Utente
Buon giorno,
Sono una signora di 40 anni ex fumatrice e da più di 6 mesi sento come una sensazione di chiusura, soffocamento, corpo estraneo e bruciore alla parte bassa della gola alla fine del collo.
Due anni fa ho scoperto tramite gastroscopia di avere l'ernia iatale e Helicobacter Pylori che ho curato con antibiotici.
Per il problema del soffocamento alla gola mi sono rivolta ad un otorino che tutto scocciato mi ha detto che era solo ansia.
La sera dopo sono andata d'urgenza al pronto soccorso perché non riuscivo a respirare e i medici mi hanno fatto una serie di esami con esito negativo.
Ho contattato di nuovo l'otorino che mi ha visitato la prima volta e l'ho quasi obbligato di farmi l'endoscopia perché secondo lui il problema doveva essere risolto dal gastroenterologo.
L'esame comunque è stato eseguito con esito IPEREMIA INTENSA e il medico mi ha prescritto Deltacortene 25 mg per 2 mesi.
Non avendo nessun miglioramento mi sono rivolta a un altro gastroenterologo (perché quello di fiducia era malato) e lui mi ha dato altre medicine (tra le quali Esomeprazolo 40 mg due volte al giorno per due mesi) e altre prescrizioni da altri medici, precisamente visita dall'endocrinologo e pneumologo. Ho fatto anche l'ecografia del collo con esito 2 linfonodi un po' gonfi, il resto di tutti gli esami e visite dall'endocrinologo e pneumologo è risultato negativo.
La cosa che mi stupisce è che nessuno di questi medici ha pensato di indagare per eventuali virus oppure di eseguire un tampone faringeo con antibiogramma, se non altri esami obbiettivi riguardanti il problema.
Voglio precisare che nessuno dei medici mi ha prescritto degli antibiotici che molto probabilmente avrebbero risolto il problema.
Il gastroenterologo mi ha prescritto inoltre di farmi visitare da un pneumo-allergologo che dovrò ancora contattare.
Per favore aiutatemi.
Sono disperata e non so più cosa fare, questo senso di soffocamento mi impedisce letteralmente di svolgere le attività quotidiane e soprattutto di respirare e vivere una vita serena.
Sarei capace di seguirvi ovunque voi siate se necessario per poter risolvere questa brutta sensazione.
Vi ringrazio in anticipo.
Giulia

[#1]  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
VICENZA (VI)
ROMA (RM)
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, la sensazione di nodo alla gola, più o meno doloroso o fastidioso, può essere dovuto a varie cause.
Può però essere collegato anche ad una disfunzione della muscolatura della masticazione, della deglutizione e del collo, collegata con la motilità faringea, muscolatura che a sua volta è in relazione anche con la postura della lingua e della mandibola , e quindi legata all’occlusione dentaria che il paziente presenta: l’intero sistema prende il nome di “Sistema Stomatognatico”.
Se si tenta, a titolo di esempio esasperato, di deglutire con la bocca spalancata, la cosa risulta difficile e , alla lunga, fastidiosa e a volte anche dolorosa.
Per questo è tipica, in questi casi, una difficoltà nella deglutizione.
Relativamente ai problemi gastrici (Reflusso Gastro Esofageo, Ernia iatale ) può trovare qualche altra informazione aprendo questo link:

http://www.studiober.com/patologie/problemi-gastro-intestinali/
N.B.: dopo aver aperto il link, si deve clikkare su: "continua e apri il sito.."

Se da un lato lo stato psicologico che il paziente presenta gioca un ruolo importante, va considerato dall’altro che la psiche è elemento importante anche in tutte le disfunzioni del sistema stomatognatico.
Pertanto , poichè i consulti e i trattamenti del caso non si rivelano efficaci, le suggerirei di consultare anche un dentista-gnatologo esperto in problemi respiratori e della deglutizione. Cordiali saluti ed auguri
Le suggerirei anche di dare un'occhiata, in questo stesso sito, agli articoli linkati qui sotto, nell'ipotesi che lei possa riscontrarvi elementi di somiglianza con il suo problema.
Cordiali saluti ed auguri.

https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1934-il-nodo-alla-gola-il-bolo-isterico-e-sempre-isterico.html
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1315-il-reflusso-gastro-esofageo-notturno-attenti-al-russare-e-all-apnea.html
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com