Utente 567XXX
Buonasera,
questa mattina ho ritirato il referto istologico di un piccolo nodulo, tolto la scorsa settimana in ambulatorio.
Tutti i medici che avevo consultato sembravano ottimisti su cosa fosse, e mi avevavo rassicurato. Io ho 30 anni e non ho altri membri della famiglia con tumori al seno.

Il referto è stato questo:

Descrizione macroscopica: porzione di parenchima mammario di 1 cm di asse maggiore, incluso in toto.
Diagnosi:
Carcinoma duttale infiltrante di tipo NOS di grado 2 secondo la classificazione di Bloom e Richardson modificata da Elston (architettura tubulare 3, pleomorfismo nucleare 2, attività mitotica 2) con abbondante reazione desmoplastica e scarso infiltrato infiammatorio intra e peritumorale. E' presente carcinoma intraduttale. Margini non valutabili.
UICC2002: pT1b

Quetsa mattina non hanno voluto darmi spiegazioni dettagliate, mi hanno detto di tornare dal medico domani... ma ora cercando su Internet mi sto tanto agitando sulla malignità e aggrressività di questo tumore...
potreste darmi una risposta esaustiva su cosa significano esattamente i termini di quanto scritto sulla diagnosi e su cosa devo aspettarmi adesso? Quanto è brutta la prognosi considerando i vari fattori di cui ad oggi sono in possesso?

Grazie in anticipo e vi prego rispondetemi presto!








[#1] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo

48% attività
4% attualità
16% socialità
TAORMINA (ME)
FURCI SICULO (ME)
GIARRE (CT)
GIARDINI-NAXOS (ME)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
gentile utente,
senza allarmismi anticipatori (INUTILI), lei sta prendendo coscienza di una patologia oncologica molto frequente per la quale però prima di parlare di gravità servono altre nozioni.
Intanto è importante che lei ridiscuta col chirurgo che l'ha operata per valutare eventuale revisione dei vetrini (se ritenuto necessario) la bonifica ascellare (o se tecnicamente fattibile dopo l'intervento subito, lo studio del linfonodo sentinella) e la determinazione istologica di altri parametri (stato recettoriale, c erBb2, angionvasività...).
A tutto ciò si dovrà aggiungere una stadiazione (scintigrafia ossea, eco epatica ed rx torace, [anche se personalmente per questi due ultimi esami, in barba alle linee guida per le paziente della sua età, chiedo direttamente la TC!!])
Dopo questi dati avremo coscienza di ciò che realmente abbiamo davanti.
Se quanto mi dice è vero, tiri da parte mia le orecchie ai colleghi; non si manda nell'epoca di internet a casa una ragazza di 31 anni senza spiegare nulla, come nel suo caso poi s'ingigantisce tutto prima del tempo.
Ci tenga informati se vuole.
Cordiali Saluti
Dr. Alessandro D'Angelo
(email: dangelo@oncologiataormina.it)

[#2] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

intanto in attesa degli altri parametri biologici ha fatto bene il collega D'Angelo a rassicurarla perchè si tratta di un T1 (1 cm !)
almeno per quel riguarda le dimensioni del tumore.

Concordo pure sul giudizio riferito ai colleghi oncologi...
https://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=37299
Cordiali saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#3] dopo  
Utente 567XXX

Gent. mi dottori,

ho fatto la visita dal chirurgo che mi dovrebbe operare. L'intervento è stato fissato per il 24 giugno prossimo. Nel frattempo ho scadenzato ogni giorno per fare una serie di analisi per la stadiazione del tumore.

Stamattina ho iniziato con l'ecografia epatica e la diagnosi è stata la seguente:

Il fegato risulta nella norma per dimensioni e morfologia, senza alterazioni ecostrutturali significative, fatta eccezione per la presenza di una piccola formazione anecogena con dimensioni massime di circa 6 mm in corrispondenza del III segmento epatico di verosimile natura cistica.
Colecisti normoconformata ed alitiasica.
Non dilatazione delle vie biliari intra ed extraepatiche.
Nella norma il calibro della vena porta.


Che opinione avete di quetsa diagnosi? Mi dovrei preoccupare di questa cistina liquida o è del tutto normale (come ha detto l'ecografista)?

