Utente
Salve, il 22 novembre ho avuto un forte trauma all'alluce.
Proprio frontale, sono andata a sbattere contro un muretto di cemento, lì per lì manco me ne ero accorta della botta, stesso che faceva freddo e avevo i piedi congelati portavo le converse quindi è come se fossi stata scalza.
Dopo pochi secondi il dolore aumentava, sentivo formicolare, pulsare.
Arrivata a casa l'ho trovato gobbo, non aveva più la forma longilinea come l'altro alluce.
Ho subito messo ghiaccio e pomata, non ho subito lacerazioni nè graffi.
Comunque lo riuscivo a piegare, non come l'altro ma un pò ci riuscivo.
Si è formato un livido diciamo dove sta la piegatura verso il lato interno e un piccolissimo ematoma alla base dell'unghia grande quando un brillantino, quindi molto piccolo, non mi ha mai dato problemi.
L'unghia non mi faceva male e neanche tutt' ora.
Cresce normalmente, ha anche il colorito normale e non ha lesioni.
Il dito non si è mai fatto nero, solo quel livido che è durato 1/2 settimane.
Ho continuato per tutti questi giorni fino ad ora con ghiaccio, pomate e massaggi con olio per far magari uscire i liquidi.
Ora riesco a camminare bene, solo che se fletto troppo verso l'indietro l'alluce non riesco bene, avverto fastidio ma nulla di insopportabile o doloroso, una specie di fastidio.
Ad oggi ha una forma quasi normale, non presento lividi e ha un colore normale, a parte che è sempre un pochino più gonfio dell'altro.
Quando lo massaggio lo riesco a muovere molto bene senza fastidi eccessivi.
Lo tengo sempre sollevato al di sopra del cuore e anche di notte.
Ad oggi il gonfiore è localizzato diciamo sotto l'alluce, la pianta se così si può dire e si estende verso l'interno e dove si piega, non alla base.
Le altre dita non hanno subito danni, nè nulla.
Quando sta vicino ad una fonte di calore come una stufa, o sotto le coperte o al sole si rigonfia, si fa caldo e rosso è avverto più fastidi nel camminare.
Appunto lo tengo sempre freddo per evitare che si gonfia.
Non sono mai andata dal dottore e non ho eseguito radiografie anche perchè stiamo attraversando un periodo particolare e soprattutto non volevo far preoccupare i miei che ne stiamo passando tante.
Lo so che è sbagliato.. Non ditemi nulla, me ne assumo tutte le responsabilità.
Ho la fobia degli ospedali che ne ho passate di tutti i colori e non ho la possibilità economica visto che ho letto che stanno sui 60/70€.
La sera comunque prendo una bustina come antinfiammatorio (Nimesulide)
Pensate sia il caso di fare un salto dal dottore, o che debba mettere il gesso? Non voglio Proprio il gesso!!
Dite che sia fratturato da quel che ho descritto, non accuso dolori neanche se lo tocco nè nulla, solo se lo fletto eccessivamente o se faccio troppa pressione.
E vorrei risolvere il fatto che se si riscalda si gonfia nuovamente e si fa rosso e caldo.
Stiamo in una brutta situazione.
È risolvibile? Quanto dura? Non ne posso più, voglio tornare in palestra!
Spero di essere stata dettagliata.
Cordiali saluti!

[#1]  
Dr. Giuseppe Internullo

40% attività
16% attualità
16% socialità
CALTAGIRONE (CT)
CATANIA (CT)
GELA (CL)
AGRIGENTO (AG)
RAGUSA (RG)
BARRAFRANCA (EN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2009
Tutto quello descritto da lei potrebbe deporre per una possibile frattura. perchè non fa una radiografia per togliere il dubbio? Per il resto posso dirle che piano piano passerà..sa non essendo stata trattata con riposo questo potrebbe richiedere un pò più di tempo.
Dr. Giuseppe  INTERNULLO
www.chirurgiadellamanocatania.com

