Utente
Salve gentili Dottori, mi chiamo Valentina e ho 31 anni.
In data 15gennaio 2013 sono stata sottoposta ad intervento di settoplastica funzionale, decongestione dei turbinati inferiori mediante pinza bipolare, gibbotomia ed osteototomie laterali.
(Nella seguente pagina https://www.medicitalia.it/consulti/allergologia-e-immunologia/175684-granulociti-neutrofili-nell-esame-citologico-nasale.html
trovate, se possono essere utili, i miei trascorsi, compresi di intervento precedente).
Al momento della dimissione mi sono stati prescritti i seguenti farmaci:
-SUPRACEF 400 1cp al dì x 5gg
-TACHIPIRINA 1gr cp in caso di febbre o dolore
-GENTALYN BETA 2applicazioni a livello del vestibolo nasale per 4gg
-OLIO GOMENOLATO 1/2 contagocce x narice 3-4 volte al dì x 7gg.
Ad una settimana dall'intervento mi hanno tolto i tamponi (tubicini aperti in silicone, credo si chiamino splint) e messi dei cerottini, rimossi dopo altri 7 giorni. Mi sono stati prescritti lavaggi nasali con la fisiologica che, da ignorante, ho effettuato non correttamente, nel senso che non inclinavo la testa (e quindi non riuscivo a pulire) non avendo capito che la soluzione dovesse passare da una narice all'altra! Infatti per 2 volte consecutive il chirurgo mi ha asportato le secrezioni con una pinza. Da poco ho imparato a fare correttamente i lavaggi (finalmente!) e vedo che mi aiutano molto.
Vorrei chiedervi però se dopo aver fatto il lavaggio posso "spingere aria" con forza dal naso (come se stessi soffiando senza però premere il naso con le dita) per far uscire le secrezioni che da sole non scendono perché molto dense, dato che mi è stato detto di non soffiare il naso e ho paura di forzare troppo ma altrimenti non riesco. (scusate i dettagli, ma non vorrei compromettere qualcosa!)
Inoltre, tappandosi il naso di notte e respirando a bocca aperta, mi si è infiammata fortemente la gola e il mio medico di famiglia mi ha prescritto un altro ciclo di 5gg di Supracef 400, ma ad oggi, 3° giorno di assunzione, continuo ad avere una temperatura corporea tra 37° e 37,3°. Sono decimi di infiammazione? Cosa mi consigliate?
Mi scuso se mi sono dilungata ma, per non chiedere al medico (x vergogna) di spiegarmi bene come si facevano i lavaggi nasali mi trovo in queste condizioni!
Vi ringrazio anticipatamente e vi auguro una buona giornata.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non bisogna mai vergognarsi: è importante il colloquio con il Medico al fine della comprensione delle cure prescritte. Il rialzo, in questi giorni ,della temperatura di certo non dipende dall'intervento. Probabilmente, si tratta di una forma influenzale. Per quanto riguarda il soffiarsi il naso, puo' farlo normalmente, purchè non lo faccia forte, naturalmente quindi. Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Dottore, La ringrazio della velocissima risposta.
Ho dimenticato di chiederle se c'è un numero massimo di lavaggi al giorno che si possono fare con la fisiologica. Me ne sono stati consigliati 3 ma a volte necessito di più, non sentendomi completamente libera.
Inoltre, per l'esposizione al sole quanti mesi devo aspettare? premetto che dagli ultimi 2 anni per non incorrere nell' eritema solare faccio qualche lampada prima di espormi direttamente al sole e utilizzo una crema protezione 30 e integratori di betacarotene.
Grazie, buona giornata.

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non ci sono limiti per il lavaggio delle fosse nasali. Circa l'esposizione diretta al sole, si deve attendere tre mesi dalla data dell'intervento. Buona serata
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente
Perfetto, per quest'estate sarò pronta allora. Dottore La ringrazio per le risposte rapidi ed esaurienti. E' un utilissimo servizio questo che ci date. Grazie infinite, distinti saluti.

