Utente 265XXX
buonaserata. 70enne, da una ventina di anni soffro di gonartrosi bilaterale eredita’ di famiglia. in questi anni ho fatto di tutto:
Magnetoterapia, ozono terapia, elettrostimolazione, onde d’urto, fanghi termali, ultrasuoni, tecar, ionoforesi e altro che non mi ricordo.
A parte infiltrazioni di acido iarulonico e protesi (queste ultime mi dicono non ancora da farsi) ho fatto di tutto, la conclusione e’ stata acqua fresca su tutto. naturalmente con piu’ passa il tempo e invecchio, con piu’ sono limitato. ci sono state due terapie, una di cortisone per un fischio in un orecchio, fischio rimasto, dolore passato per un po’ di giorni o quello che uso ora (ne faccio uso sporadico, tipo due scatole in un anno)
Voltaren 100 che e’ l’unico rimedio che mi sistema per qualche giorno. Domanda:
Ovviamente non posso assumere cortisone se non per breve tempo e il Voltaren pure da quello che sento o leggo sebbene per ora non ho effetti indesiderati. quindi cosa posso fare? esiste un medicinale a uso diciamo continuativo che si possa usare o che altro?
grazie per qualunque consiglio medico.

[#1]  
Dr. Emanuele Caldarella

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PARMA (PR)
RHO (MI)
COMO (CO)
MARCALLO CON CASONE (MI)
CIGLIANO (VC)
QUAREGNA (BI)
MATERA (MT)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Caro utente,

per prima cosa rispondo alla sua "domanda secca", cioè se ci sono strade alternative tra l'acido ialuronico e la protesi.
Ci sono, e sono rappresentate dalle nuove promettenti terapie a base di cellule mesenchimali autologhe prelevate dal grasso corporeo. Nei casi ove sono indicate possono dare buoni risultati.
Tuttavia il diclofenac da 100 mg che Lei menziona è una terapia già abbastanza forte. Sinceramente di fronte al fatto che è costretto ad assumere farmaci potenti e la Sua qualità di vita è molto bassa, rivaluterei la situazione clinica per vedere se davvero per la protesi è "troppo presto".

Cordiali saluti
Dr. Emanuele Caldarella

Chirurgia dell'anca e del ginocchio
emanuele.caldarella@medicitalia.it

[#2] dopo  
Utente 265XXX

Grazie,ma dall’ultima risonanza di quest’anno,questo mi e’ stato detto dall’ortopedico’io non le consiglio l’operazione’
ringrazio e mi informero’ della terapia che mi ha consigliato
delle cellule autologhe.concludo col diclofenac,non pensavo che una terapia di una trentina di pastiglie fosse considerata’forte’
in ogni caso ho capito cosa volesse intendere.
buona serata