[#2] dopo  
Utente
Salve, la ringrazio 1000 mille per la sua risposta.
Sono andata a fare una rx su consiglio del mio medico di famiglia.
La rx riporta un microdistacco osseo alla base della prima falange uguale del Primo dito.
Il mio medico ha detto che sarebbe inutile ingessare o fasciare perchè ormai quel pezzettino è un corpo estraneo e quindi non si riattaccherebbe.
Ha detto che magari una possibilità era quella di un piccolo intervento dove potrebbero rimuovermi questo piccolo frammento.
Cammino normalmente, solo che è abbastanza fastidioso non poter fare troppo peso, non poter correre e altri movimenti "impegnativi".
Oggi ho la visita dall'ortopedico e sono molto in ansia perchè il mio medico non mi ha dato molte speranze purtroppo.
È molto grave un microdistacco?
Quali sono le possibili cure?
L'alluce è normalissimo anche di colore tranne che è lievemente più gonfio.
È mai possibile che un frammento così piccolo mi provochi tutto cio?
Lo riesco a piegare bene sia su che in giù tranne per qualche piccolo fastidio nel punto in cui sta il micro distacco osseo.
Al tatto lo riesco anche a toccare, in pratica è nel lato interno.
Gentil dottore spero lei possa farmi luce su alcune mi domande poste.
La ringrazio per la tanta pazienza, cordiali saluti e buona giornata.

[#3]  
Dr. Giuseppe Internullo

40% attività
16% attualità
16% socialità
CALTAGIRONE (CT)
CATANIA (CT)
GELA (CL)
AGRIGENTO (AG)
RAGUSA (RG)
BARRAFRANCA (EN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2009
Non faccia nulla di chirurgico. farei solo un pò di fisioterapia come ultrasuoni in immersione e magnetoterapia x 15 gg. Inoltre aspetterei che il tempo faccia la sua parte, sa è un ottimo medico...piano piano sistemerà tutto.
Dr. Giuseppe  INTERNULLO
www.chirurgiadellamanocatania.com

[#4] dopo  
Utente
Mi scusi ancora se la disturbo, ma non avendone mai sentito parlare vorrei chiederle di cosa si tratta.
Facendo queste terapie cosa succederà al microdistacco osseo?
Non so... si sgretolerà? Faranno in modo che si ricongiunga al resto della falange?

Perché mi sconsiglia un intervento?

Detto ciò, lei pensa che la mia condizione sia grave o facilmente risolvibile stando a quello che le ho scritto in precedenza?

[#5]  
Dr. Giuseppe Internullo

40% attività
16% attualità
16% socialità
CALTAGIRONE (CT)
CATANIA (CT)
GELA (CL)
AGRIGENTO (AG)
RAGUSA (RG)
BARRAFRANCA (EN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2009
Mi scusi ma non avendo le radiografie davanti e il quadro clinico il mio giudizio e le mie indicazioni possono essere anche non perfette e consone poichè non ho la realtà davanti. Le suggerisco di rivolgersi ad un ortopedico di sua fiducia a Napoli, io vivo a Caltagirone e quindi siamo un pò lontani...
Dr. Giuseppe  INTERNULLO
www.chirurgiadellamanocatania.com

[#6] dopo  
Utente
Oggi ho la visita dall'ortopedico, vedo un pò che mi dice e come cercare di risolvere.
Voglio solo tornare a riprendere le mie attività, sono giovane e ho voglia di correre e fare sport.
Le auguro una buona giornata, se a Lei fa piacere la tengo informato!!

[#7]  
Dr. Giuseppe Internullo

40% attività
16% attualità
16% socialità
CALTAGIRONE (CT)
CATANIA (CT)
GELA (CL)
AGRIGENTO (AG)
RAGUSA (RG)
BARRAFRANCA (EN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2009
Certo! Mi farà piacere sapere.
Dr. Giuseppe  INTERNULLO
www.chirurgiadellamanocatania.com

