Utente 985XXX
Buongiorno,
il papà del mio fidanzato (71anni) è stato operato pochi giorni prima di Natale per un tumore a stomaco/esofago (scoperto circa 2settimane prima), sono stati asportati una parte dell'esofago (ricostruita), parte dello stomaco, la milza e alcuni linfonodi.
E' stato poi dimesso a inizio Gennaio, lunedì scorso è arrivato l'istologico, era un tumore maligno e gli hanno consigliato di fare 2mesi di chemioterapia in via precauzionale.

Ieri mi hanno detto che non sanno cosa fare e che il medico di base ha consigliato loro di inormarsi anche sulla "chemioterapia intelligente" che non si fa a Torino, ma al San Raffaele di Milano sì (devono informarsi se si può fare anche per un tumore allo stomaco).

Chiedo scusa ma non ho idea di cosa si tratti e di quale sia il termine scientifico corretto, potete aiutarmi? E cosa ne pensate? In quali ospedali si può fare?

Grazie,
Federica

[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Cara Federica,

i cosiddetti "farmaci intelligenti" sono i nuovi farmaci a bersaglio molecolare che si agganciano selettivamente alle cellule malate (anche se in realtà non sono scevri da effetti collaterali e da effetti disturbanti sul resto dell'organismo). Per le neoplasie gastriche non vi sono farmaci di questo tipo (anche se sono in corso studi con diversi preparati). Comunque sono disponibili farmaci citotossici classici di nuova generazione (ad esempio oxaliplatino, docetaxel, capecitabina) che si domostrano efficaci. La durata della chemioterapia adiuvante non sarà però di due mesi ma di sei. Sei mesi sono il tempo canonico ed adeguato per tentare di ottenere una bonifica radicale della eventuale malattia minima residua. Resto a disposizione per ogni ulteriore chiarimento.

un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
Dr. Carlo Pastore
www.ipertermiaitalia.it

[#2] dopo  
Utente 985XXX

Grazie per la risposta!
Giovedì non ha potuto iniziare perchè la creatina era troppo alta, inizierà questo giovedì...

I farmaci di cui mi ha parlato sono disponibili in tutti gli ospedali? Vengono ormai utilizzati al posto dei "vecchi" in tutti i casi? Se no, in base a cosa si effettua la scelta?

La ringrazio ancora molto,
Federica

[#3] dopo  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Cara Federica,

i farmaci che ho elencato sono disponibili in ogni dipartimento di oncologia sul territorio nazionale. La scelta del protocollo viene effettuata sulla base della efficacia teorica e sulle caratteristiche del paziente comprese le altre patologie di cui è eventualmente portatore.

un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
Dr. Carlo Pastore
www.ipertermiaitalia.it

[#4] dopo  
Utente 985XXX

La ringrazio ancora e mi scuso, forse il dato della creatina era inesatto, oggi mi ha detto che era basso non alto. (?)
Oggi era ancora basso come valore per cui hanno iniziato la terapia ma per un numero di h minore (erano previste 6h).
Non è semplice, il mio fidanzato, probabilmente come protezione per sè e i suoi, chiede poco...io cerco di adeguarmi ma non capisco poi quale sia esattamente la situazione.
Forse però alla fine è giusto anche così...affidarsi e vedere di giorno in giorno...
Grazie ancora,
Federica

[#5] dopo  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Di nulla, figurati.

Resto a disposizione.

un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
Dr. Carlo Pastore
www.ipertermiaitalia.it