Utente cancellato
Gentili dottori,
vi scrivo per una cosa che mi lascia un pò perplessa.
Mi sono accorta di avere alcuni linfonodi palpabili al collo e sotto la mascella (in verità credo di averli da molto tempo) e poi un linfondo all'inguine di cui però non ricordo il momento della comparsa. Ho quindi effettuato delle visite mediche che al solo tatto mi hanno rassicurata dicendomi che non avevano "rilevanza clinica". Ho comunque per scrupolo effettuato una ecografia la quale recita "non linfoadenopatie di carattere patologico" nelle zone indicate.
Ciò che mi lascia perplessa è proprio l'esito di questa ecografia, il medico che l'ha eseguita a voce ha confermato l'esistenza di tali linfonodi che però ha definito essere piccolissimi e di natura reattiva.
Perché allora sul referto non li ha segnalati nemmeno? Non ha scritto misure ne nulla. Leggendo su internet ho anche visto che ai linfonodi si dovrebbe effettuare il color doppler ma ai miei non è stato fatto.
Inoltre ciò che mi lascia perplessa è che tali linfonodi non sono mobili, perché nonostante tutto mi dicono tutti di stare tranquilla?? Su internet sembra che la non mobilità sia pericolosa!
Non so davvero se considerare affidabile questa ecografia o no e come comportarmi. Spero in un vostro consiglio.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non li ha descritti ( forse avrebbe comunque dovuto farlo in considerazione della richiesta), perchè

> però ha definito essere piccolissimi e di natura reattiva<<

https://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=40590

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/lifonodisentinella.htm
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
114108

dal 2009
Grazie dottore per la veloce risposta,
quindi la non mobilità non è per forza indice di malignità??
L'ecografista mi è sembrato concentrato soprattutto sulle dimensioni del linfonodo (che a suo dire erano trascurabili), niente colordoppler mi è sembra una ecografia molto "superficiale" che non mi ha soddisfatta come le ho detto anche nel referto.
Sono indecisa se rifarla presso un altro centro o no.
Ad ogni modo a chi potrei portare a vederla? A parte l'oncologo (che però mi sembra un pò eccessivo adesso...) non so chi è il medico che può essere specializzato in linfonodi.
Anche perché vorrei capire a cosa è reattivo questo linfonodo inguinale.

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
La scarsa mobilità è uno dei segni, ma occorre esperienza, e non è il suo caso, per stabilire questa caratteristica.

La mia impressione è che stia esagerando in preoccupazione.

Comincerei a parlarne al curante che dovrebbe saper bene cosa fare per un approfondimento.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
114108

dal 2009
Ha ragione dottore sono diventata ipocondriaca su questa cosa. Ciò che mi preoccupa non sono tanto i linfonodi al collo ma quello all'inguine perché è da solo là senza motivo e le dico sinceramente che ho paura che sia l'espressione di qualche metastasi, ho effettuato qualche mese fa l'ecografia dell'addome completo e non aveva evidenziato nulla di anomalo però io ho in zona genitale all'interno delle piccole labbra due macchioline che sembrano due nevi che ovviamente ho fatto controllare e fino all'anno scorso erano definiti da tutti "pigmentazioni" senza importanza.
Però mi hanno sempre angosciata ed avendo familiarità diretta di melanoma ho paura che il linfondo esprima proprio quello.
So che è contorta come cosa, la prenda come uno sfogo di una persona preoccupata.
Tra l'altro al medico curante cosa dico? Che ho in quella zona un solo linfonodo reattivo di cui però non ho una descrizione scritta??? Ho solo qualche foto dove si vede una pallina ovoidale nera di circa 8x5mm che non so neanche cosa sia (se è quella la foto del linfonodo inguinale o no) a questo punto perché ovviamente non so leggere le ecografie. Chissà se il mio medico curante sa farlo.
Credo proprio che dovrò rifare l'ecografia, tra l'altro privatamente perché il mio medico curante mi darà della matta alla richiesta di una nuova ecografia e non me la concederà anche perché lui alla visita clinica ha detto che non c'era bisogno neanche della prima e me l'ha concessa sotto mia insistenza.
Caspita però non voglio pensare che un ecografista non sappia riconoscere la natura di un linfonodo!!!!!
Mi scusi se magari le sembro assurda.

[#5] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Le palline all'inguine di 8mmx 5 mm se facessimo una ecografia a tutta la popolazione le riscontreremmo in gran parte di questa.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#6] dopo  
114108

dal 2009
grazie dottore, questo sempre se quella pallina tutta nera 8x5 che vedo è un linfonodo...io non so leggere una ecografia quindi potrebbe essere anche qualche altra cosa che è normale che stia in quel punto.

[#7] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Rifaccia l'ecografia e non vedo la necessità di farla privatamente.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#8] dopo  
114108

dal 2009
caro dottore, stavolta mi ha meravigliata. Come mai mi consiglia di rifare l'ecografia????????????
Il discorso del privatamente è dovuto al fatto che il medico curante con un referto di assenza di linfonodi patologici non me ne prescriverà un altro in quanto lo reputa affidabile.

[#9] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Veramente è lei che vorrebbe rifarla perchè non convinta della attedibilità di quella che ha eseguito,

>>>Credo proprio che dovrò rifare l'ecografia>>>>
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#10] dopo  
114108

dal 2009
Ah ok mi scusi sto talmente in ipocondria che pensavo avesse letto qualche cosa di sospetto nelle mie parole e quindi mi avesse consigliato di rifarla.
Si comunque alla fine la rifarò, anche se sono consapevole che è da matti, però se serve a togliermi questa ansia almeno sarà utile.
E poi voglio una descrizione dettagliata di questo all'inguine cosi se decidessi di ricontrollarlo almeno avrei un termine di paragone chiaro.
Grazie per la sua pazienza.

[#11] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Lo chieda espressamente.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#12] dopo  
114108

dal 2009
Ecco qua:
Presenza di iperplasie linfoghiandolari di tipo reattivo a sede laterocervicale con diametro maggiore a dx di 1.10cmx0.30cm, 1.30cmx0.20cm, 0.75cmx0.38cm ed a sx di 1.32cmx0.20cm ed a sede retro-nucale subcentimetrici.
A carico delle sedi inguinali analogo reperto di iperplasie linfoghiandolari di tipo reattivo con diametro maggiore a dx di 0,78x0.36 ed a sx di 1,00cmx0,40cm e di 0,85cmx0,43cm.
Elementi sia a sede latero-cervicale che nucale che inguinale, ovalari con centro germinativo ben rappresentato.

Alcuni non mi sembrano tanto piccoli...
E poi mi sembra di capire che quelli che avverto io sono i più piccoli perché erano quelli retro-nucali in quanto nella zona laterocervicale al tatto (ovviamente non sono esperta) io non sentivo proprio niente.
ad ogni modo in questi casi che si fa si ricontrollano? se si dopo quanto tempo?
Grazie