Utente
Buon giorno, a novembre/dicembre scorsi ho avuto per tre volte l'otite e la tonsillite la di cui natura non saprei dire in quanto mi trovavo in Sri Lanka e i medici del luogo hanno curato con due cicli di antibiotici. Al ritorno dal viaggio mi è sembrato tutto a posto e quindi non ho più ritenuto oppurtuno recarmi da un otorino. Successivamente però mi è iniziato un bruciore alla gola nella parte destra, non doloroso, solo fastidioso, e i linfonodi del collo ingrossati, sintomi che che non mi sono mai passati e che ho avuto ad intermittenza fino ad oggi. Nell'ultimo mese mi si è anche aggiunto un cattivo sapore alla deglutizione veramente fastidioso. Naturalmente ho eseguito tutta una serie di analisi prescritte dal mio medico di base: Analisi del sangue e delle urine nella norma, tampone faringeo negativo, ecografia del collo e della tiroide a posto. Ieri ho eseguto l'ultima visita prescritta del mio medico che era da un otorinolaringoiatra. Vi riporto l'esito: Rinofibrolaringoscopia: rinofaringe libero, presenza di lamina biancastra tra il polo inferiore e la loggia tonsillare dx e si estende lungo la parete laterale dell'ipofaringe e della piega glosso-epiglottica, di difficile interpretazione (di natura micotica?). Conclusioni diagnostiche: lesione ipofaringea di difficile interpretazione. Accertamenti consigliati: Visita chirurgica ORL urgente in ambiente ospedaliero per il trattamento del caso.
Ora ho l'appuntamento per lunedì all'ospedale della mia città, ma ho veramente tanta paura. L'otorino che mi ha visitata ieri mi è sembrato nel pallone e a disagio, ed il referto riporta della conclusioni che mi allarmano. Cosa vuol dire lesioni?
Grazie per la disponibilità

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Purtroppo, in un caso come questo, occorre eseguire una biopsia per arrivare ad una diagnosi. Potrebbe trattarsi di una leucoplachia, ovvero di una lesione precancerosa. Comunque, non ci dobbiamo preoccupare piu' di tanto: non possiamo fare altro che attendere l'esito della biopsia cui verrà sottoposta.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Grazie dott.Brunori, vista la sua risposta ho deciso di recarmi ancora oggi all'ospedale. Ma cosa significa lesione precancerosa? Non riesco a calmarmi e visto che sono incinta può immaginare il perché! Grazie

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Potrebbe trattarsi di un campanello d'allarme, ovvero di un inizio di trasformazione in una neoformazione. Comunque, trovo inutile pensare al peggio se prima non riusciamo a capire di cosa si tratti. Mi faccia sapere cio' che le diranno in merito.
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente
Buon giorno dottore, sono appena rientrata dall'ospedale, dove mi hanno eseguito un'altra visita orl. Ecco la valutazione: la signora riferisce sensazione di bruciore emilaringe dx. Ha già eseguito ecografia del collo. Laringe in asse, buona motilità, non visibile la lamina biancastra riferita dal collega lungo il polo inferiore della loggia tonsillare e parete laterale dell'ipofaringe. Rimane qualche residuo biancastro sulla base lingua. Si consiglia terapia con antiacido da concordare con il ginecologo.
Il medico che mi ha visitata dice che non vede nulla di preoccupante, solamente visto che non può farmi fare la risonanza di sicurezza vista la gravidanza, mi ha mandata a fare un'ulteriore vista da una collega domani mattina.
Grazie e buona giornata dott. Brunori

[#5]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Sono contento del buon esito della visita. Cordialità
Dr. Raffaello Brunori