Vi chiedo scusa se sono così apprensiva, ma in questi giorni prima dell'intervento avrò tantissime diagnosi (lunedì devo fare la scintigrafia ossea) e nessuno con cui parlarne... vi prego datemi il vostro parere.

Grazie e buon fine settimana a tutti

[#4] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Stia tranquilla e vada avanti con la programmazione.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#5] dopo  
Utente 567XXX

Buongiorno,

oggi ho eseguito la scintigrafia ossea total body e giovedì avrò le risposte. Ora che sono tornata a casa ho di nuovo mille dubbi e mille paure. Da qualche tempo, prima di sapere le risposte dell'istologico al seno, ho un dolore persistente al braccio destro dal gomito alla mano. Nella mia ignoranza l'ho associato a un dolore tendineo visto che se non muovo il braccio non mi fa male e che mi sembra di avere i nervi accavallati quando lo muovo (a volte poi mi formicolano le dita della mano). Stamattina però, mentre ero sul lettino durante la scintigrafia ho sentito come una pressione della base del lettino su quel tratto del braccio e come un'"elettricità interna". Lì per lì non ci ho dato peso, ma ora che sono a casa mi sta prendendo l'agitazione... ci può eseere una spiegazione tecnica? Potrebbe essere qualcos'altro invece di quella che credevo essere un'infiammazione del tendine? Possibile che io abbia sentito la macchina che lavorava diversamente in quel tratto?

Vi prego di avere pazienza e se potete di sostenermi in questi giorni di grande agitazione e confusione.

Grazie

[#6] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo

48% attività
4% attualità
16% socialità
TAORMINA (ME)
FURCI SICULO (ME)
GIARRE (CT)
GIARDINI-NAXOS (ME)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Verosimilmente la sua ignoranza è meno ignorante di ciò che lei dice... dai sintomi che lei riferisce sembra che possa trattarsi di un problema muscolo tendineo o nevritico.
Concordo col collega Catania sulla necessità di una buona dose di serenità e di attesa che la programmazione pre operatoria, si concluda...
Oltre noi "medici al di là del video" sfrutti il curante per aggiungere a quanto detto anche un eventuale controllo clinico.
Cordiali Saluti
Dr. Alessandro D'Angelo
(email: dangelo@oncologiataormina.it)

[#7] dopo  
Utente 567XXX

Gent.mo dott. D'angelo
la ringrazio tanto per la sua pronta e rassicurante risposta.
Quindi, secondo lei, quello che ho sentito stamattina in sede di esame scintigrafico non c'entra con l'esito dell'esame stesso?!
Se fosse stato qualcosa di brutto non necessariamente lo avrei sentito?

[#8] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo

48% attività
4% attualità
16% socialità
TAORMINA (ME)
FURCI SICULO (ME)
GIARRE (CT)
GIARDINI-NAXOS (ME)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
il nodulo cattivo lo sente?
porti pazienza tesoro e si affidi al suo chirurgo, ora non ascolti troppo i segnali del suo corpo.
Cordiali Saluti
Dr. Alessandro D'Angelo
(email: dangelo@oncologiataormina.it)

[#9] dopo  
Utente 567XXX

A una settimana dall'aver appreso la notizia di avere un tumore al seno e a meno di una settimana dal prossimo intervento, la mia testa sembra esplodere... e continuo a pormi sempre nuove domande...

1- Il chirurgo che mi ha dato il referto dell'istologico sul nodulo ha detto che il primo intervento di exeresi dello stesso non andava bene, perchè eseguito come una biopsia (anche se lo hanno preso tutto?). Ora prevedono una quadrantectomia con analisi del linfonodo sentinella. Secondo lei è una misura precauzionale? E' solo per vedere se intorno "sono pulita"?

2- Nel migliore dei casi, potrebbe anche non esserci niente se lo hanno gia tolto tutto? o il fatto che sia di denominazione "infiltrante" vuol dire che qualche "focolaio" c'è da aspettarsi di trovarlo?

3- Nel frattempo anche l'ecografia scellare ha dato risultato buono, non risultano linfonodi sospetti.

4- Ho paura di tutto, e mi preoccupo della mia salute e di quello che troveranno quando mi riapriranno e del nuovo istologico e della mammografia che devo fare domani e della RX al torace... ma penso spesso anche al fatto che ho 30 anni, sono sposata da un anno e io mio marito avremmo voluto dei figli...
con questa cosa che ho avuto, ovviamente so che dipenderà dalla gravità riscontrata dopo tutti gli accertamenti, pensate che potrò mai essere mamma?