[#5] dopo  
Utente
gentili Dottori, ho bisogno di un altro vostro consiglio..
Sono tornata a visita dal mio medico di base questa mattina per ricontrollare la gola dopo la cura antibiotica (in quanto quei 2 decimi erano sempre lì, fedeli!) e mi ha detto di proseguire fino ad 8 giorni di terapia in quanto ancora un pò infiammata. Mi ha trovato inoltre piena di catarro, infatti sono 2 giorni che non riesco a tirar fuori nulla dai lavaggi nasali con la fisiologica e sento un leggero peso tra occhi e fronte. (Premetto che soffro anche un pò si sinusite). Voleva darmi dell'antinfiammatorio ma gli ho ricordato di una probabile allergia all'aspirina e mi ha detto "evitiamo", così mi ha chiesto di domandare all'otorino che mi ha operata se fosse stato il caso di fare qualche aerosol. Il mio chirurgo però è fuori città al momento. Potreste consigliarmi cosa fare? posso fare aerosol con clenil e fluibron, o prendere fluimucil per bocca? oppure usare soltanto dell'olio di gomenolato per fluidificare?
Inoltre, passato un mese, secondo voi posso tornare a lavoro dato che, lavorando in un salone di parrucchieri, inalo in continuazione acidi e ammoniaca e lavoro 10-12 ore al giorno con temperature sui 25°? Premetto che sento ancora un certo "peso"sul dorso del naso.
Grazie infinite a chiunque mi risponderà.

[#6]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Considerato che è trascorso un mese dall'intervento, puo' riprendere la sua normale attività lavorativa. Puo' assumere il mucolitico per via orale ed usare le gocce nasali. Buona serata
Dr. Raffaello Brunori

[#7] dopo  
Utente
La ringrazio dell'attenzione e dei consigli.
Cordiali saluti, Valentina.

[#8] dopo  
Utente
Gentili Dottori, a 2 mesi dall'intervento di rinosettoturbinoplastica sono tornata a visita di controllo dal chirurgo che mi ha operata, riferendogli che mi sento molto "intasata" e "gonfia" all' interno.
Mi ha fatto la visita con la sondina, guardando nella narice sinistra mi ha detto che il setto è drittissimo ma guardando nella narice destra mi ha detto che il turbinato si è lievemente reingrossato, affermando "ricordiamoci che sei un soggetto allergico".
( Vi ricordo che le prove allergiche sono tutte negative ma nel citologico nasale hanno riscontrato: "cellule epiteliali. Rari granulociti neutrofili" ).
Mi ha detto che non posso farci niente e di continuare a prendere solo lo xyzal. Gli ho chiesto se fosse il caso di riprendere lo spray cortisonico Rinelon e mi ha risposto "assolutamente no, sennò che ti ho operato a fare?".
Ora Vi chiedo, è mai possibile che il turbinato si sia già rigonfiato? (mi viene il dubbio che l'intervento non sia stato eseguito correttamente!). Se si, si può fare qualcosa per ostacolare ciò?
Durante la visita mi ha fatt buttar giù aria dal naso tenendo la bocca chiusa ed effettivamente passava, non dico molta ma abbastanza aria.. ma io mi sento ostruita come se non respirassi! Da cosa può dipendere? Aspetto un vostro consiglio.. mi sento molto scoraggiata.... pensavo finalmente di risolvere dopo 9anni di agonia.... :(

[#9]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
A questo punto, per capirci qualcosa, occorre che si sottoponga ad una rinomanometria con test di decongestione dei turbinati. Tale esame potrà farlo, per esempio, presso l'Ospedale dell'Aquila. In base alla risposta che ne verrà fuori, vedremo il da farsi. Buona serata
Dr. Raffaello Brunori

[#10] dopo  
Utente
buonasera gentile Dottore, a distanza di 3 mesi esatti dall'intervento ho effettuato una TC MASSICCIO FACCIALE che documenta:
" Ispessimento mucoso pseudocistico della porzione basale del seno mascellare destro con ampia estensione di modici fenomeni di flogosi alla regione ostiale. Nulla da segnalare a carico dei turbinati nasali, di volume regolare, nè alle rimanenti cavità paranasali, normodense e normopneumiche. Non lesioni strutturali ossee focali. Normale la parete posteriore rinofaringea. "
Quindi, a quanto pare, i turbinati sono a posto.... ma l'inizio della diagnosi cosa sta a significare..? ho una cisti..?

[#11]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Penso che si tratti solo di una modica raccolta di muco nel seno mascellare destro. Con una specifica cura, riuscirà a guarire anche da questo inizio di sinusite. Buona serata
Dr. Raffaello Brunori

[#12] dopo  
Utente
La ringrazio per la velocissima risposta Dottore. Questa estate andrò alle Terme per fare le docce nasali. C'è qualche altro trattamento da poter fare lì che mi potrebbe eventualmente aiutare per la sinusite? Ho sentito parlare anche di FESS (giusto?). Potevano "pulire" questo muco nell'intervento che mi hanno fatto? So che col senno di poi non serve a nulla saperlo però....

[#13]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Sicuramente, nel suo caso, non necessita di una fess.. Con l'intervento di settoplastica non si interviene sui seni paranasali. Le cure termali possono giovare
Dr. Raffaello Brunori

[#14] dopo  
Utente
grazie delle esaurienti spiegazioni Dottore! buona serata..

[#15] dopo  
Utente
Gentile dottore,
ho portato a visione la TC MASSICCIO FACCIALE al mio medico di famiglia, riferendo un "ovattamento" all'orecchio destro (quando parlo al telefono sento tutto ma rimbomba!) e un senso di spossatezza continuo e mal di testa frequente..
Mi ha prescritto il Tavanic 500mg (1cp al dì per 12 giorni) e Ananase (2cp al dì) insieme al solito antistaminico Xyzal e spray nasale cortisonico Rinelon, nonchè Ranibloc come protettore (e le famose cure termali da fare come avrò le ferie).
Inizialmente mi ha provocato mal di orecchie, forse per una sopraggiunta influenza (ho avuto anche 37.7 un solo giorno) o forse perchè stava facendo effetto.. fatto sta che mi si è "smosso" qualcosa, caccio parecchio catarro soffiando il naso.
Pareva stesse andando tutto bene quando ieri sera, dopo cena, ho avvertito una tosse improvvisa soffocante per ore. Ho preso 20 gocce di Levotuss, me l'ha alleggerita ma non è andata via.. Tutta la notte e questa mattina a tossire forte, una tosse stizzosa, mi mancava l'aria e ovviamente mi è venuto dolore in gola e in petto per lo sforzo. e fisso un decimo. Sono tornata a visita dal medico e mi ha detto che probabilmente ho avuto uno spasmo.. Che non era la gola la parte interessata ma la laringe.. Abbiamo collegato la reazione alla macedonia mangiata ieri a cena (fragole, ciliegie e pesche), dato che ho avuto un episodio simile anni fa dopo aver mangiato 4 pistacchi contati! Mi ha aggiunto alla cura Medrol 16mg (mezza cp la mattina e mezza la sera per 3 gg, poi mezza cp per 3 giorni e un quarto di cp per altri 3 giorni). Le chiedo, Lei cosa pensa di tutto ciò? Mi piacerebbe avere un suo parere in merito. La ringrazio, buona serata.

[#16]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Certo, è possibile che la sintomatologia prescritta possa essere dipesa d una reazione allergica. Giusta la terapia cortisonica prescritta, come il dosaggio. Forse, aggiungerei un antistaminico. Le auguro una buona giornata.
Dr. Raffaello Brunori

[#17] dopo  
Utente
Buongiorno Dottor Brunori, si si.. l'antistaminico Xyzal lo uso ormai come il pane quotidiano da 9 anni! Questa mattina va già un pò meglio, sento il respiro un pò più libero, tosse diminuita e la voce è quasi tornata normale (ieri sembrava che miagolassi!). Spero solo di non mettere kg col cortisone! :D
Per quanto riguarda invece la cura che ho quasi terminato col Tavanic, il medico di famiglia che mi segue è molto positivo dinanzi alla risposta. Dice che il "senso di una non libera respirazione nasale" in realtà è dipeso non dall'intervento di rinosettoturbinoplastica (che a suo parere è stato effettuato correttamente) ma da questo "intoppo" mucoso infiammatorio (?) che ho nella parte destra del viso e che mi da il senso di ostruzione.. e che una volta liberatami da ciò respirerò più liberamente.
Lei che ne pensa? Mi scuso se Le chiedo pareri di continuo ma ho visto che è molto preparato e serio nel suo lavoro e mi farebbe piacere una sua risposta.
In effetti pare che mi sento più libera quando faccio i lavaggi nasali (ho comprato anche il rinowash) piuttosto che quando uso lo spray nasale Rinelon!
Mi ha detto però che questo spasmo ora non ci voleva.. :( e vabbè..
spero di non aver fatto danni con quella macedonia e che fatta la cura per bene come prescrittami, risolverò il tutto!
Buona giornata

