.
Ecografia fatta. Ora da dove sto scrivendo non ho purtroppo sotto mano l'esito dell'ecografia, ma il risultato è stato sempre un linfonodo di circa 1 cm e l'ecografista / medico mi ha detto tutto nella norma ( a mio parere quest'ultima visita / esame è stata eseguita con molta sufficienza).

Ora non so veramente che fare: il rigonfiamento sotto l'orecchio è ben eveidente (6-7 mesi) e non so se ora devo rivolgermi nuovamente ad un endocrinologo o ad un otorinolaringoiatra. C'è un collegamento fra i nodulo tiroideo, i linfonodi del collo e questo gonfiore sotto l'orecchio?

Vi sono grato per una Vs. risposta