Scusatemi. Scusatemi davvero tanto perchè so di essere pedante... ma il "panico" è ciò che descrive la mia vita in questo momento..

[#10] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
1)E' una misura precauzionale estendere l'asportazione del tessuto
ad una distanza di sicurezza
2)potrebbe non esserci più nulla o qualche residuo
3)bene
4)Sì
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#11] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo

48% attività
4% attualità
16% socialità
TAORMINA (ME)
FURCI SICULO (ME)
GIARRE (CT)
GIARDINI-NAXOS (ME)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
.... Sul punto n° 4 le aggiungo che ci vuole solo un pò di pazienza, ma l'età gioca a suo favore
Cordiali Saluti
Dr. Alessandro D'Angelo
(email: dangelo@oncologiataormina.it)

[#12] dopo  
Utente 567XXX

Gent.mi dottori
grazie, grazie, grazie di tutto...

Oggi ho fatto la mammografia e le lastre al torace...
non ho ancora il referto scritto ma in entrambi i casi i medici che hanno eseguito l'esame mi hanno rassicurato che non c'è niente di anomalo ed è tutto a posto..

Ho poi ritirato il referto della scintigrafia ossea total body che vi riporto per aiutarmi a capire con un vostro parere:

L'INDAGINE NON HA EVIDENZIATO AREE DI ALTERATA FISSAZIONE DEL TRACCIANTE OSTEOTROPO DI SICURO SIGNIFICATO PATOLOGICO.
SI SEGNALA DISOMOGENEO AUMENTO DELLA FISSAZIONE IN ALCUNI METAMERI VERTEBRALI, NELLE REGIONI SACRO-ILIACHE ED IN QUELLE COXO-FEMORALI DI PROBABILE NATURA ARTROPATICA.


Due anni fa per un forte mal di schiena da una Risonanza hanno visto che ho una piccola ernia del disco proprio alla base della colonna... è questo a cui probabilmente si riferisce l'ultima parte del referto? Posso stare tranquilla?

Grazie in anticipo per tutto l'aiuto che mi state dando..


[#13] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo

48% attività
4% attualità
16% socialità
TAORMINA (ME)
FURCI SICULO (ME)
GIARRE (CT)
GIARDINI-NAXOS (ME)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
MA LEI CERCA TUTTI I MODI X STRESSARSI??
" ... L'INDAGINE NON HA EVIDENZIATO AREE DI ALTERATA FISSAZIONE DEL TRACCIANTE OSTEOTROPO DI SICURO SIGNIFICATO PATOLOGICO ..."
ma non le basta!!??

penso che se tutti noi ci facessimo una scintigrafia dopo i 30 anni avremmo aree di artrite/osi, da documentare.
Cordiali Saluti
Dr. Alessandro D'Angelo
(email: dangelo@oncologiataormina.it)

[#14] dopo  
Utente 567XXX

Lei ha ragione mi scusi...

grazie comunque per avermi risposto.. cercherò di non tediarvi più nella ricerca di un continuo supporto. Ora mi resta solo da spettare e vedere dopo l'operazione di martedì quali saranno i risultati definitivi...

Cordiali saluti e buon lavoro


[#15] dopo  
Utente 567XXX

Gent.mi dottori
vi scrivo per aggiornarvi sullo stato delle cose..
ieri sono stata sottoposta a quadrantectomia e studio dei due linfonodi sentinella trovati dopo la linfoscintigrafia di lunedì scorso.
Per fortuna i linfonodi sentinella sono risultati negativi e quindi non ho dovuto fare lo svuotamento ascellare...
per quanto riguarda il quadrante tolto ovviamente ora vanno aspettati i dieci giorni dell'esame istologico definitivo...
per ora non mi è stato detto altro ma mi domandavo...
se il tessuto tolto questa volta dovesse risultare sano, i parametri di cui parlava il dott. d'Angelo (stato recettoriale, c erBb2, angionvasività)vanno comunque studiati per stabilire il tipo di terapia? E se si, andrà fatto su quel primo nodulino tolto i primi di giugno?
Grazie e buon lavoro

[#16] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
SI
SI
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#17] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo

