Utente
salve dottori,
Vi ho già scritto qualche giorno fa per parlarvi del problema del mio ragazzo, riguardo i linfonodi del collo ingrossati e alcuni episodi di tachicardia. Vi elenco gli esami a cui si è sottoposto ed i relativi esiti:
- analisi del sangue nei valori di riferimento, tranne BETAGLOBULINE risultato 9.0 (valori di rif. 9.5/14.8) e PROTEINA C REATTIVA risult. 0.59 (valori di rif. 0/0.5);
- ecotomografia del collo: tiroide volumetricamente nei limiti con profili marginali regolari ed ecoscruttura omogenea. Assenza di lesioni nodulari. non si rilevano immagini riferibili a paratiroidi aumentate di dimensioni. Trachea in asse. In sede latero cervicale si rileva qualche linfonodo aumentato di volume normostrutturato di significato reattivo: i maggiori sono situati in sede latero cervicale alta e misurano mm.26.6 x mm.10.7 (spessore) a sinistra e mm.28.9 x mm.8.3 a destra;
- esami centro trasfusionale: ANTITOXOPLASMA IGG esito 3.00 (valori di riferimento: < 7,2 negativo 7,2=<X<8,8 bordeline, >=8.8 positivo);
- ANTITOXOPLASMA IgM Negativo.
- ANTI HERPES SYMPLEX 1 IgG Metodo ELISA esito positivo
- ANTI HERPES SYMPLEX 1 IgM Metodo ELISA esito negativo
- ANTI HERPES SYMPLEX 2 IgG Metodo ELISA esito negativo
- ANTI HERPES SYMPLEX 2 IgM Metodo ELISA esito negativo
ECOTOMOGRAFIA ADDOMINIALE: Fegato volumetricamente nei limiti (dm. max. lobo dx.mm.11) con margini regolari ed ecostruttura omogenea assenza di lesioni a focolaio. Colecisti in sede, normodistesa con pareti di regolare spessore esente da calcoli. Nella forma le vie biliari e le strutture vascolari dell'asse spleno portale. Milza regolare per dimensioni (dm. bipolare cm.10 x cm.5 x cm. 5.1) e struttura. Pancreas volumetricamente nei limiti con struttura omogenea. Regolare il calibro del Wirsug. Aorta addominale regolare per calibro e decorso. Reni in sede morfovolumetricamente nei limiti con regolare spessore ed ecostruttura parenchimale. Non si rilevano bilateralmente segni di stasi ne calcoli nei limiti di risoluzione della metodica. Assenza di versamenti in addome. Assenza di linfonodi aumentati di volume in addome e nello scavo pelvico. Vescica simmetricamente distesa con pareti di regolare spessore esente da patologia proliferativa e, o litiasica nei limiti di risoluzione della metodica. La prostata, studiata per via sovrapubica, presenta dimensioni nei limiti (diametro ant. post. mm. 15, dm. lat. lat. mmm. 32) con profili capsulari regolari ed ecostruttura finemente disomogenea. Assenza di aggetto del terzo lobo. Normale aspetto delle v. seminali. Assenza di versamenti in addome e nello scavo pelvico.
- Mononucleosi test = esito negativo
- Citomegalovirus IgG = esito 44.6 UA/ml (intervallo di rif. inferiore a 15.0 UA/ml negativo, superiore a 15.0 UA/ml. positivo)
- Citomegalovirus IgM = esito 0.0246 UA/ml (intervallo di rif. inferiore a 0.500 UA/ml. negativo da 0.500 a 0.600 UA/ml DUBBIO Sup. a 0.600 UA/ml positivo)
- Tampone faringeo per Germi comuni = esito negativa la rcerca di germi patogeni.
- Tampone faringeo Strept. B emolitico A Negativo per STREPTOCOCCO B emolitico gr.A.

Vorrei da voi un parere per capire da cosa deriva a questo punto l'ingrossamento dei linfonodi del collo, dal momento che lui è preoccupatissimo e non so più cosa fare.
Grazie.

