Utente 429XXX
Gentilissimi Medici,

vi scrivo per mia madre, 57 anni, affetta da BPCO di grado moderato II° (fumatrice dall' età di 12 anni fino a Novembre 2008).

Di seguito riporto gli esiti degli ultimi esami eseguiti:

SPIROMETRIA (17.11.2008):

Flussi Espiratori del 83.3% del teorico indicano lieve ostruzione. Forma ostruttiva confermata da aumento del Volume residuo al 231.1% del teorico. Forma ostruttiva confermata da aumento del Volume Polmonare Totale al 137.0% del Teorico. Ostruzione di grado moderato II°.

EMOGASANALISI ARTERIOSA (23.01.2009):
pH 7.415
pCO2 43.2 mmHg
PO2 75 mmHg

Paramentri derivati (EGA):
HCO3 28.0 mmo I / L
TCO2 29.3 mmo I / L
BEb 3.5 mmo I / L
BEecf 3.2 mmo I / L
sO2c 94.9 %

Dati CO-OX (EGA): COHb 1.1%

Diagnosi: Lieve ipossemia.

TEST DEL CAMMINO DI 6 MINUTI (23.01.2009):

Peso: 70Kg; Altezza: 1,52; Pressione arteriosa 140/90 mmHg
Senza supplemento di ossigeno durante il Test.
Frequenza cardiaca: Inizio Test 70 ; Fine Test 98
Dispnea BORG (mod.): Inizio Test 3 ; Fine Test 5
Saturazione ossiemoglobinica (SaO2%): Inizio Test 97%; Fine Test 93%

Nessuna interruzione prima dei sei minuti.
Distanza percorsa 280 metri.

TAC TORACITA HRCT (09.12.2008):

Esame eseguito senza somministrazione di m.d.c. con tecnica volumetrica multistrato e ricostruzioni HRCT.
Non si rilevano addensamenti perenchimali in atto.
Le cavità pleuriche sono libere da versamento.
Presenza di una formazione nodulari a margini netti di circa 4.5 mm a livello del segmento laterale del lobo medio e di altra formazione nodulare con le medesime caratteristiche in corrispondenza del segmento latero-basale del lobo inferiore dx, reperti di difficile tipizzazione tomodensitometrica per le piccole dimensioni di cui si consiglia controllo con HRCT tra circa 6 mesi.
Assenza di linfonodi significativamente aumentati di volume in sede ilare e mediastinica.
Normale le pervietà dell' albero tracheo-bronchiale.

Per quanto riguarda le formazioni nodulari ai polmoni i vari pneumologi che abbiamo contattato hanno escluso la rimozione chirurgica. Ci hanno consigliato invece di effettuare un esame diagnostico PET.

A vostro parere, quelle formazioni nodulari potrebbero essere una neoplasia ? Quali esami è possibile effettuare per escludere tale evenzienza? E' possibile effettuare una Biopsia tramite la tecnica dell' Agoaspirato o effettuare la rimozione per via laparoscopica?

Ringrazio anticipatamente per l' Att.ne.

Cordiali Saluti

[#1] dopo  
Dr.ssa Claudia Baiocchi

24% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
caro utente,
viste le picole dimensioni della lesione olmonare,è indicata una breve attesa, intorno ai 3-6 mesi per ripetere esame TAC.Capisco l'ansia che accompagna tale decisione,ma sappia che tale attesa non inficia nulla e che altre idagini ( agoaspirato o biopsia)sono inadeguate.
Cordiali saluti
Dr.ssa Claudia Baiocchi

[#2] dopo  
Utente 429XXX

Gent.le Dr.ssa Baiocchi,

la ringrazio molto per la sua celere risposta. Procederemo a ripetere la TAC HRCT e poi posterò il referto a seguito di questa discussione.

Cordiali Saluti

[#3] dopo  
Dr. Vito Barbieri

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
8% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
mi permetto di aggiungere alcune cose a quanto già chiaramente espresso dalla Dott.ssa Baiocchi:
1) la TC sarà più utile se al momento opportuno verrà eseguita con mezzo di contrasto;
2) qualcuno le ha parlato della PET e magari altri potrebbero farlo nel frattempo; ci tengo a farle sapere che con noduli polmonari sotto gli 8 mm non ha nessuna utilità.
Cordiali saluti a Lei
(e le mie scuse alla collega per l'intromissione)
Dr Vito Barbieri
Dirigente Medico Oncologo
Azienda Ospedaliera-Universitaria - Catanzaro

[#4] dopo  
Utente 429XXX

Molte grazie Dott. Barbieri la ringrazio molto per avermi chiarito alcuni dubbi riguardo l' esame diagnostico della PET.
Per quanto riguarda la TAC HRCT chiederò al mio medico di poterla eseguire con il m.d.c.

Cordiali Saluti

[#5] dopo  
Utente 429XXX

Gentilissimi medici,

come già accennato, posto il referto dell' ultima TAC HRCT eseguita:

Esame eseguito senza somministrazione di m.d.c. con tecnica volumetrica multistrato. All' attuale controllo non si apprezzano modificazioni rispetto al precedente controllo del 9-12-2008, in particolare non si apprezzano modificazioni delle piccole formazioni nodulari precedentemente segnalate. Inviariati i restanti reperti.

N.B. Abbiamo chiesto al ns medico di eseguirla con m.d.c. (come da voi consigliato) ma lui ha ritenuto opportuno lasciare tale scelta al radiologo, che ha optato per eseguirla senza m.d.c.

Cmq dopo quest' ultima TAC ci siamo abb. tranquillizzati. E' consigliabile ripetere l'esame fra 1 anno???

Grazie
Saluti

[#6] dopo  
Dr. Vito Barbieri

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
8% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Questa è una buona notizia!
In realtà chiedevo una TC col mezzo di contrasto perchè se nei noduli non si fosse "accumulato" proprio contrasto sarebbe stata acquisita un'informazione più rassicurante. Adesso è possibile considerare un controllo TC con un intervallo un poco più lungo di quello intercorso tra gli ultimi due esami.
Dr Vito Barbieri
Dirigente Medico Oncologo
Azienda Ospedaliera-Universitaria - Catanzaro

[#7] dopo  
Utente 429XXX

Gent.le Dott. Barbieri,

posso chiederle in base alla sua esperienza professionale fra quanto è consigliabile ripetere un controllo TC HRCT??

Grazie

[#8] dopo  
Dr. Vito Barbieri

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
8% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Se proprio vuole sapere il mio punto di vista, preferirei tra 6-8 mesi una TC ma non HRTC, bensì con mezzo di contrasto.
Dr Vito Barbieri
Dirigente Medico Oncologo
Azienda Ospedaliera-Universitaria - Catanzaro

[#9] dopo  
Utente 429XXX

La Ringrazio molto per il suo parere.