Utente
1 mese fa ho avvertito mal di schiena diffuso e stanchezza generale. Dopo pochi giorni con questi sintomi sono andato al prontosoccorso per un dolore inguinale forte sparso tra inguine e zone del pene. Li mi hanno diagnosticato una inguinocruralgia bilaterale, prescrivendomi brufen 600 ogni 12 ore per una settimana. Come indagini mi hanno consigliato di fare una ecografia pelvica e varie radiografie alla colonna vertebrale bacino e anche. Tutti questi esami hanno dato risultati normali, a parte un dislivello delle ali aliache di 4 5 millimetri, ma che l 'ortopedico non ha preso in considerazione. Per scrupolo ho fatto anche una visita dall'urologo che facendo una pressione all'inguine precisamente a sinistra, parallelamente al pene, ha riscontrato pubalgia, visto che avverto dolore forte alla pressione e mi ha spiegato che è abituato a fare queste diagnosi differenziali. Poi sono stato anche da un chirurgo che mi ha escluso qualsiasi tipo di ernia. Dopo tutti questi accertamenti sono tornato dall'ortopedico per avere una cura e invece mi ha detto che non ho la pubalgia perchè il dolore interessa solo la zona inguinale e non anche cosce e adduttori, facendo dai movimenti specifici, e quindi ha ipotizzato una punta di ernia inguinale. Ma il chirurgo l'aveva escluso. Ora sinceramente non so più cosa fare. Restano i sintomi di un mese fa : dolore alla pressione inguinale e dolore in caso di movimento prolungato. Non ci sono esami che possono definire la cosa?

[#1]  
Attivo dal 2012 al 2018
Gentile Signore, poichè la storia è esordita con un mal di schiena, la cruralgia potrebbe originare da un interessamento radicolare lombare, per cui Le consiglio di recarsi da un ortopedico od un neurochirurgo che si interessino di chirurgia spinale, che può valutare l'eventuale utilità di praticare un esame strumentale più approfondito, correlandolo ad una valutazione clinica per giungere ad una corretta diagnosi,
cordiali saluti