[#1]  
Attivo dal 2006 al 2009
Le avevo suggerito di fare alcuni esami, che come vedo, non sono stati esguiti completamente, per cui è molto difficile, in assenza soprattutto di una tipizzazione linfocirtaria, esame molto molto importante, che ha saltato completamente, vedo inoltre che ha saltato anche altri esami. avere un "- Mononucleosi test = esito negativo" non vuol dire niente perchè è un esame completamente inattendibile non ha nessun significato. Infatti, come sospettavo, oltre ai virus Herpes simplex, che purtroppo non hanno completato, il valore negativo e positivo, dice solo positivo, ma vanno anche dati valori agli anticorpi, ha: "In sede latero cervicale si rileva qualche linfonodo aumentato di volume normostrutturato di significato reattivo: i maggiori sono situati in sede latero cervicale alta e misurano mm.26.6 x mm.10.7 (spessore) a sinistra e mm.28.9 x mm.8.3 a destra;" questi linfonodi hanno significato che il virus, molto probabilmente Epstein-BArr, si è infilato in questi, se non si eseguono gli esami esattamente come sono stati prescritti, rende completamente è impossibile eseguire una diagnosi o dare un parere adeguato. Il tampone faringeo se eseguito in maniera inappropiata, non è assolutamente attendibile.
Pertanto se vuole un parere, esegua esattamente gli esami come sono stati prescritti.
Infatti il suo fidanzato ha infezioni virali che potrebbero combinare pasticci e vanno portati via il più velocemente possibile.
SAluti

[#2] dopo  
Utente
certo, ha ragione,infatti gli ho detto di farsi subito prescrivere quelle analisi che lei mi aveva raccomandato. rileggendo però il testo del mio consulto, ho tralasciato di scrivere una cosa importantissima: nelle analisi del 26/01/2006 c'è anche il test di EPSTEIN-BARR ANTICORPI (VCA IgG,IgM):
VCA-IgM: presenti
VCA IgG: presenti,
mentre negli esami del 26/11/2003 era risultato che gli ANTICORPI ANTISTREPTOLISINA erano a 334 (val normali 0-200), e, per quanto riguarda il sopra riportato VIRUS EPSTEIN-BARR ANTICORPI(VCA IgG, VCA IgM):
VCA IgM: presenti
VCA IgG: assenti.
Nell'esame emocromocitometrico del 26/10/2005,inoltre,i linfociti sono risultati a 44(val. normali a 25-40), e i neutrofili a 49(val. normali a 55-70), valori alterati anche negli esami del 2003.
ora invece i linfociti sono a 28,5(val normali 22-44) e i neutrofili a 62,9(val normali 40-70)
mi scusi per aver omesso questi risultati, che pensavo di aver trascritto con certezza!

[#3]  
Attivo dal 2006 al 2009
Manca sempre la tipizzazione, che è molto importante. Il suo ragazzo, come sospettavo, ha una infezione da Epstein-Barr, anche l'emocromo lo dimostra, valori alterati dei linfociti e neutrofili. Non ci si deve fidare di un risultato apparentemente normale cuccessivo. Come ho più volte scritto, il virus EBV è particolarmente fetente, essendo implicato in molte patologie. Infatti la tipizzazione dovrebbe entrare nella routine degli esami, che purtroppo manca. Comunque, Il virus, come accennavo prima, va portato via e bisogna esserne sicuri. A questo punto necessita di esami di medicina quantica, TOMEEX, analisi corporea, terapia adeguata, con il genoma virale opportumnamente diluito.
Sluti Alberto3691@alice.it

[#4] dopo  
Utente
volevo chiederle un'ultima cosa e mi scusi se la disturbo ancora:
volevo sapere se questo virus può essere in qualche modo infettivo, soprattutto a livello sessuale. la monucleosi l'ha avuta due anni fa, è possibile contrarla adesso da lui? se cosi fosse, penso che comunque l'avrei contratta da molto tempo, dato che è già un anno che siamo insieme! o no?
grazie

[#5]  
Attivo dal 2006 al 2009
Il virus si trasmette in tantissime maniere, soprattutto con la saliva, si può prendere dai bmbini, dagli adulti,ecc....Lo può aver contratto molti anni fa, anche da bambina, all'asilo. L'importante è localizzarlo e portarlo via, perchè combina pasticci futuri.