Utente 986XXX
Salve,
da due giorni mi si è ingrossato un linfonodo sotto l'ascella sinistra, per due giorni mi ha fatto un pochino male ed era palpabile, oggi stò meglio, ma non sono tranquilla, giovedì 06/02/09 farò un'ecografia, ma nel frattempo vorrei qualche chiarimento.

Premetto che stò prendendo la pillola, ma nonostante non abbia ancora finito lo stick sono già comparse delle perdite ematiche con qualche dolorino di pancia come se dovesse venire il ciclo normale, questa sera prenderò l'ultima pasticca e aspetterò il clico vero, se verrà!

Un medico mio amico, mi ha palpato la zona dicendomi di stare tranquilla in quanto secondo lui era solo un problema ormonale, premetto, mi si è gonfiato molto il seno, mi fa molto male ed è pieno di ghiandoline infiammate, ora la mia domanda è: potrebbe essere realmente un problema ormonale oppure qualcosa di peggio?

Mi fido del mio amico, ma essendo un anestesita vorrei un parere da un esperto, grazie.

SXXX.

[#1] dopo  
Prof. Marco Catani

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
i linfonodi sono delle stazioni dove confluisce la linfa proveniente dai territori di drenaggio. nel suo caso il drenaggio dei linfonodi ascellari drenano l'arto superiore omolaterale (sinistro), ma anche a regione toracica anteriore (mammella). a questo punto il sesso risulta essere importante per diversi aspetti, depilazione della regione ascellare, manicure possono provocare un aumento di dimensioni dei o di un linfonodo. questi linfonodi possono infiammarsi in relazione agli eventi traumatici delle regioni già nominate. dopo tutto questo però devo dirle che dovrebbe consultare il suo medico curante che potrà visitarla e decidere sul da farsi. visto che dovrà eseguire un ecografia, ci vada dopo l'esame così che il medico possa avere informazioni maggiori.
mi faccia sapere
Marco Catani
http://www.marcocatani.it
Il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#2] dopo  
Utente 986XXX

Salve Prof. Catani,
anche un'altro medico primario del reparto di radiologia, mi ha consigliato di non fare l'ecografia in quanto il linfonodo non mi fa più male e non si sente più nessun nocciolino, mi ha detto che se fosse un problema grave, probabilmente si sarebbe gonfiata tutto sotto l'ascella e anche il braccio, lei che mi consiglia? Grazie

[#3] dopo  
Prof. Marco Catani

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
quello che le ha detto il collega che sicuramente l'ha visitata, sarà vero.
mi faccia sapere
Marco Catani
http://www.marcocatani.it
Il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#4] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
si tratta probabilmente di un linfonodo reattivo e lo dimostra il fatto che sia regredito in poco tempo

https://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=40590

associato ad un fenomeno parafisiologico di mastalgia
ciclica

https://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=43116

non sono d'accordo invece su
>>anche un'altro medico primario del reparto di radiologia, mi ha consigliato di non fare l'ecografia in quanto il linfonodo non mi fa più male e non si sente più nessun nocciolino >>

Non farei l'ecografia se il linfonodo non fosse più palpabile (strano in così poco tempo) e non perchè
NON FA PIU' MALE perchè la caratteristica dei linfonodi
sospetti in senso oncologico è che siano idolenti.

Cordiali saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#5] dopo  
Utente 986XXX

Salve,
l'ecografia per fortuna è andata bene, non risulta nulla di grave, il linfonodo è di dimensioni normali.
Grazie ancora del consulto.
SXXXX.