[#8] dopo  
Utente
Salve. Sono andata dall'ortopedico qualche settimana e mi ha prescritto un tutore anche se è per alluce valgo, Cereblex da prendere una volta al giorno per 7 giorni e Dolaut da applicare 3 volte al giorno e subito dopo il ghiaccio e volendo magnetoterapia 10 sedute e laserterapia 10 sedute.. Mi ha anche parlato dell'intervento, ha detto che se voglio posso farlo, ma leggendo molto riguardo questo problema è molto sconsigliato.
Mi sono rivolta a un fisioterapista il che mi ha detto che applicare un tutore ad oggi non serve a nulla se non per far spendere soldi, al massimo legarlo al dito affianco se esco per tenerlo un pò più fermo, ho seguito le cure del cereblex e sto continuando con Dolaut. Ieri il fisioterapista mi ha noleggiato il macchinario per fare la magnetoterapia per 5 ore al giorno per 20/30 giorni, ieri già ho iniziato poi dipende da come ne risponde il piede.
La mia domanda è:
1)La magnetoterapia può funzionare nel mio caso? Mi risolve il problema?
2)Davvero la magnetoterapia fa formare il callo osseo?
3)In quali casi la magnetoterapia non funziona? Io sono a rischio?
4)5 ore al giorno per un massimo di 30 giorni bastano? Risolvo il problema finalmente?
Grazie anticipatamente,spero potrà rispondere alle mie domande.

[#9]  
Dr. Giuseppe Internullo

40% attività
16% attualità
16% socialità
CALTAGIRONE (CT)
CATANIA (CT)
GELA (CL)
AGRIGENTO (AG)
RAGUSA (RG)
BARRAFRANCA (EN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2009
Per il momento le consiglio di iniziare a fare quanto le è stato suggerito...vedrà che troverà i suoi vantaggi e i disturbi se non scompariranno senz'altro regrediranno fino a diventare sopportabili rispetto ad ora...inizi che è sola cosa da fare poi ci risentiremo.
Dr. Giuseppe  INTERNULLO
www.chirurgiadellamanocatania.com

[#10] dopo  
Utente
Salve oggi sono esattamente 11 giorni da quando ho iniziato la terapia e sto facendo tutte e 5 le ore al giorno se non un pò in più. Ho avuto miglioramenti riguardanti il dolore e nel camminare, quando faccio la magnetoterapia il dolore diminuisce e si sgonfia anche e nel punto in cui sta di distacco, al tatto è più duro quel punto, il fisioterapista ha detto che è dovuto al rigeneramento della zona.
Al tatto lo sento ancora il micro distacco, come un granellino, e se indosso scarpe troppo a lungo si rigonfia purtroppo, ovviamente cammino il meno possibile. Il dolore comunque è molto diminuito ma non ancora del tutto da permettermi di correre o riprendere la palestra come prima perché è ancora delicato. Devo solo sperare che questo frammentino si riattacca e che guarisco in fretta. Lei dice che si riattacca?

[#11]  
Dr. Giuseppe Internullo

40% attività
16% attualità
16% socialità
CALTAGIRONE (CT)
CATANIA (CT)
GELA (CL)
AGRIGENTO (AG)
RAGUSA (RG)
BARRAFRANCA (EN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2009
La cosa importante è che alla fine delle cure il dolore si riduca o scompaia..alla sua domanda solo la radiografia potrà darci una risposta ma non necessaria farla.
Dr. Giuseppe  INTERNULLO
www.chirurgiadellamanocatania.com

[#12] dopo  
Utente
Salve il 12 febbraio sono andata dall'ortopedico per una visita di controllo.
Me lo ha visto migliorato e ha detto che posso smettere con la magnetoterapia questo martedì 20.
Ha detto anche che posso riprendere a fare palestra a inizio marzo.
Sento ancora al tatto il micro distacco, e alla mia domanda "Se lo sentirò sempre", mi ha risposto di sì.
Dottore lei cosa ne pensa?
Ha detto anche che riandare da lui dopo quella visita sarebbe inutile perchè ora non si può fare nulla più, il tempo dovrà fare il corso, a parte eccezioni in cui sento ancora dolore.
Sento che sono migliorata, ma il dolore se dovessi provare a correre o piegare troppo il dito quando scendo le scale ci sta sempre. Non posso ancora portare scarpe più strette perchè il dito è ancora gonfio.
Devo solo aspettare ora? Quando indosso le scarpe per la mattina per la scuola o qualche altro servizio lo fascio con il dito affianco per tenerlo più fermo e me lo sento in un certo qual modo più "protetto.".
Ogni sera metto lo spray gel che vi dissi nei post precedenti. È vero che il gonfiore è l'ultimo a sparire?
A maggio ho il matrimonio di mia sorella, lei pensa che per quel periodo avrò risolto questo mio calvario?
Grazie per la pazienza! Cordiali saluti.