Utente 242XXX
Buona sera.
Vi scrivo per esporVi il mio problema e avere dei suggerimenti e/o opinioni. Nel mese di dicembre dello scorso anno, improvvisamente ho sentito un dolore sotto l'ascella destra. Non riuscivo a muovere normalmente il braccio. Allo specchio ho visto 2/3 palline che al tatto facevano male. Sinceramente non ricordo se c'era anche un pallina al centro dell'ascella. Appena ho potuto sono andato dal mio medico di base e mi ha detto che erano ghiandole sudoripare. Ho preso per 5gg un antibiotico che avevano fatto passare il dolore e il gonfiore. Tutto questo è accaduto nella prima metà del mese. Verso la fine di dicembre si sono ripresentati piccoli gonfiori e il medico mi ha ridato lo stesso antibiotico sempre per 5gg. Dalla seconda volta ho iniziato ad avere anche una specie di crampi allo stomaco, a volte davvero fastidiosi. Dalla seconda cura, i gonfiori non sono più apparsi, ma ho sempre avuto dei piccoli fastidi fino a pochi giorni fa. Adesso il fastidio c'è ancora, ma a volte è accompagnato da una specie di bruciore. Toccando il centro delll'ascella destra e di quella sinistra, sento una leggera differenza. Sento il centro della destra un pò più dura, mentre il centro di quella sinistra è normale. A questo punto cosa mi consigliate di fare? Possono essere collegate le due cose (gonfiori sotto l'ascella destra e i problemi di stomaco)? C'è qualche esame o visita che potrei fare per avere una maggiore certezza? La cosa ogni tanto mi spaventa.
In attesa di una Vostra risposta, porgo cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
I problemi non sono collegabili (ascella_stomaco), ma può essere cotrrelato alla terapia che ha fatto.

Condivisibile la diagnosi del suo curante di IDROSOADENITE e anche se è regredita è probabile che abbiano reagito ingrossandosi i linfonodi ascellari, da considerare del tutto normale.

https://www.medicitalia.it/minforma/oncologia-medica/63-linfonodi-linfoghiandole-adenopatie-ed-sistema-linfatico.html

Farei una ecografia del cavo ascellare per conferma.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 242XXX

Buona sera e grazie per la Sua risposta. Non so se era chiaro che io sono un ragazzo! Quindi i problemi allo stomaco posso essere stati causati dalla cura di antibiotici che ho preso per l'infiammazione sotto l'ascella? E' normale che ho ancora questi problemi allo stomaco dopo circa 2 mesi e mezzo dalla fine della cura di antibiotici? Appena riesco, passo dal mio medico e gli chiedo di prescrivermi l'ecografia del cavo ascellare.

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Sì avevo ben compreso e riconfermo.

Per il problema dello stomaco dovrebbe riparlarne con il suo curante.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 242XXX

Buongiorno e grazie per la Sua risposta. Per quanto riguarda l'ascella, chiederò al mio medico di fare l'ecografia come mi ha suggerito Lei. Per quanto riguarda lo stomaco mi hanno siggerito di fare questo esame (anticorpi anti endomisio - celiachia) e una visita gastroenterologica (colon irritabile). Lei cosa mi suggerisce? In attesa di una Sua risposta, porgo cordiali saluti.

[#5] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Concordo anche se le sue preoccupazioni mi sembrano eccessive.

Ma ripeto concordo perchè si possa tranquillizzare definitivamente.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com