Utente
salve, ho avuto una frattura delle ossa propie del naso nel 2007 nel 2010 per i continui dolori al setto nasale ho eseguito una tc massiccio facciale che evidenziava una formazione pseudopolipoide con ipertrofia dei turbinati nel 2011 ho fatto una RMN che evidenziava inspessinenti dei pavimenti dei seni mascellari.
Siccome la frattura non è stata ridotta mi chiedevo se la formazione pseudopolipoide è una conseguenza del trauma.
comunque nel 2012 ho fatto una tc in cui referto dice :
Si rilevano esiti di frattura delle ossa propie del naso. io comunque sento che la frattura negli anni per il mancato intervento di riduzione non è riuscita a guarire provocandomi dolori 24 su 24 e sento che la formazione pseudopolipoide ha invaso la parete orbitale per erosione ossea. La formazione pseudopolipoide è la stessa cosa di mucocele? Che esame devo fare per dimostrare che l'osso non è riuscito a saldarsi?

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non vedo una correlazione fra la formazione di aspetto polipoide e la frattura delle ossa nasali. Dobbiamo capire se, in seguito al trauma subito, si sia verificata anche una deviazione del setto nasale con relativa stenosi respiratoria, probabile responsabile della formazione in questione. La tac è l'esame piu' idoneo per lo studio di una frattura e per lo studio dei seni paranasali. Occore, quindi, che ti decida a sottoporti ad un intervento chirurgico per l'asportazione della formazione e per l'eventuale correzione della deformità del setto nasale. Sicuramente, le ossa nasali si sono saldate: dobbiamo solo vedere se occorre intervenire chirurgicamente per correggere una tenodeformità della piramide nasale con un intervento di rinoplastica funzionale.Comunque, sarà il tuo Otorino di fiducia a darti tutte le delucidazioni in merito. Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Dottore lei ha ragione ha dire che sicuramente le ossa nasali dopo una frattura si saldano.
Ma il mio caso è particolare ed estremamente raro perchè al pronto soccorso quando ho avuto il trauma in cui referto radiografico sottolineava "frattura delle ossa propie del naso" è successo che io e l'otorino non ci siamo messi d'accordo per la riduzione della frattura. Di conseguenza l'ematoma provocato dal trauma non è stato drenato ed evacuato quindi nell'arco di tre anni c'è stata l'infezione della sacca ematica con conseguente necrosi della cartillagine e deformità della piramide nasale.
la formazione polipoide o cisti a sole nascente è un ematoma (focolaio di frattura) che non essendo diagnosticato si è infettato ed è sparito provocandomi dolori 24 ore su 24. La tc non evidenzia distruzioni osse, che esame devo fare per dimostrare che la frattura si è estesa per erosione ossea nel massiccio facciale?
Una RMN con metodo di contrasto evidenzia un erosione ossea?
Lo so che questa storia è fuori dal mondo ma lei sa benissimo che scientificamente può succedere. grazie

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Occorre, ripeto, una tac del cranio senza mezzo di contrasto e, in particolare, delle ossa nasali e seni paranasali. Rimango in attesa della risposta.
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente
ho fatto la tac in cui referto dice:
Si rilevano esiti di frattura delle ossa propie del naso.
le cavità pneumiche paranasali sono regolarmente libere ed espanse, ad eccezione di limitati ispessimenti mucosi del seno mascellare di destra.
il setto nasale è sostanzialmente in asse.
ma io sento continui dolori alle ossa propio nel punto della frattura e sento che questi dolori si sono estesi nella parete orbitale.
una scintografia ossea può visualizzare meglio il problema osseo?
che cosa si intende per esiti di frattura nasale?

[#5]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Dalla tac cui ti sei sottoposto, si evince i segni della frattura subita con il trauma. Non viene specificato se la frattura era composta o scomposta, ovvero con dislivellamento delle assa proprie del naso. Immagino di no per quest'ultima ipotesi. Se da un punto di vista estetico non è cambiato nulla, cosi' la respirazione, allora possiamo non fare niente, altrimenti, occorrerà un intervento di settorinoplastica funzionale. Comunque, cio' te lo dirà lo Specialista che ha avuto la possibilità di visitarti.
Dr. Raffaello Brunori

[#6] dopo  
Utente
grazie

[#7] dopo  
Utente
Nel 20007 ho subito un'aggressione con conseguente frattura setto nasale e deviazione setto ...l'ospedale dove sono stato valutato secondo me per negligenza non ha provveduto alla opportuna (a quanto mi èstato riferito dopo)immediata operazione ...dopo anni ho dovuto affrontare privatamente con grosse spese l'intervento necessario che però essendo passato troppo tempo non ha dato i risultati sperati secondo voi posso chiedere un risarcimento all'ospedale dove non mi hanno operato nel 2007 grazie

[#8]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Andiamo per ordine. Alla prima richiesta di consulto, hai detto che hai subito una frattura delle ossa proprie del naso. Tale frattura non era scomposta e, pertanto, non richiedeva l'intervento di riduzione e contenzione della frattura. Un eventuale intervento di correzione della deviazione del setto nasale post-traumatica viene eseguito in un secondo tempo. Tale intervento potevi farlo in ambito ospedaliero e non necessariamente a pagamento. La richiesta di risarcimento del danno andava fatto all'autore dell'aggressione.
Dr. Raffaello Brunori