Utente
Salve.
E' da circa una settimana che soffro di tosse stizzosa, secca e, soprattutto quando respiro con la bocca (cosa spesso forzata dalla deviazione del setto nasale), difficilmente sopportabile (specie di sera e disteso sul letto).
Per ora non ho preso medicinali a parte un paio di tachipirine che hanno periodicamente calmato la tosse. Il miele sembra aiutare poco (forse perché ne sono assuefatto).
La mia preoccupazione è che la tosse secca è chiaramente uno dei primi sintomi di cose ben più gravi, ma neanche ho provato a sottopormi a cure mirate alla risoluzione del mio problema visto che non sono sicuro che sia tracheite.
E' possibile che la tosse sia stata provocata da un alcolico a bassa gradazione che mi è "andato di traverso"? Facendo mente locale è da li che sembra sia partito tutto ma non so se può essere una causa.
Niente catarro, niente febbre, niente stanchezza fisica, solo tosse secca spesso incostante ma fissa di sera.
E' come se ad ogni respiro entrasse polvere che si deposita alla tiroide provocando il relativo tossire.
Come procedo?

Vi ringrazio in anticipo per la vostra consulenza sperando che non sia nulla di seriamente grave...

[#1]  
Dr. Giancarlo Cassani

40% attività
20% attualità
12% socialità
CASALPUSTERLENGO (LO)
SAN COLOMBANO AL LAMBRO (MI)
MILANO (MI)
PIACENZA (PC)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentile signore,
se lei ha una ostruzione respiratoria nasale ed è costretto a respirare con la bocca in modo prevalente espone le altre vie aeree ad ammalarsi.
Infatti il naso è il filtro dell'aria che respiriamo.
Il naso umidifica, riscalda l'aria e la rende " inoffensiva" per le vie aeree successive, trachea, bronchi ecc.
Inoltre svolge una funzione di blocco di particelle inquinanti ecc.
La tosse fastidiosa che lei lamenta è sicuramente sostenuta da una cattiva respirazione nasale, per cui penso che il problema vada affrontato chirurgicamente. Nel frattempo potrebbe valutare cure termali.
cordialità
Dr. GIANCARLO CASSANI

[#2] dopo  
Utente
Grazie dr. cassani,
comunque volevo segnalarVi anche un crescente dolore retrosternale (esofago credo).

[#3]  
Dr. Giancarlo Cassani

40% attività
20% attualità
12% socialità
CASALPUSTERLENGO (LO)
SAN COLOMBANO AL LAMBRO (MI)
MILANO (MI)
PIACENZA (PC)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2013
certo,
rientra nel quadro...
cordiali saluti
Dr. GIANCARLO CASSANI