Utente cancellato
Buongiorno, avrei bisogno di un vostro gentile parere.
mio padre che ha 74 anni da alcuni anni soffre di altrosi.
una decina di giorni fa scendendo le scale ha sentito un dolore alla gamba. non ricorda di aver male posizionato la gamba e da una radiografia risultata una lieve frattura del perone.
ieri l'ortopedico gli ha prescritto una scintigrafia ossea per sospetta frattura patologica dicendo che se la stessa risulterà negativa la frattura
si rimarginerà da sola. comunque sente dolore solo cammimando e in quel punto solamente.
siccome so che la scintigrafia viene consigliata per la ricerca delle cellule tumorali, mi devo preoccupare o e possibile che la frattura sia stata causata dall'altrosi di cui soffre da tempo? o da un movimento sbagliato scendendo le scale. Nel malaugurato caso in cui l'esito sia positivo, cosa mi consiglia e soprattutto se è grave.
la ringrazio sentitamente.

[#1]  
Dr. Umberto Donati

40% attività
20% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO)
FORLI' (FC)
MONTE SAN PIETRO (BO)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
La frattura patologica è una frattura che si verifica senza la partecipazione di un trauma sufficiente in genere a provocarla. Se passando da una porta urto il gomito contro l'infisso e riporto la frattura dell'omero, ad esempio, questa è una frattura patologica. La scintigrafia è in grado di documentare la presenza di zone in cui il metabolismo osseo è alterato; una possibile causa di questa alterazione può essere una metastasi, ma non necessariamente. Direi che l'esecuzione della scintigrafia di fronte al sospetto di una frattura patologica sia obbligatoria, per poter attuare se necessario tutti i provvedimenti, sia diagnostici, sia terapeutici qualora fossero necessari. E' possibile che la frattura sia avvenuta per altri motivi, ad esempio l'osteoporosi. L'artrosi non può provocare la frattura del perone.
"Nel malaugurato caso in cui l'esito sia positivo" si dovranno fare accertamenti ulteriori con ricerche di laboratorio e/o con ulteriori accertamenti per confermare la natura della lesione, capirne l'origine e, di conseguenza provvedere in merito. Non è possibile dire adesso se si tratti di una cosa grave: molto probabilmente tutto si risolverà in qualche giorno di preoccupazione senza conseguenze, ma questo lo si saprà strada facendo. Comunque appena ha eseguito la scintigrafia la mostri subito all'ortopedico perché possa prenderne visione diretta e da essa trarre le conclusioni, perché questo può avvenire solo conoscendo il Paziente e la sua storia clinica, avendo visto le radiografie della frattura e potendole confrontare con le immagini della scintigrafia. Il solo referto non consente valutazioni utili perché comunque ci sarà un accumulo dovuto anche alla sola frattura.
Cordiali saluti
Umberto Donati, MD

www.ortopedicoabologna.it

[#2] dopo  
125231

dal 2010
la ringrazio di cuore per la celere risposta ora mi sento un po più tranquilla distinti saluti.

[#3] dopo  
125231

dal 2010
Buonasera, mio padre anche seguendo il suo suggerimento ha eseguito la scintigrafia l'esito è il seguente:
si osserva un focale iperaccumulo di radioindicatore a carico del terzo distale del perone di sinistra.
discrete alterazioni di carattere osteoartrosico del rachide prevalentemente del tratto dorsale e delle articolazioni.
probabile esito post-traumatico.
lei cosa ne pensa? guarirà da solo?
distinti saluti.

[#4]  
Dr. Umberto Donati

40% attività
20% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO)
FORLI' (FC)
MONTE SAN PIETRO (BO)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Non posso che ribadire quanto già scritto:
"Comunque appena ha eseguito la scintigrafia la mostri subito all'ortopedico perché possa prenderne visione diretta e da essa trarre le conclusioni, perché questo può avvenire solo conoscendo il Paziente e la sua storia clinica, avendo visto le radiografie della frattura e potendole confrontare con le immagini della scintigrafia. Il solo referto non consente valutazioni utili perché comunque ci sarà un accumulo dovuto anche alla sola frattura"
Alla sola lettura del referto sembra che si tratti di un accumulo dovuto alla frattura.
Per la frattura del perone in genere non ci sono problemi.
Ci faccia sapere cosa Le dirà lo specialista
Cordiali saluti
Umberto Donati, MD

www.ortopedicoabologna.it