naso chiuso

Buongiorno, mi chiamo Claudio ed ho 49 anni e da tre anni, convivo con un problema che mi sta condizionando la vita. Circa tre anni fa infatti, ad agosto, a seguito di un 'influenza senza febbre con catarro, il mio medico mi sottoponeva a radiografia toracica dalla quale emergeva una piccola bronchitina che curavo con antibiotico. Dapprima, sembrava passasse, poi poco dopo, passata l'influenza ho cominciato ad espellere quantità elevatissime di catarro sia dal naso che dalla bocca e naso sempre chiuso. Non mi passava, mi sono rivolto ad altro medico che mi prescriveva un altro antibiotico per 10 giorni. Ma niente. Mi rivolgo all'otorino che a seguito di visita endoscopica mi riferisce che non si tratta di sinusite, ne di forma allergica. e mi suggerisce il gastroenterologo per sospetto reflusso. Il gastroenterologo, scettico che tutto il mio problema fosse legato al reflusso, mi prescrive comunque il pantoprazolo, consigliandomi di tornare dall'otorino. La situazione con pantoparzolo migliora leggermente, mi rivolgo nuovamente all'otorino che mi conferma che non è un problema di sinusite. Allora cambio otorino, il quale al contrario, dopo visita endoscopica, mi riferisce che si tratta di sinusite cronica e mi cura con blandi mucolitici e acido ialuronico. La situazione migliora leggermente, anche dalla successiva visita si notava una maggior pulizia del condotto, ma non passa del tutto. La definirei una guarigione al 70%. A seguito di un episodio sportivo, mi trovo a sottopormi a tac cranica. La porto in visione all'otorino, il quale mi dice. NON CI SOTO TRACCE DI SINUSITE. Sono tre anni che vado avanti così, a chi mi rivolgo? Se la tac è negativa, devo indirizzarmi sul gastroenterologo escludendo la sinusite? Premetto che non ho dolori di testa ed al contrario ho sensazione di muco in gola ed a volte saliva che scende dal palato. Naso sempre chiuso, mi soffio e non esce assolutamente niente. Grazie.
[#1]
Dr. Salvatore Martellucci Otorinolaringoiatra 64 2
Gentile Utente,
I suoi sintomi mi sembrano di chiara origine rinogena. La sensazione di ostruzione nasale e scolo retronasale da lei lamentati potrebbero essere semplicemente dovuti alla presenza di turbinati ipertrofici, magari associati ad altre condizioni anatomiche che possono predisporre all'insorgenza di rinosinusiti recidivanti. A questo proposito mi sento di dirle che l'assenza di segni evidenti di infiammazione a carico dei seni paranasali alla TC non esclude la possibilità di sviluppare infezioni a carico delle alte vie respiratorie.
Il mio consiglio è quello di sottoporsi ad una nuova valutazione ORL con rinomanometria e test allergometrici per inalanti, portando in visione le immagini della TC precedentemente eseguita.

Dr. Salvatore Martellucci
Specialista in Otorinolaringoiatria

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test