Utente
Buongiorno, sono molto preoccupata per mio figlio di 15 anni che, dovendo togliere i denti del giudizio inferiori completamente "sdraiati", ha effettuato una panoramica alle arcate dentarie che ha evidenziato "una macchia rotondeggiante da sinusopatia mascellare dx". Al che ho chiesto spiegazioni al medico dentista che gli ha prescritto la panoramica, il quale mi ha risposto che mio figlio probabilmente soffre di forti raffreddori. Il punto è proprio questo: il ragazzo non ha mai sofferto di raffreddori, mal di testa, mal di denti ecc... e quindi la domanda che vorrei sottoporre alla vostra attenzione è la seguente: è possibile avere una sinusopatia in assenza competa di sintomi di qualsiasi tipo? Da quello che ho letto nelle richieste di altri utenti sul vostro sito, tutti coloro che presentano una diagnosi di questo tipo lamentano disturbi di ogni genere. Nella lastra suddetta si vede proprio bene la "pallina" sotto la narice destra; a questo punto cosa potrebbe essere? Su internet ho letto di tutto, dalle cisti ad altre forme più gravi che non oso neppure pronunciaree, per cui mi sono allarmata parecchio. Secondo voi è necessario un consulto urgente da un otorino e anche analisi più approfondite? Grazie mille in anticipo per la risposta che vorrete darmi. Un caloroso saluto.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Onestamente, non mi sembra che ci siano motivi di preoccupazione od urgenza. Consigliato è una visita specialista otorinolaringoiatrica. Sicuramente, con una adeguta terapia farmacologica il tutto verrà risolto. E' possibile che tale patologia non comporti una sintomatologia. Cordialmente
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio infinitamente per la sua risposta tempestiva. Ora prenderò un appuntamento con un otorinolaringoiatra attendendo con maggiore tranquillità.
Cordiali saluti.

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Mi farà piacere avere notizie su cio' che lo Specialista dirà sul caso specifico
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente
Non mancherò di farlo. Grazie ancora.
A presto.

[#5] dopo  
Utente
Buongiorno Dott. Brunori, come d'accordo le comunico il referto dello specialista che ha visitato mio figlio: "Pz inviato per presenza di cisti a carico del seno mascellare sin., verosimile cisti a sole nascente a carico del pavimento. EO nella norma. In relazione all'assenza di sintomatologia si programma eventuale controllo fra circa 6-12 mesi". A voce mi ha detto che il controllo prescritto sarà necessario solamente in presenza di sintomi, altrimenti di non farlo. Mi ha spiegato che nei ragazzi di quest'età non dà assolutamente problemi, nell'età più adulta potrebbe infiammarsi e allora si potrà procedere con una terapia farmacologiza o eventualmente rimozione chirurgica. Mi ha tranquillizzato molto, dicendo che questo tipo di cisti (secondo lui "sinusopatia" è stato esagerato da parte del radiologo) ce l'hanno molte persone che non sanno nemmeno di avere (come nel caso di mio figlio se non avesse fatto la panoramica...), e se non si infiammano possono stare lì tranquillamente e non c'è da fare nulla nemmeno altri esami. Cosa ne pensa Dottore? Posso stare tranquilla? Grazie.
Buona giornata.

[#6]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Condivido il parere del Collega circa la non gravità della patologia. Solo che farei una terapia farmacologica fluidificante ad antinfiammatoria per cercare di sciogliere questo muco raccolto nel seno paranasale. Consulti a riguardo il suo Medico di famiglia.
Dr. Raffaello Brunori

[#7] dopo  
Utente
Seguirò senz'altro il suo consiglio e chiederò al nostro medico di base, sebbene lo specialista abbia detto di dimenticarsene e di non fare proprio nulla, dato che questa cisti è asintomatica e secondo lui non infiammata (infatti non ha confermato la diagnosi da sinusopatia).
Grazie infinite.
Cordialità.

