Utente 747XXX
ad un amico di famiglia , di 69 anni asintomatico
, nei primi giorni di giugno è risultato un psa di 500, gli esami effettuati in seguito rilevano:
ESAME ISTOLOGICO: adenocarcinoma cribiforme ed a comedoni infiltrante estesamente il lobo di sinistra. Gleason 8
SCINTIGRAFIA OSSEA: presenza di aree di ipercaptazione del radio farmaco osteotropo nella branca ileo-pubica sn e all'estremità vertrebale della V costa di dx.
TAC: fegato esente da lesioni focali, presenza di calcoli in colecisti, in sede infundibolare. vie biliari nella norma. milza ai limiti max ( soggetto portatore sano di talassemia).
aspetto globoso del surrene di dx; reni in sede e regolari.
PRESENZA di linfonodi aumentati di volume a livello interaortocavale e periaortico sinistro, alcuni di dimensioni intorno a 2 cm.
linfonodi si riscontrano anche lungo i vasi iliaci interni specie a dx.Prostata disomogenea, impronta il pavimento vescicale. Ingrassate le vescicole seminali.
il 4 luglio sotto prescrizione dell'urologo ha iniziato una terapia di androcur da 50 mg 2 volte al dì.
successivamente dal 14 luglio ha cambiato terapia su prescrizione dell'oncologo : casodex 50, 1 cp al dì e emantone 3.75 ogni 28 giorni.
le chiedo: 1) la terapia attuale le sembra corretta?
2) vista la gravità della situazione non sarebbe più efficace aasociare all'amantone casodex 150? ( consiglio dato da un'altro oncologo consultato)
3)quale può essere l'iter della malattia?
N: B: questo consulto mi è stato richiesto dalla figlia dell'interessato che mi ha passoto i referti medici.
in attesa di un vostro riscontro ,cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

la terapia ormonale è la prima scelta nelle neoplasie prostatiche. Un trattamento chemioterapico viene riservato ai casi in cui la malattia sia svincolata dall'ormonoterapia. Io concorderei con l'aumento del dosaggio del Casodex. L'iter di malattia è difficile da stabilire essendo variabile il momento in cui la neoplasia si svincola dal controllo ormonale. Il nuovo approccio terapeutico (sempre successivo all'ormonoterapia) con docetaxel migliora la sopravvivenza globale.

un caro saluto

Carlo Pastore
Dr. Carlo Pastore
www.ipertermiaitalia.it

[#2] dopo  
Utente 747XXX

carissimo dottore grazie per la sollecita risposta

[#3] dopo  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Di nulla! Figurati... è un piacere poter essere utile.

un caro saluto

Carlo Pastore
Dr. Carlo Pastore
www.ipertermiaitalia.it