48% attività
4% attualità
16% socialità
TAORMINA (ME)
FURCI SICULO (ME)
GIARRE (CT)
GIARDINI-NAXOS (ME)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Mi permetto solo di aggiungere che èsuo diritto chiedere ai medici che la seguono. GIUSTAMENTE lei in atto è molto spaventata e noi siamo quì per ogni sua necessità, però a volte guardare in faccia il medico mentre dà delle risposte può tranquillizzare di più.
Stia serena e c'informi quando vuole.
Cordiali Saluti
Dr. Alessandro D'Angelo
(email: dangelo@oncologiataormina.it)

[#18] dopo  
Utente 567XXX



[#19] dopo  
Utente 567XXX

Buonasera, questa mattina mi hanno tolto i punti e dato un primo risultato del referto istologico della quadrantectomia:

Descrizione macroscopica:
Losanga di cute dimensione cm 4x1.6, con parenchima mammario dimensioni cm 5.5x4x3
1)Cute
2)Margine areolare
3)Margine laterale
4)Margine mediale
5-7)Parenchima

Diagnosi:
1)Cute esente
2)Margini di resezione esenti
5-7)Parenchima mammario sede di flogosi cronica con aspetti granulomatosi. Linfonodo sentinella esente da ripetizione neoplastica, (metodo OSNA).

pN0,pMx, UICC 2002


Gent. dottori vi scrivo per aggiornarvi dell'evoluzione di tutte le visite fatte e anche perchè siete stati in questo mese un vero punto di riferimento, una sicurezza per me...
Insieme al referto stamattina, infatti, mi è stato solo detto che verrò contattata per un appuntamento con l'oncologo una volta avuti tutti i risultati "recettoriali" sul primo nodulo (ancora non erano pronti)in base a quelli si cercherà la terapia più adatta al mio caso.

Grazie di tutto e non disturbo e vi fa piacere, vi terrò aggiornati



[#20] dopo  
Utente 567XXX

Scusatemi se chiedo ancora una cosa:

Cosa si intende per "Parenchima mammario sede di flogosi cronica con aspetti granulomatosi"?

Grazie ancora

[#21] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Sono gli esiti del pregresso intervento.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#22] dopo  
Utente 567XXX

Salve,
sono ancora in attesa dei risultati dei recettori e quindi della visita oncologica.

Vorrei però un altro parere...

per lo "staging" del tumore mi sono state fatte fare eco epatica, rx torace e scintigrafia ossea total body (tutto per fortuna negativo).

Questa però è la risposta di un ecografia renale che ho fatto nel 2005:

L'ESAME ECOGRAFICO E' STATO LIMITATO DAL METEORISMO E CONDOTTO ANCHE CON APPROCCIO INTERCOSTALE. PER QUANTO POSSIBILE VALUTARE SI RIFERISCE QUANTO SEGUE. ENTRAMBI I RENI HANNO ECOSTRUTTURA E DIMENSIONI CONSONE ALL'ETA' DELLA PERSONA ESAMINATA. NON IMMAGINI DA CALCOLI DIMOSTRABILI ECOGRAFICAMENTE. NON DILATAZIONI DELLE CAVITA' CALICO-PIELICHE. DUE PICCOLE IMMAGINI IPERECOGENE CORTICALI RIFERIBILI AD ANGIOMIOLIPOMA, A DX DI MM 5.6, E A SN DI MM 7.7.

Soffro di mal di schiena, ho una piccola ernia del disco in posizione lombare, e l'ecografia me la fece fare il radiologo che all'rx lombare aveva visto quelle "macchioline" sui reni...

All'epoca mi fu detto che gli per gli angiomiolipomi non dovevo preoccuparmi, probabilmente li avevo dalla nascita, e io allora non ci ho più pensato... ora però, che mi è capitata questa cosa vedo tutto diversamente e visto che leggendo su internet spesso ho visto che non è facile distinguere ad un'ecografia un angiomiolipoma da un tumore maligno, ho paura che quelle due "macchioline" possano essere qualcos'altro. Lei che ne pensa? Sono io ad essere esagerata in questo periodo o esiste la possibilità che ci possa essere stato un errore di valutazione? Potrebbero essere collegate con quello che è stato trovato al seno?

Mi scusi se mi sono dilungata troppo, spero di essere stata chiara nella spiegazione.

