Utente
Buongiorno,

sono un uomo di 41 anni, il 7 Settembre 2011 ho subito un intervento di settoplastica, turbinectomia, poliposi nasale e asportazione muco dai seni paranasali. Dopo l'escursum dei tamponi (tolti dopo 5 giorni), delle aste di supporto del setto (rimosse dopo 8 giorni) e dopo alcune settimane di lavaggi e creme varie, oggi, dopo 40 giorni dall'intervento mi ritrovo con il naso gonfio e croste. Riesco a respirare, ma le croste mi danno molto fastidio. Il mio chirurgo dice che c'è un piccolo edema nel naso che andrà via da solo, il problema è che ho una sensazione di alterata sensibilità (fastidio) alla zona naso, contorno occhi, lato superiore dei zigomi sino alle tempie, come se avessi una sorta di mascherina. Ho terminato i lavaggi nasali la settimana scorsa, il medico dice di non fare più nulla e lasciare che le croste vadano via da sole. Al momento sembra che crescano sempre di più, non perdo sangue, ma il naso gonfio e queste croste mi danno molto fastidio. Andranno via da sole ? O c'è il rischio che la situazione si stalli in questo modo ? Ho paura che rimettendo gli unguenti nel naso questa storia delle croste non finisca mai. Quando occorre infine per sgonfiarsi il naso (attualmente sembra anche grassoso in senso di adiposità) ? Vi ringrazio anticipatamente per la risposta.

Buon Lavoro

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Passi per le croste ematiche, ma non comprendo il gonfiore del naso. Comunque, consulti il Chirurgo circa l'utilità, nel suo caso, di una farmaco per l'edema e di uno spray nasale a base di vitamina c. Purtroppo, distanza, non posso esserle di aiuto piu' di tanto. Un cordile saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Dr. Brunori,

La ringrazio per la solerte risposta.
Anche io non comprendo il gonfiore del naso. Ad un esame attento, l'edema nasce proprio dalla punta, nel punto (sia a sx che a dx ma più evidente a sx) dove si effettua proprio l'incisione per intervenire sul setto. Ci sono come due fagioli di colore rosso cupo. Il naso ha sensibilità ma come Le dicevo è leggermente alterata, come se fosse gonfio (in effetti lo è). Non ho dolore, nè febbre, ma fastidio e senso di stranezza se muovo il naso.

Il mio chirurgo, per questo edema, mi ha dato una settimana fa cortison chemicetina, una pomata da mettere nel naso. Ma l'ho messa già per la settimana scorsa, sto in crisi in quanto non so se aspettare senza far nulla (sperando che sia l'edema che le croste vadino via soli) o continuare con la crema (ma non fa male metterla per tanto tempo ?) o pregare che questa cosa passi.

Il mio terrore è che questa situazione si cristallizzi in questo modo.

Lei che ne pensa ? Grazie anticipatamente del Suo gradito riscontro.

Buon Lavoro

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
C'è qualcosa che non quadra. Sarebbe meglio che si facesse visitare da un altro Specialista. Rimango in attesa di notizie. Buona serata
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente
Dott. Brunori,

La ringrazio del consiglio, ma così facendo ha impresso ora in me molta tensione e soprattutto paura.

Cosa pensa che mi stia succedendo per consigliarmi un altro parere ? La prego, sono estremamente preoccupato e molto teso, già lo ero prima, ora di più. Mi tranquillizi se può.

La ringrazio anticipatamente.


P.S. Ho un appuntamento con il mio chirurgo Martedì prossimo, intanto con il cortisone sembra che si stia sgonfiando.

[#5]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Dico solamente che il gonfiore del naso e le macchie che descrive non fanno parte degli esiti dell'intervento, normalmente. Con cio', lungi da me sospettare qualcosa di importante. Il consiglio di un consulto è stato da me proposto solo per tranquillizzarla su cio' che il Chirurgo che è intervenuto ha fatto. Cordialmente
Dr. Raffaello Brunori

[#6] dopo  
Utente
Buonasera Dr. Brunori,

Le scrivo per informarLa sull'esito della visita e ciò che è accaduto (se le interessa, mi farebbe piacere un suo parere in quanto seguendola nei suoi interventi ).
In pratica, appena il chirurgo mi ha visitato, si è come impallidito e mi ha subito detto: guardi dobbiamo subito incidere, c'è un ascesso del setto.

Dunque mi ha prima effettuato 3 siringhe ed ha rimosso il liquido, successivamente mi ha eseguito una toelette chirurgica incidendomi la cute interna per rimuovere l'ascesso (che è stato rimosso).

Mi sono stati messi dei tamponi, prescitti 6 Rochefin + 3 giorni di Bentelan 1mg ogni 12 ore e a seguire altri 3 giorni di Bentelan 1mg ogni 24 ore.

Domani, Giovedì, andrò a togliere i tamponi ed il dottore dice che vedremo come sta la situazione e continuare con pomata interna.

Lei che ne pensa ?

Grazie del suo parere.


[#7]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Come pensavo, la sintomatologia sofferta non rientra nel normale decorso post-operatorio. Purtroppo, si è presentata questa complicanza e, quindi, non possiamo fare altro che seguire la cura prescritta. La durata della terapia mi sembra troppo breve per la risoluzione della patologia. Comunque, sarà lo Specialista a seguirla in questo. In bocca al lupo!
Dr. Raffaello Brunori

[#8] dopo  
Utente
Buongiorno dottore,

solo per dovere di cronaca, ho rivisto lo specialista ieri pomeriggio che in effetti mi ha prolungato la terapia antibiotica del Rochefin a 10gg., come del resto Lei suggeriva.

Mi sono stati tolti i tamponi, mi ha controllato il naso e dice che ora è tutto ok, ha preferito re-incidere leggermente a sx per creare un nuovo drenaggio (ha parlato di una tecnica di guarigione re-incidendo per drenare e forzare un auto-recupero). Ora ho a sx il tampone e a dx no.

Inoltre domani toglierò questo tampone e dovrò fare lavaggio mattina e sera di soluzione marina isotonica sterile e mettere cortison chemicetina avendo cura di non usare le dita per metterla nel naso (purtroppo nel passato l'ho fatto).

Un consiglio: secondo lei, come soluzione marina sterile isotonica da usare come lavaggio mattina e sera è meglio uno spray (tipo Tonimer getto normale) o flaconi di liquido monouso (tipo Isomar) ?

La situazione sembra effettivamente migliorare. La ringrazio per la Sua attenzione e per la sempre pronta e continua disponibilità che, mostrando verso persone che in fin dei conti Lei non conosce nemmeno, eleva enormemente il Suo grado di professionalità infondendo in noi pazienti molto coraggio.

La saluto affettuosamente e La ringrazio anticipatamente.

Buon Lavoro

[#9]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Sono molto contento per lei che il tutto, gradatamente, si stia risolvendo. Condivido la nuova incisione per favorire il drenaggio. Circa i lavaggi delle fosse nasali, perchè spendere tanto quando puo' utilizzare della semplice soluzione fisiologica, quella usata per le flebo, per intenderci: costa molto meno ed è la stessa cosa dei prodotti da lei menzionati.
Grazie a lei per la stima rivoltami. Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#10] dopo  
Utente
Buongiorno dottore,

solo per aggiornarLa che ora è tutto a posto: mi godo il mio naso al 100%. Grazie della Sua cortesia mostrata e disponibilità. Le auguro buone cose.

Cordialmente
A.Cavallaro

[#11]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Grazie a lei per la stima e la fiducia rivolteci. Le auguro un buon proseguimento. Cordialità
Dr. Raffaello Brunori