[#8]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non condivido l'idea di trascurare la patologia: anche se non grave, è bene che non cronicizzi. Con una semplice terapia farmacologica puo' anche risolverla!
Dr. Raffaello Brunori

[#9] dopo  
Utente
Buongiorno Dott. Brunori, ho consultato il medico di famiglia che è rimasto un po' perplesso (è specializzato in dermatologia). Gli ho riferito sia il refererto dello specialista che ha visitato mio figlio e anche il suo consiglio. E' d'accordo con lei di curare la cosa, ma ha espresso diversi dubbi: prima di tutto quale medicine prescrivere, dei cortisonici? E per quanto tempo? Per esempio: 3 mesi, 6 mesi? Ma poi, visto che il ragazzo non presenta alcun tipo di sintomatologia, come fare per poter verificare un miglioramento? In questo caso si potrebbe vedere una regressione della cisti solamente rifacendo una panoramica o con una Tac. Ma mi ha anche detto che sono esami che danno un'altissima percentuale di raggi x, e per una cosa così sottoporsi a tutte queste radiazioni secondo lui non è il caso! Avrà già capito Dottore che a questo punto non so proprio cosa fare: vado da un altro specialista sperando che sia della sua stessa idea? E se anche questo la pensa come l'altro già consultato? Facciamo visite all'infinito finchè non troviamo il medico che ci prescrive una cura e un modo innocuo (quale?) per verificarne l'efficacia?
Il mio medico ha consigliato per il momento di lasciar perdere e di rifare semmai una visita da un altro specialista tra un annetto... non se ne esce...lei cosa ne pensa?
La ringrazio molto.
Buona giornata.

[#10]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Personalmente non sono d'accordo sul trascurare la patologia infiammatoria riscontrata. La cura è molto semplice, fluidificante ed antinfiammatoria da fare per una ventina di giorni. I farmaci generalmente sono quelli a base di acetilcisteina, antistaminici, spray decongestionanti delle mucose nasali ed un po' di cortisone (dosaggio in base all'età ed al peso) per una decina di giorni. Non vedo il problema posto dal Collega! Onestamente, non mi sembra il caso di spendere soldi in Consulti, vista la semplicità del caso. Ne riparli con il suo Medico. Cordialmente
Dr. Raffaello Brunori

[#11] dopo  
Utente
La ringrazio infinitamente per la sua cortesia e professionalità, nonchè per il tempo che mi sta dedicando(che per un medico è ancora più prezioso!) Quindi secondo lei basta questa cura per una ventina di giorni, senza poi bisogno di verificare il regredire della cisti con una tac o una lastra? Come si fa poi a capire se la cura è stata sufficiente o se invece servirebbe un altro ciclo? Mi scusi, ma vorrei capire bene questa cosa, anche per spiegarla anche al mio medico di base che mi dovrà fare la ricetta dei medicinali da lei consigliati. A proposito di questi: mi potrebbe indicare i tipi esatti che, se ho capito bene, sono più di uno?
Grazie ancora, mi sta veramente aiutando, alla faccia di chi sostiene che questi siti servono solo a pubblicizzare consulti privati; lei ha addirittura detto di non spendere soldi in consulti!!! Più onesto di così!!!

Un caloroso saluto

[#12]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
La ringrazio, innanzitutto, per le gentile parole e la stima dimostratami. Comprenda, pero' che per motivi pubblicitari, non posso in questa Sede fare il nome commerciale dei farmaci. Se riporta al Medico curante quanto esposto prima, certamente capirà quale speciaità prescrivere. Se dopo la terapia eseguita per una ventina di giorni, suo Figlio passerà bene la stagione invernale, credo che sarà utile un controllo radiologico (tac) fra un anno. Meno raggi si prendono, meglio è!
Comunque, rimango a disposizione per ogni dubbio o consiglio in merito.
Dr. Raffaello Brunori