Grazie in anticipo



[#23] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
1)non c'è alcun collegamento con la patologia primitiva
2)Ha ragione Lei a considerarsi esagerata e pertanto non Le rimane che tranquillizzarsi
Cordiali saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#24] dopo  
Utente 567XXX

Questo messaggio solo per ringraziare il gentilissimo Dott. Catania che ha ancora la pazienza di ripondere alle mie, mi rendo conto, assillanti domande (avevo inserito la mia richiesta in un'altra area perchè mi vergognavo un pò a disturbarla ancora...).
L'unica giustificazione che posso dare è che la paura, quando a volte prende il sopravvento, cancella quello che la ragione, in situazioni normali, ci spingerebbe a non pensare nemmeno..

GRAZIE E BUON LAVORO

[#25] dopo  
Utente 567XXX

Ho appena ritirato la busta contenente i recettori e i fattori prognostici.
Come al solito mi è solo stata consegnata la busta, senza nessuna spiegazione, l'appuntamento con l'oncologo mi è stato dato per lunedì prossimo.

ANTICORPI REATTIVITA'

ESTROGENO R. CLONE 6F11 UCS DIAGN. 90%
PROGESTERONE R. CLONE PR88 BIOGENEX 70%
HER2 POLICLONALE DAKO negativo
K167 AG. PROLIF. CLONE MIB-1 DAKO 10%
P-53 CLONE DO7 DAKO negativo
BCL-2 CLONE 124 BIOGENEX 90% (SCORE 3+)


CONCLUSIONI
Il preparato esaminato presenta recettori estro-progestinici positivi e basso indice di proliferazione
Score recettori secondo Allred: ER:8, PGR:7
Score HER2 (NEGATIVO 0/1+ - POSITIVO 2+/3+): 1+ Immunoreattività discontinua di plasmamembrana


Vorrei gentilmente un vostro parere sul referto, una spiegazione di cosa sono queste sigle (HER2, K167, P-53 E BCL-2) e un'opinione su quale potrebbe essere, visto tutti i dati a dispodizione, la probabile terapia che dovrò seguire.

Ancora una volta grazie

[#26] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo

48% attività
4% attualità
16% socialità
TAORMINA (ME)
FURCI SICULO (ME)
GIARRE (CT)
GIARDINI-NAXOS (ME)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Penso che vi siano tutti i presupposti per avere una prognosi positiva (...anche per la sua ansia!!).
Contatti il so oncologo e decida con egli la sua terapia (anche perchè siamo ad un mese dall'intervento se non sbaglio, quindi meglio non temporeggiare più).
Cordiali Saluti
Dr. Alessandro D'Angelo
(email: dangelo@oncologiataormina.it)

[#27] dopo  
Utente 567XXX

Egr. dottori
stamattina ho avuto la prima visita oncologica. Quello che mi è stato prospettato é:

6 cicli di chemioterapia (CMF 1-8 due volte al mese e poi a distanza di 28 giorni)

Radioterapia per 50 sedute

Decapeptyl 3.75 mg 1 fl intramuscolo ogni 28 giorni per 3 anni

Tamoxifene per 5 anni

Sinceramente sono rimasta sorpresa condiderando tutte le risposte che ho avuto dagli istoligici, dai fattori predittivi, dalle varie ecografie e scintigrafia ossea, dalle dimensioni del tumore primitivo e dal fatto che comunque non ho una familiarità per questo tipo di tumore.
Speravo in una terapia un pò più leggera.

Mi sono anche spaventata della possibilità che la chemioterapia con CMF, come mi è stato esposto, possa indurre amenorrea permanente soprattutto nelle pazienti con età inferiore ai 35 anni. Io avrei tanto voluto dei bambini...

Mi potete dare un vostro parere?
Qual'è la probabilità che effettivamente possa diventare sterile?

GRAZIE

[#28] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo

48% attività
4% attualità
16% socialità
TAORMINA (ME)
FURCI SICULO (ME)
GIARRE (CT)
GIARDINI-NAXOS (ME)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
aspetti! ci vuole qualche anneto per parlare di gravidanza, ma non perchè diverrà sterile, ma per la necessità con la patologia avuta, di mettere a zero gli estrogeni (e quindi i cicli mestruali).
Cordiali Saluti
Dr. Alessandro D'Angelo
(email: dangelo@oncologiataormina.it)