Utente
Buongiorno,

l'altro ieri ho urtato accidentalmente e violentemente contro lo stipite di una porta e mi sono rotta il mignolo piede dx, che appariva sporgente verso l'esterno.


Al PS mi hanno fatto i raggi, dai quali emergeva una frattura spiroide della falange prossimale del V dito e sublussazione.
Mi hanno fatto una manovra per rimettere in sede l'ultima parte del dito e poi mi hanno fasciato IV e V dito.
Poi però mi hanno consigliato di fare un piccolo intervento, che consiste nell'inserimento di un filo metallico, in modo da tenere dritto il dito e da fare in modo di saldare maggiormente l'osso.


Ora io non avevo mai sentito di questa procedura e mi chiedo se sia veramente necessario questo intervento.


La mia domanda è: posso riposare i giorni dovuti, non dare carico sul piede, camminare sulle stampelle ma evitare l'intervento?
E magari controllare la situazione dopo uno/due mesi, vedere com'è la saldatura dell'osso e casomai farlo solo dopo?


Grazie.

[#1]  
Dr. Giuseppe Coli'

32% attività
16% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)
GALLIPOLI (LE)
LEQUILE (LE)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Gentile utente, la necessità di un intervento deriva dalla valutazione radiologica di controllo dopo la manovra di riduzione della frattura. Se le hanno consigliato l'intervento, probabilmente i colleghi hanno rilevato una insufficiente correzione della scomposizione dei frammenti ossei con possibile rotazione o deviazione del dito stesso. Attendere non avrebbe senso perché, una volta formato il callo osseo in posizione non corretta, si dovrebbe procedere a fratturarlo di nuovo e ricomporlo. Poiché il 5 dito non svolge particolari funzioni di carico e movimento di slancio nella deambulazione, anche non operando si potrebbe giungere ad un risultato soddisfacente ma, ripeto, tutto dipende dalla valutazione dell'attuale posizione dei frammenti ossei. Ne parli con il suo ortopedico di fiducia osservando le ultime radiografie. Ci tenga informati
Dr. Giuseppe Colì
Specialista Ortopedico
Malattie metaboliche dell'osso
Ex responsabile centro Osteoporosi

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dott. Colì,

la ringrazio per la celere risposta. Purtroppo in questi giorni non penso riuscirò a parlare con un ortopedico visto le feste imminenti e al pronto soccorso mi hanno dato pochissime informazioni sull'intervento. Non so se questo filo metallico mi resterà oppure no, non so la convalescenza...

Comunque mi pare di capire il massimo rischio sarebbe quello che il dito rimane storto?

Per aiutare la formazione del callo osseo potrei assumere del calcio?

Grazie molte ancora.

[#3]  
Dr. Giuseppe Coli'

32% attività
16% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)
GALLIPOLI (LE)
LEQUILE (LE)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
L'intervento di osteosintesi delle falangi prevede l'infissione di fili metallici con una estremità che rimane all'esterno. In tal modo è molto semplice sfilarli, a tempo debito dopo circa 4/5 settimane, senza dover ricorrere ad una nuova anestesia. L'eventuale guarigione con deviazione del dito non è solo un fatto estetico perché, se dovesse residuare una deviazione all'esterno, avrebbe difficoltà a calzare le scarpe. Per quanto riguarda la supplementazione con calcio, se lei ha una alimentazione ricca di calcio e vitamine, non è necessaria.
Cordialità
Dr. Giuseppe Colì
Specialista Ortopedico
Malattie metaboliche dell'osso
Ex responsabile centro Osteoporosi

[#4] dopo  
Utente
Buongiorno Dott. Colì,

la ringrazio per la risposta. Ad oggi sono passati 15 giorni dalla rottura, io mantengo sempre la fasciatura per il momento. Quando potrò mettere una scarpa? Il piede non mi ha mai più fatto nessun male.... Quando potrò tornare a guidare?

[#5]  
Dr. Giuseppe Coli'

32% attività
16% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)
GALLIPOLI (LE)
LEQUILE (LE)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
La scarpa potrebbe indossarla fin da ora, se ne usa una di numerazione superiore. Poiché il piede dx è quello che si utilizza per il freno, provi a guidare su strade deserte per rendersi conto da sola se può farlo. Buona serata
Dr. Giuseppe Colì
Specialista Ortopedico
Malattie metaboliche dell'osso
Ex responsabile centro Osteoporosi

[#6] dopo  
Utente
Buonasera.
Ieri, dopo 28 giorni dalla frattura, sono andata a fare i raggi.

Dal referto emerge questo: "esito di frattura della falange prossimale del V dito con rima ancora visibile, in iniziale fase di consolidazione. Modestissima diastasi dei monconi. Conservati i rapporti articolari".

Mi chiedo, dopo circa un mese, a cosa è dovuta, se ho capito bene, una mancata saldatura? Manco io di calcio? Cosa devo fare per rimediare, senza dover per forza dover passare per l'intervento con il filo di Kirschner?

Devo semplicemente pazientare ancora?

Mi preoccupa non poco...

[#7]  
Dr. Giuseppe Coli'

32% attività
16% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)
GALLIPOLI (LE)
LEQUILE (LE)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Gentilissima, non avendo fatto l'intervento, è normale che sia ancora presente un certo discostamento tra i monconi di frattura. L'importante è che lei non abbia dolore nè al tatto nè nei movimenti. Buona giornata
Dr. Giuseppe Colì
Specialista Ortopedico
Malattie metaboliche dell'osso
Ex responsabile centro Osteoporosi

[#8] dopo  
Utente
Buongiorno,

io non ho nessun dolore. Ma quando potrò mettere normalmente la scarpa sul piede?

Quanto tempo dovrò tenere la fasciatura ancora? Quando potrò tornare a guidare quindi dando del peso sul piede?

Ormai sono 34 giorni...

[#9]  
Dr. Giuseppe Coli'

32% attività
16% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)
GALLIPOLI (LE)
LEQUILE (LE)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Gentilissima, già tre consulti fa le avevo risposto al quesito:
(La scarpa potrebbe indossarla fin da ora, se ne usa una di numerazione superiore. Poiché il piede dx è quello che si utilizza per il freno, provi a guidare su strade deserte per rendersi conto da sola se può farlo. Buona serata).
Oggi le ripeto la stessa cosa.
Ritengo che possa rimuovere la fasciatura, ma, il collega che l'ha trattata non le aveva dato indicazioni?
Cordialità
Dr. Giuseppe Colì
Specialista Ortopedico
Malattie metaboliche dell'osso
Ex responsabile centro Osteoporosi