Attivo dal 2007 al 2008
da 6 mesi dolore al coccige molto forte ,indipendentemente che sia seduta o cammini.
non passa con nulla...paracetamolo,soldesan forte (3 punture mi ha prescritto il medico),flexiba,sirdalud.
ho fatto la risonanza il cui esito è:
"tecnica:l'esame di rm è stato condotto con sequenze sagittali ed assiali trasverse spin-echo e fs.
risultato:
riduzione della lordosi fisiologica.
i dischi intersomatici L1-L2,L3-L4 sono regolari per altezza,intesnità di segnale e non presentano segni di protrusioni-ernie.
il disco L4-L5 e il disco L5-S1 sono regolari per altezza e intensità di segnale e protrudono posteriormente in sede mediana con iniziali segni di conflitto a livello della superficie ventrale del sacco durale.
non si apprezzano alterazionii a carico del cono midollare.
il canale vertebrale è di regolare ampiezza
non evidenti alterazioni a carico dei metameri scheletrici esplorati.
non evidenti alterazioni a carico dei metameri sacro coccigei esplorati"

il dolore al coccige quando è al massimo si irradia anche all'ano provocandomi spasmi terribili.
in contemporanea ho dolori muscolari ai glutei (non so se uno è la causa dell'altro)...
ho effettuato due infiltrazioni al coccige senza il minimo risultato.
sono stata alla terapia del dolore dove mi hanno dato lioresal 10mg per 7gg ma non ha risolto nulla.
stamane mi son recata nuovamente in ospedale (accompagnata perchè non riesco nemmeno a camminare ) e mi han detto che è una forma fibromialgica (avendo anche dolori muscolari alle spalle) , di fare attività fisica e che è una forma psicosomatica.
tengo a precisare che il medico non ha visto nè risonanza,ne esami del sangue..niente di niente ..ha solo premuto contro il coccige.
prima di fare diagnosi di fibromialgia non si dovrebbero escludere altre patologie?
mi potete consigliare per cortesia cosa posso fare ?
ho male tutti i giorni...vorrei veramente fare anche una camminata ,lo so che l'attività fisica può solo farmi bene ma così come sono ora non riesco nemmeno a andare a lavorare...e ormai dura da troppo tempo...



[#1]  
Dr. Michele Milano

48% attività
0% attualità
20% socialità
CINQUEFRONDI (RC)
MONCALIERI (TO)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
il dolore a livello del coccige può avere varie cause...
Le suggerirei di consultare comunque un chirurgo generale (meglio un proctologo) per escludere patologie a carico dell'ano (emorroidi, ragadi, etc...)
Altre cause possono essere ricondotte all'osso (per cui in questi casi è meglio eseguire un esame TC decisamente più sesibile sull'osso rispetto a una RMN) quali osteomaosteoide, lussazioni del coccige, etc...

Dr. M. Milano
drmilano@libero.it - www.lamanoedintorni.altervista.org
NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#2] dopo  
Attivo dal 2007 al 2008
gentile Dottore Milano,
grazie per avermi risposto.
mi sono dimenticata di scrivere che la prima visita all'inizio dei disturbi è stata fatta proprio da un proctologo..infatti ero convinta di avere emorroidi o ragadi ma sono state escluse ...
oltre alla risonanza ho fatto rx e risultava tutto a posto..

[#3]  
Dr. Michele Milano

48% attività
0% attualità
20% socialità
CINQUEFRONDI (RC)
MONCALIERI (TO)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
forse la TAC ha una definizione maggiore... ne parli con il suo medico curante in proposito...
Dr. M. Milano
drmilano@libero.it - www.lamanoedintorni.altervista.org
NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale