Utente
Gentili dottori,
vi ringrazio sin d’ora per l’aiuto che potrete darmi. Premetto che fino a due mesi fa non ho mai avuto particolari problemi di tipo respiratorio.
Il 19 dicembre scorso prendo l’influenza caratterizzato da un forte raffreddore. Dopo qualche giorno la febbre scende ma la secrezione nasale non passa, anzi diventa giallo intenso (non mi era mai successo prima). In più sono presenti dolore alla testa e al volto e orecchie tappate. Vado dal medico che diagnostica sinusite (io neppure sapevo cosa fosse) e mi prescrive Bentelan 1 mg 1 cp, Cefixime 1 cp, Doricum 4 gocce per narice 3 volte al giorno, il tutto per 7 giorni.
Termino la cura, la secrezione nasale torna trasparente ma il naso chiuso, il mal di testa e le orecchie tappate sono ancora lì. Torno dal medico il 3 gennaio: mi trova ancora piena di catarro, mi dice che ci vorrà del tempo e mi prescrive Flumucil 1 cp e Aerosol con Prontinal e Fluibron per 7 giorni.
Termino la cura ma ancora nulla. Il 13 gennaio torno dal medico. La cura è la seguente: Mondex (amoxicillina + acido clavulanico) 2 cp x 10 gg, Deltacortene 25 mg 1 cp x 5 gg e mezza per altri 5, Doricum 4 gocce per narice 3 volte al giorno. I primi 5 giorni di cura (quelli con il Deltacortene da 25) mi sembra di star meglio, poi appena scalo la dose la situazione ritorna com’era.
Il 24 gennaio torno dal medico che alza le braccia: gli antibiotici che si potevano fare sono stati fatti, con il cortisone per via generale non si può continuare per cui mi prescrive Flumucil 2 cp e Aircort 2 spruzzi al gg il tutto per 15 giorni. Mi prescrive poi una visita dall’otorino.
Il 7 febbraio vado dall’otorino. I sintomi sono: anosmia, intenso gocciolamento retro nasale (dalle narici non esce praticamente più nulla), mal di testa, orecchie tappate. Alla visita non vengono evidenziati polipi ma una importante deviazione del setto nasale a destra. Mi viene detto che gli antibiotici usati finora non erano quelli giusti e mi prescrive una cura “risolutiva al 100%”: Avalox 1 cp per 7 gg, Depomedrol, un’iniezione ogni 6-7 gg (3 in tutto), gocce nasali con antibiotico e cortisonico (preparazione galenica) 4 per narice 2 volte al gg per 7 gg.
Piena di aspettative seguo la cura scrupolosamente, eppure la situazione non cambia minimamente. Il 20 febbraio torno dall’otorino per un controllo e lo trovo molto stupito per l’insuccesso di una cura che per sua esperienza funziona nel 99,9% dei pazienti. Mi prescrive una TAC senza mezzo di contrasto (la farò il 4 marzo) e mi dice di continuare con uno spray nasale (Rinelon) da abbinare a Gentalyn Beta.
Confesso di essere molto avvilita: come mai la cura non ha avuto effetto? Tra l’altro leggendo in internet ho letto di spaventevolissime evoluzioni della sinusite non curata tra cui meningite, infezione agli occhi… e mi sembra mi vivere con una bomba dentro il naso che può esplodere da un momento all’altro…
Cosa ne pensate?
Grazie ancora

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non vedo il motivo per cui si debba preoccupare. Le complicanze da lei descritte sono praticamente rare, considerate anche le diverse terapie antibiotiche cui si è sottoposta. Non possiamo fare altro che attendere la risposta della tac programmata.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio molto per la tempestiva e tranquillizzante risposta. Attenderò il 4 marzo, giorno della TAC, sperando che magari nel frattempo la sintomatologia migliori (anche se non ci conto molto ormai...). Una domanda: ora sto utilizzando Rinelon spray nasale. Ha senso continuare anche ad assumere l'acetilcisteina (Fluimucil) oppure i benefici sono nulli? Grazie e cordiali saluti anche a lei.

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Deve continuare con lo spray nasale ed il mucolitico menzionati. Purtroppo, per la guarigione, occorrono anche 20 giorni di cura
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente
Grazie ancora, la aggiornerò con gli esiti della TAC. Buona serata!

[#5] dopo  
Utente
Gentile dott. Brunori, ho eseguito la TAC. Questo il referto:

Indagine condotta unicamente con scansioni dirette acquisite sul piano assiale con ricostruzioni sul piano coronale.
Con tali premesse cavità paranasali normoconformate e normo-aerate.
Lieve deviazione destro convessa ad ampio raggio del setto nasale.
Modesta ipertrofia mucosa ai turbinati inferiori.
Non lesioni osteo destruenti.

Attualmente, dopo 2 settimane di cura con Rinelon spray nasale e Fluimucil compresse, la mia situazione è la seguente:
al mattino mi sveglio con il naso tappato. Spruzzo il cortisone e la situazione comincia a migliorare solo verso sera, quando respiro un po' meglio. Gli odori li percepisco sempre molto debolmente. Il catarro retronasale è ancora presente, ma in misura minore rispetto a prima. Ogni tanto si tappano le orecchie, ma non per lungo tempo. Premendo sull'arco sopraccigliare sento un po' di dolore.

Lunedì ho il controllo dall'otorino. Cosa ne pensa?
Grazie ancora

[#6]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Dalla tac non emerge alcun processo infiammatorio a carico dei seni paranasali. Risulta solo una deviazione del setto nasale ed una ipertrofia dei turbinati. Forse, sarebbe utile un esame citologico del secreto nasale per capire la natura allergica o batterica dell'infiammazione delle mucose nasali.
Buona serata
Dr. Raffaello Brunori

[#7] dopo  
Utente
La ringrazio molto, parlerò della cosa con l'otorino sperando che mi prescriva quest'esame e la aggiornerò con gli esiti. Buona serata!

[#8] dopo  
Utente
Gentile dottore, ieri sono stata dall'otorino. Ha guardato le lastre e ha detto che sono completamente "pulita" (niente sinusite quindi) e non ha accennato alla deviazione del setto nè ai turbinati ipertrofici (ha guardato solo le lastre, non ha letto il referto). La sua conclusione è che l'infezione virale di dicembre scorso ha creato un'irritazione permanente dei nervi (spero di avr capito bene) e questo giustifica la sintomatologia. Mi ha detto di continuare con Rinelon per un altro mese dimezzando la dose e di sospendere Fluimucil. Consigliate le grotte di sale. Il resto lo faranno il tempo e la bella stagione.
Sono un po' perplessa: già dopo un giorno di sospensione del Fluimucil i sintomi sono peggiorati e mi si sono ritappate permanentemente le orecchie. Non so che fare: se pazientare e vedere che succede, se chiedere al medico l'esame citologico, se provare con un altro otorino...
Cosa ne pensa?
Grazie ancora

[#9]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Prima di pensare a qualsiasi altra terapia o Consulto, seguiamo le indicazioni dello Specialista e vediamo che succede.
Buona serata
Dr. Raffaello Brunori

[#10] dopo  
Utente
La ringrazio ancora, seguirò le indicazioni dello specialista per un mese e speriamo che i risultati arrivino (o che perlomeno non ci sia un peggioramento). Buona serata anche a lei

[#11] dopo  
Utente
Buongiorno dottore, a distanza di più di un mese i disturbi si sono stabilizzati (naso chiuso, scolo retronasale, talvolta orecchie ovattate) nel senso che non sono migliorata ma neppure peggiorata. Un peggioramento però lo noto quando non utilizzo lo spray nasale (Rinelon, 1 spruzzo per narice una volta al giorno). Posso continuare ancora con lo spray oppure dopo un mese e mezzo di utilizzo è necessario interrompere? Sinceramente comincio a pensare che ci sia qualche allergia... Se provassi a prendere un antistaminico per bocca per vedere che effetto mi fa sarebbe una buona idea?
Grazie ancora

[#12]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Si puo' continuare con lo spray nasale e puo' aggiungere tranquillamente un antistaminico
Buona giornata
Dr. Raffaello Brunori

[#13] dopo  
Utente
La ringrazio molto!

[#14] dopo  
Utente
Gentile dottore, la disturbo nuovamente. Per la festa della mamma mio figlio ha pensato bene di regalarmi un bel raffreddore. Terrorizzata all'idea di ripiombare nel calvario di inizio anno sto facendo lavaggi con acqua di Sirmione e ho iniziato ad assumere N-acetilcisteina. E' corretto? Preciso che da più di un mese avevo interrotto lo spray nasale perchè non riscontravo grosse differenze rispetto alla non assunzione. Altra domanda: quando il muco nasale è giallo chiaro e non trasparente significa che è già in atto un'infezione batterica e che serve l'antibiotico oppure è fisiologico durante un raffreddore? Grazie ancora.

[#15]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Giusto assumere l'acetilcisteina, fare i lavaggi nasali con fisiologica; aggiungerei un antistaminico ed uno spray nasale cortisonico. il tutto per una decina di giorni almeno. Non serve curarsi con gli antibiotici, visto che potrebbe trattarsi di una forma virale.
Cordialità
Dr. Raffaello Brunori

[#16] dopo  
Utente
La ringrazio molto per le indicazioni. Stamattina ho utilizzato Rinelon (2 spruzzi). Come antistaminico cosa devo usare? Ho visto che ce ne sono molti, con e senza ricetta. Mio marito per la rinite allergica usa Pafinur, ma è per l'appunto con ricetta... Al raffreddore si sono aggiunti tosse grassa e soprattutto molto mal di gola. Le tonsille non mi sembrano gonfie ma arrossate. Non vedo placche bianche ma mi sembra ci siano dei brufoletti (forse afte) sull'ugola. Posso aggiungere della tachipirina per calmare il dolore che, specie di notte, è molto fastidioso? Grazie ancora

[#17]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Lo spray nasale menzionato è idoneo nel suo caso; per quanto riguarda l'antistaminico, puo' utilizzarne uno qualsiasi, anche da banco. Aggiungerei un mucolitico a base di acetilcisteina. In caso di dolore, puo' utilizzare il paracetamolo.
Cordialità
Dr. Raffaello Brunori

[#18] dopo  
Utente
Gentile dottore, a distanza di una settimana dall'inizio dell'infezione il muco nasale è ancora giallo chiaro. Fino a ieri riuscivo a soffiarlo facilmente, oggi invece dal naso esce poca cosa ma è iniziato lo scolo retronasale. Continua anche la tosse grassa con espettorato giallo chiaro (non so se sia scolo nasale o catarro che viene dai bronchi). Una cosa che un po' mi preoccupa è che alcune volte, quando tossisco, sento una fitta dolorosa al petto (all'altezza dello sterno ma sulla destra). Mi è già capitato a volte in passato, ma non con questa intensità. E' un dolore muscolare legato allo sforzo? Grazie per la disponibilità.

[#19]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Credo proprio di si. Comunque sia, si faccia sentire il torace dal suo Medico di famiglia
Dr. Raffaello Brunori

[#20] dopo  
Utente
La ringrazio molto, lo farò.

[#21] dopo  
Utente
Gentile dottore, stamattina sono finalmente riuscita ad andare dal medico. Mi ha auscultato il torace e, trovandomi piena di catarro, mi ha prescritto l'antibiotico: Tavanic (levofloxacina) per 7 giorni. Continuare con acqua di Sirmione e Fluimucil, sospendere spray nasale Rinelon. Sono un po' demoralizzata perchè speravo di evitare l'antibiotico, ma è chiaro che se va fatto... Non capisco però perchè mi ha tolto lo spray nasale: non era opportuno continuare ancora per un po'? Altra cosa che non capisco è la durata di 7 giorni per l'antibiotico: nel bugiardino si parla, per la sinusite acuta, di 10-14 giorni...
Le volevo chiedere anche un altro consiglio: poichè quest'inverno, sia per me che per il bambino, è stato terrificante dal punto di vista delle malattie da raffreddamento ho ricevuto svariati consigli sulla condotta migliore da tenere nel periodo estivo. Chi mi consiglia il mare in un posto caldo e secco (Sicilia, Sardegna), chi mi consiglia le terme, chi mi consiglia il mare a prescindere dalla località. Sono un po' confusa sulla reale scientificità delle indicazioni. Ad esempio tra una località di mare sulla costa adriatica alta (quindi non proprio caldo secco) che è anche soggiorno termale e una località al sud ma senza terme cosa è preferibile? E tra le terme in una località non marina e un soggiorno termale senza terme? E' vero che il mare fa bene o a far bene sono le irrigazioni termali? Di questi tempi le finanze non sono al massimo per cui, dovendo fare l'investimento, vorrei almeno scegliere con cognizione di causa... Grazie ancora

[#22]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
La cura prescritta mi sembra idonea. Circa la programmazione delle prossime vacanze estive, sicuramente le farebbe bene soggiornare al mare, meglio se ci sono scogli. Comunque sia, importanti è che respiri l'aria di mare. Le terme non sono necessarie.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#23] dopo  
Utente
Ancora grazie e buon fine settimana!

[#24] dopo  
Utente
Gentile dottore, approfitto ancora della sua gentilezza. Circa tre settimane fa ho preso l'ennesimo virus da mio figlio. Questa volta non ho avuto raffreddore, ma tosse secca durata una settimana (pensavo fosse reflusso gastroesofageo, di cui soffro) e seguita da tosse grassa con espettorato denso e giallo. Ho iniziato con lavaggi con acqua di Sirmione e con Fluimucil. Dopo 10 giorni la tosse è scomparsa ed è iniziato il catarro retronasale (non so perchè, visto che non avevo mai avuto congestione nasale) e soprattutto un forte dolore alla pressione sotto il sopracciglio destro, alla radice del naso.
Oggi sono stata dal medico lamentando soprattutto questo sintomo, visto che il catarro retronasale c'è ma è molto diminuito. Alla visita il medico ha trovato naso chiuso con turbinati gonfi, specie il destro (ma il naso chiuso ce l'ho da dicembre, non è che sia una novità) e dolore tipico da sinusite. Terapia: 10 giorni di Tavanic, 1 iniezione di Depomedrol (sperando che basti), Rinelon spray nasale mattina e sera. Ovviamente la cura mi tocca farla ma comincio sinceramente ad essere preoccupata perchè ormai ogni banale infezione respiratoria finisce con l'antibiotico: ho già fatto 5 cicli da inizio anno. Ora il bambino è a casa da scuola, dunque spero in un mese e mezzo di tregua ma sono terrorizzata al pensiero di settembre (senza contare che da gennaio a oggi mi sono pure fatta 5 virus gastrointestinali, ma almeno quelli se ne vanno da soli). Non c'è nulla che possa fare per prevenire? Pensavo di fare il vaccino antinfluenzale, ma ovviamente quello non protegge dalle centinaia di altri virus in circolazione...
Il mio medico attribuisce la causa al setto deviato, ma dalla TAC era emersa solo una "Lieve deviazione destro convessa ad ampio raggio del setto nasale" e mi chiedo se sia davvero sufficiente a spiegare il tutto... Confido in qualche suo suggerimento. Grazie ancora.

[#25]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Sbagliato iniziare subito la cura antibiotica: cosi' non facciamo altro che abbassare le difese immunitarie già compromesse. In questo caso, sarebbe stata sufficiente una cura con un mucolitico per via orale, un antistaminico ed uno spray decongestionante le mucose nasali. Il tutto per una ventina di giorni. Per quanto riguarda la prevenzione, invero, a settembre puo' iniziare una cura immunostimolante seguita da lisati batterici. Chieda in merito al suo Medico di famiglia.
Cordialità
Dr. Raffaello Brunori

[#26] dopo  
Utente
La ringrazio molto. Anch'io sono perplessa sul ricorso all'antibiotico... A questo punto che faccio? Lascio perdere? Avevo manifestato le mie perplessità al medico ma non c'è stato nulla da fare... Aggiungo che mio figlio, l'"untore", nonostante sia di fatto colui che si ammala di più non ha mai preso un antibiotico (il pediatra è contrario e vi ricorre solo in casi estremi...)...

[#27]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Purtroppo, una volta iniziata una cura antibiotica, la si deve portare a termine. Ovviamente, non posso che essere d'accordo con il Collega Pediatra.
Dr. Raffaello Brunori

[#28] dopo  
Utente
Gentile dottore, ieri sera, quando Le avevo scritto, non avevo ancora iniziato la terapia antibiotica ma solo lo spray nasale. Così stamattina ho telefonato al mio medico e gli ho proposto la cura da Lei suggerita. Si è dimostrato d'accordo e ha modificato la terapia così: Rinelon spray nasale 2 v al giorno, Fluimucil 1 cp alla sera, Zirtec 1 cp alla sera. Cosa ne pensa? Spero tanto di riuscire ad evitare sia l'antibiotico che il Depomedrol... Grazie ancora!

[#29]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Perfetto. Inizi questa cura, augurandoci il buon esito. Cordialità
Dr. Raffaello Brunori

[#30] dopo  
Utente
Gentile dottore, ieri sera ho assunto la prima compressa dell'antistaminico (Zirtec) e oggi la situazione mi sembra notevolmente peggiorata: più dolore sotto il sopracciglio, catarro retronasale più abbondante e denso. Può esserci qualche nesso o è solo un caso? Grazie mille

[#31]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Tranquilla, proceda con la cura.
Dr. Raffaello Brunori

[#32] dopo  
Utente
Grazie per la rassicurazione. Probabilmente avevo espettative esagerate verso l'antistaminico: pensavo mi "stappasse di botto" il naso come una bottiglia di champagne...

[#33]  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
VICENZA (VI)
ROMA (RM)
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, nel suo racconto lei descrive in sostanza una situazione di ostruzione nasale cronica che, nonostante i consulti con gli specialisti di settore e le cure del caso, non ha purtroppo trovato soluzione.
Abitualmente il concetto di Disturbo Ventilatorio viene associato a conformazioni anatomiche sfavorevoli, in particolare a livello di setto e turbinati, correggibili tradizionalmente per via chirurgica, cosa che nel suo caso si é considerata, ma non sembra particolarmente significativa. Può peraltro esistere anche un Disturbo Ventilatorio di tipo essenzialmente funzionale, legato allo schema respiratorio orale, che per vari motivi il paziente può aver assunto talvolta fin dall’infanzia, che non é necessariamente legato alla presenza di problemi anatomici.
In presenza di uno schema di Respirazione Orale Primaria (ROP) una considerevole quota di aria inspirata salta il fisiologico filtro costituito dall'epitelio nasale ciliato e investe, non preriscaldata e umidificata nelle fosse nasali e nei seni, la mucosa faringea. Oltre a favorire l’irritazione e l’infezione di quest’ultima .
Il transito orale aggira il filtro difensivo costituito da interferon, macrofagi e trasporto muco ciliare , presente nelle mucose rinosinusali, ma favorisce anche l’introduzione nelle basse vie di aria fredda, che i turbinati, che sono sostanzialmente dei termosifoni a volume variabile, sono stimolati a riscaldare, ma senza effetto, in quanto il flusso aereo li aggira transitando appunto dalla bocca: di qui una possibile causa della loro ipertrofia.
Tutto ciò favorisce l’insorgenza di infiammazione e di ostruzione nasale.
Lo schema respiratorio orale favorisce anche il russare notturno e la secchezza della gola nel sonno: sarebbe importante sapere se ciò la riguarda
Spesso lo schema respiratorio orale é favorito dalla presenza di una malocclusione dentaria e di una scorretta postura della mandibola: per questo, se il problema perdurasse senza rimedi efficaci, le consiglierei di consultare anche un dentista esperto in problemi delle alte vie respiratorie.
Quanto detto vale sia per la mamma che per il bambino, con la differenza che il bambino é di più agevole trattamento.

Le suggerirei di dare un'occhiata, in questo stesso sito, agli articoli linkati qui sotto, nell'ipotesi che lei possa riscontrarvi elementi di somiglianza con il problema suo e di suo figlio.
Cordiali saluti ed auguri.

https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/983-problemi-di-naso-chiuso-a-volte-la-causa-sta-in-bocca.html

https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/961-otite-ricorrente-colpa-dei-denti.html

https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/934-la-cefalea-che-viene-dalla-bocca.html

https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1400-adenotonsillectomia-nel-bambino-si-o-no.html


Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#34] dopo  
Utente
Gentile dott. Bernkopf,
la ringrazio per la sua dettagliata risposta. Io soffro effettivamente di malocclusione e bruxismo da più di 20 anni. Alla notte dormo con il byte. Non russo, ma credo di dormire con la bocca aperta. Al mattino mi sveglio sempre con la gola secca ma l'ho sempre attribuito al riflusso gastroesofageo (soffro pure di questo, non mi faccio mancare nulla). La cosa che non capisco è come mai in tutti questi anni non ho mai avuto problemi a naso-orecchie-gola e invece da quest'inverno è un calvario continuo... Ad ogni modo cercherò di approfondire anche questa strada... Grazie ancora.

[#35] dopo  
Utente
Gentile dott. Brunori,
oggi il dolore si è esteso anche al sopracciglio sinistro, che prima non mi faceva male. In più mi si tappano anche le orecchie. Il catarro retronasale è rimasto uguale. Mercoledì devo tornare dal medico per un aggiornamento sulla situazione (mi aveva prescritto una settimana di cura). Temo che, non vedendo miglioramenti, non mi ponga alternative se non l'antibiotico. Cosa ne pensa? Sono davvero scoraggiata... Da un lato, anche psicologicamente, vorrei riuscire a venirne fuori da sola, dall'altro mi spaventa l'idea di avere un focolaio infettivo che se ne va a spasso per la mia testa (i sintomi sono assolutamente sopportabili, non è quello il problema).
Le chiedo un'ultima delucidazione: devo fare delle analisi del sangue prescritte dall'allergologo per individuare eventuali allergie alimentari (dosaggio delle IGG). L'antistaminico che sto assumendo influisce sui risultati?
Grazie ancora

[#36]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Deve solamente proseguire con la terapia in atto: una ventina di giorni in tutto. Magari, lo Specialista potrà aggiungere solo un cortisonico.
Buona giornata
Dr. Raffaello Brunori

[#37] dopo  
Utente
La ringrazio molto. Speriamo che il mio medico sia comprensivo. Buona giornata!

[#38] dopo  
Utente
Gentile dottore. Sto proseguendo la cura (Rinelon spray nasale 2v al g., Zirtec antistaminico e Fluimucil) da quasi un mese ormai, ma non noto grandi cambiamenti. Specifico che i disturbi sono un po' fastidiosi ma non invalidanti: un po' di catarro retronasale, naso a volte chiuso e a volte no, dolore al sopracciglio destro solo quando schiaccio con il dito. Cosa ne pensa? Dal medico non ci sono più tornata. Vorrei chiedere se mi fa fare una TAC per verificare che si tratti veramente di sinusite, l'altra volta le lastre erano negative nonostante i disturbi... E' una buona idea? Posso proseguire con i farmaci oppure è meglio interrompere? Grazie molte

[#39]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
A questo punto, puo' interrompere la cura e farsi prescrivere una tac dei seni paranasali senza mezzo di contrasto che, nel suo caso, ritengo utilissima.
Cordialità
Dr. Raffaello Brunori

[#40] dopo  
Utente
La ringrazio per la risposta dottore. Avevo già chiesto al mio medico che mi prescrivesse una TAC, ma lui non la ritiene necessaria perchè ne ho fatta una in marzo ed era "pulita". Mi consiglia di insistere dicendo che la situazione potrebbe essere cambiata?

[#41]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Considerato che già ha fatto la tac nello scorso mese di marzo, trovo inutile ripeterla ora.
Dr. Raffaello Brunori

[#42] dopo  
Utente
Gentile dottore,
rieccomi. A distanza di tempo la aggiorno sulla situazione. Da settembre a novembre ho fatto, su indicazione di un nuovo otorino, dei cicli di 20 gg con zirtec + spray isotonico + spray nasale (budesonide). I sintomi, pur non risoltisi, erano diventati accettabili. Lo spray nasale però non ho potuto continuarlo fino alla fine perchè mi provocava sanguinamento. Ho anche fatto il vaccino antinfluenzale e un ciclo da tre mesi con immubron. Ho chiesto anche al medico se era il caso di rifare la TAC ma lui dice che sono moltissime radiazioni e non me la consiglia.
In questi giorni ho preso un forte raffreddore. Lo scolo nasale è scarso, ma quello retronasale è intenso, giallo e denso, specie al mattino. Ho dolore sotto le sopracciglia e il naso è tappato. Ho subito iniziato con fluimucil e zirtec e sto anche facendo un nuovo ciclo con immubron. Non so come comportarmi con lo spray nasale (budesonide): il naso tende sempre a sanguinare (quando soffio spesso ho sangue misto a muco) e non so se posso usarlo. Tra l'altro nel bugiardino c'è scritto che va usato con cautela nelle infezioni virali (questa per il momento lo è, credo). Cosa mi suggerisce? La ringrazio molto!

[#43]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Al posto dello spray nasale, faccia dei lavaggi con della semplice soluzione fisiologica. Bene l'utilizzo dell'antistaminico e del mucolitico. Il tutto per una quindicina di giorni.
Un cordiale saluto ed augurio
Dr. Raffaello Brunori

[#44] dopo  
Utente
La ringrazio molto dottore. Al momento sto usando uno spray ipertonico, spero vada bene. Avrei un paio di domande:
- ho sentito magnificare le virtù di un apparecchio per i lavaggi nasali chiamato rinelon: è davvero così efficace?
- nel caso mi toccasse fare una cura antibiotica (spero di no), è vero - come ha sostenuto un otorino - che solo i fluorochinoloni sono efficaci per i batteri della sinusite e fare amoxicillina non serve a niente? Onestemente trovo il Tavanic molto pesante come antibiotico e quando lo assumo mi tocca sospendere l'attività fisica per il rischio di tendiniti... Grazie mille ancora!

[#45]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Generalmente, l'antibiotico d'elezione che si prescrive in caso di una rinosinusite è l'amoxicillina + ac. clavulanico. Per quanto riguarda i lavaggi delle fosse nasali, va benissimo anche l'utilizzo della semplice soluzione fisiologica tramite una siringa.
Dr. Raffaello Brunori

[#46] dopo  
Utente
La ringrazio molto! Buona serata.

[#47] dopo  
Utente
Gentile dottore, sono qui ad aggiornarla sulla mia situazione.
Il medico di base mi ha fatto fare Augmentin + Deltacortene + Zirtec + Fluimucil + lavaggi nasali per 10 giorni. Durante la cura stavo bene, ma già due giorni dopo averla smessa i sintomi sono tornati tal quali a prima: dolore alle sopracciglia, naso chiuso, scolo retronasale, catarro giallo.
Ora che faccio? Ci sarebbe l'opzione Tavanic (non mi piace l'idea di utilizzare un antibiotico così forte, ma se va fatto...)
Ma non è proprio possibile risolvere questa situazione definitivamente? Oorami è un anno che mi trascino dopo aver preso una quantità enorme di farmaci... Leggevo su di un sito americano che per la sinusite cronica l'antibiotico andrebbe fatto addirittura per 3 mesi! Tra l'altro non so neppure cosa ci sia, in quei seni paranasali perchè il medico non vuole rifarmi fare la TAC (che un anno fa, dopo l'antibiotico, era pulita).
Lei cosa ne pensa?
La ringrazio molto

[#48]  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
VICENZA (VI)
ROMA (RM)
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
gentile Signora, mi permetta di tornare sul nostro dialogo di tempo fa.

". Io soffro effettivamente di malocclusione e bruxismo da più di 20 anni. Alla notte dormo con il byte. Non russo, ma credo di dormire con la bocca aperta."
A che serve il bite se lo porta solo di notte e se dorme con a bocca aperta?

"Al mattino mi sveglio sempre con la gola secca "
Quindi non usa il naso, che non viene ventilato: riveda questo articolo:
https://www.medicitalia.it/minforma/chirurgia-di-urgenza-e-pronto-soccorso/98-il-triage-i-colori-del-pronto-soccorso.html

"ma l'ho sempre attribuito al riflusso gastroesofageo (soffro pure di questo, non mi faccio mancare nulla)."

Può rientrare anche questo nella mia ipotesi:
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1315-il-reflusso-gastro-esofageo-notturno-attenti-al-russare-e-all-apnea.html

" Ad ogni modo cercherò di approfondire anche questa strada... ".

Cordiali saluti ed auguri
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#49]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Basta con gli antibiotici. Consulterei il Medico curante circa l'utilità, nel suo caso, di un nuovo spray nasale a base di cucurbitacine b-d-i-e, la cui funzione è quella di ridurre l'infiammazione della mucosa, di ripristinare la pervietà degli osti dei seni mascellari con conseguente ventilazione degli stessi e relativa fuoriuscita della secrezione mucopurulenta. Utile anche continuare con i lisati batterici sino a tutto aprile.
Le auguro una buona serata
Dr. Raffaello Brunori

[#50] dopo  
Utente
Gentile dott. Brunori, la ringrazio molto. Devo ammettere di stare peggio ora, dopo la terapia antibiotica, che prima (avessi saputo me la sarei risparmiata). Domani chiamo il medico per farmi prescrivere il Sinuclean: ho fatto delle ricerche e ho letto commenti molto positivi da chi l'ha provato. Lunedì inizio anche un altro ciclo di Immubron. Una domanda: devo continuare con Fluimucil e Zirtec? Grazie mille.

Gentile dott. Bernkopf, la ringrazio molto. Effettivamente mi ero completamente dimenticata di questa strada. Ora mi rileggo con calma tutti gli articoli che mi ha segnalato.

[#51]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Si, proseguirei con l'antistaminico ed il mucolitico. Comunque domani il Suo Medico le confermerà o meno il tutto
Dr. Raffaello Brunori

[#52] dopo  
Utente
La ringrazio ancora. Buona serata!

[#53] dopo  
Utente
Gentile dottore, la aggiorno sulla situazione. Tre giorni fa ho preso un altro raffreddore, questa volta decisamente forte (ho avuto anche febbricola e dolori muscolari). All'insorgenza dei sintomi, e anche ora, stavo/sto facendo la seguente cura: Zirtec + Fluimucil + Sinuclean + Immubron + Lavaggi nasali. La secrezione nasale è giallo-verde e davvero abbondantissima, sia dalle narici che come catarro retronasale. Potrebbe essere segno che, grazie al Sinuclean, qualcosa sta veramente scendendo giù oppure è tutto da attribuire al virus in corso? Naso chiuso e male alle sopracciglia sono tal quali a prima. Spero che l'epilogo non sia il consueto antibiotico: ormai più che di una cura, credo di aver bisogno di un esorcismo... Grazie mille

[#54]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Purtroppo, quest'anno la malattia influenzale non perdona e colpisce i punti deboli, nel suo caso la parte rinosinusale. La cura che sta facendo è perfetta e non deve assolutamente integrarla con gli antibiotici. E' bene che il catarro dreni e che non rimanga all'interno dei seni paranasali.
In bocca al lupo!
Dr. Raffaello Brunori

[#55] dopo  
Utente
La ringrazio molto! E pensare che avevo pure fatto il vaccino... Una domanda: Immubron di solito lo assumo per 10 giorni al mese. Ora mi restano 3 pasticche. Finite queste 3 lo interrompo o continuo? Grazie ancora!

[#56]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Conviene ripeterlo per altri tre mesi
Dr. Raffaello Brunori

[#57] dopo  
Utente
Nel senso che finisco le 3 pasticche, mi fermo per 20 giorni e poi a marzo, aprile e maggio faccio altri 3 cicli?

[#58]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Perfetto.
Dr. Raffaello Brunori

[#59] dopo  
Utente
La ringrazio molto!

[#60] dopo  
Utente
Gentile dottore, come sta? Spero tutto bene. La aggiorno sulla mia situazione: da febbraio in poi è stato un frequente susseguirsi di raffreddori e dunque riacutizzazioni della sinusite. Ho gestito la cosa con fluimucil e zirtec + spray ipertonico, con cicli di 10 gg al mese di immubron (quest'ultimo fino a maggio) e diversi cicli di Sinuclean. A maggio, finite le infezioni, i sintomi sono in realtà peggiorati: naso costantemente chiuso, poco muco al mattino ma giallo-verde e dolore sotto l'arco delle sopracciglia. Di testa mia ho continuato con mucolitico e antistaminico e in qualche modo sono riuscita a gestire la cosa. L'altro giorno però la farmacista mi ha rimproverata dicendo che il fluimucil e l'antistaminico presi per tutti questi mesi (è da gennaio che li assumo) sono pericolosi e di smettere subito. A dire il vero la cosa mi ha lasciata un po' perplessa perchè so che l'acetilcisteina viene venduta anche come integratore e c'è gente che la assume come antiossidante tutti i giorni. E ugualmente so di persone che prendono l'antistaminico da anni... Ad ogni modo ho smesso e la situazione è precipitata: naso praticamente tappato e mal di testa continuo. A questo punto non so proprio cosa fare: tornerò dal medico, ma senza grandi aspettative...
Le indicazioni che mi sono state date da amici/parenti sono:
- andare alle terme (ma i cicli sono di due settimane, e il costo, compreso l'alloggio, è proibitivo...)
- andare al mare (che odio)
- fare irrigazioni con acqua di Tabiano (questo sarebbe già più alla mia portata)
- andare alle grotte di sale (qui i pareri sono contrastanti...)
Quali di queste ha reale efficacia? Questa faccenda sta diventando, oltre che invalidante, anche molto costosa, tra visite e farmaci, e non vorrei spendere soldi per niente...
Ma è possibile che non ci sia proprio una via di uscita?
La ringrazio molto e le auguro una buona serata

[#61]  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
VICENZA (VI)
ROMA (RM)
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
"Gentile dott. Bernkopf, la ringrazio molto. Effettivamente mi ero completamente dimenticata di questa strada. Ora mi rileggo con calma tutti gli articoli che mi ha segnalato. "
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#62]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Le cure termali possono giovare, come un lungo soggiorno al mare. Utili i lavaggi delle fosse nasali con semplice soluzione fisiologica. Sono d'accordo, per questo periodo estivo, nell'interrompere qualsiasi cura farmacologica.
Cordialità
Dr. Raffaello Brunori

[#63] dopo  
Utente
Gentile dottor Bernkopf, la ringrazio per la risposta. A dire il vero avevo provato ad approfondire la cosa con il mio dentista, ma a suo dire la mia non dovrebbe essere una malocclusione tale da causare problemi... O forse dovrei sentire qualche altro specialista?

Gentile dottor Brunori, la ringrazio per la risposta. Purtroppo nè le cure termali nè il lungo soggiorno al mare sono alla mia portata, in questo momento (al massimo potrei concedermi una settimana, ma non sono sicura faccia granchè). Continuerò con il lavaggio alle fosse nasali...