[#18]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Sono contento circa il miglioramento della sintomatologia. La difficoltà di respirazione natale è l'esito dell'intervento, ovvero per le croste ematiche che si sono formate nelle fosse nasali. A breve il tutto si risolverà. Continui con lo spray nasale ed i lavaggi delle fosse nasali con fisiologica. Cordialmente
Dr. Raffaello Brunori

[#19] dopo  
Utente
buonasera gentile Dottore,
questa mattina sono stata in ospedale a controllo dall'allergologo (l'ultima visita risale a circa 3 anni fa, quando ho fatto il citologico nasale) e ho riferito dell'intervento e del continuo ed imperterrito prurito nelle narici e senso di ostruzione soprattutto nella narice destra. Non mi è capitato l'allergologo che mi aveva seguito sino ad allora ed ho effettuato il colloquio con una dottoressa della sua equipe che, considerando il fatto che non risultano allergie documentate né valori sospetti nelle IgE, ha ritenuto poco utile la cura consigliatami dall'otorino che mi ha operata (ossia di continuare con l'antistaminico Xyzal che prendo ormai tutte le sere da 9anni e i lavaggi con la fisiologica, sospendendo lo spray cortisonico Rinelon). Secondo l'allergologa dovrei fare l'esatto contrario, ossia sospendere l'antistaminico e fare 20 giorni al mese di spray cortisonico, tutti i mesi, e 2 cicli termali l'anno in quanto ritiene che la mia è una rinosinusite ostruttiva e quindi infiammazione e non allergia.
A chi devo dar retta?! prendo antistaminico da anni! cosa me l'hanno fatto prendere a fare fin'ora? a volte ricordo di prenderlo perchè inizio a starnutire se passano + di 25-26 ore dall'ultima compressa! sono un pò titubante.. ma poi, i turbinati non diventano ipertrofici in seguito ad allergie?
quelle "cellule epiteliali e rari granulociti neutrofili" che emersero nel citologico nasale cosa sono...?
confido in una vostra risposta.. buona serata e scusatemi se mi sono dilungata..

[#20]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Cara Signora, anche io, da lontano, mi trovo con le spalle al muro, non avendo la possibilità di effettuare un esame clinico. In effetti, cio' che asserisce l'Allergologo è giusto, sulla base dell'esame obiettivo e del risultato delle analisi. Piu' che di allergia, sembrerebbe un'infiammazione cronica delle mucose nasali. Ovviamente, non posso rispondere al suo quesito, ovvero il perché l'Otorino, a suo tempo, le abbia prescritto la cura fatta sino ad oggi. Comuque, sia, seguiamo le indicazioni dell'Allergologo e vediamo l'esito.
Cordialmente
Dr. Raffaello Brunori

[#21] dopo  
Utente
chiedo scusa, forse ho omesso il soggetto.. l'antistaminico e lo spray cortisonico da 9anni me l'ha prescritto l'allergologo (che è il direttore di reparto dove lavora anche la dottoressa che mi ha visitata oggi). L'otorino che mi ha operata mi ha fatto sospendere lo spray cortisonico dopo l'intervento facendomi continuare solo con antistaminico e lavaggi nasali mentre l'allergologa di oggi mi ha prescritto il contrario (no antistaminico, si spray cortisonico). Sinceramente ho un pò di timore a lasciare l'antistaminico.. dato che sono un pò di giorni (specialmente stasera) che ho delle "crisi di prurito" fortissimo nel naso.. che si è attenuato un pò con un puff di spray cortisonico.. pertanto lo riprenderò come consigliato dall'allergologa.
So che Lei da un pc non può dirmi più di tanto, anzi la ringrazio di tutte le risposte..
ma veramente non so più dove sbattere la testa per questi fastidi......
grazie mille della cortesia, buona serata.