Utente

Buongiorno ringrazio inanzitutto per il tempo che mi verrà dedicato. Dalla metà di gennaio sono comparsi i primi sintomi con orecchie tappate, principalmente la destra, dopo una decina di giorni è iniziato un acufene sempre sullo stesso orecchio. A questo punto ho preso appuntamento da un otorinolaringoiatra, il quale mi ha fatto il test dell'udito che è risultato normale e poi ha effettuato una laringoscopia, dicendo che è tutto normale di non fare nulla ed aspettare che passi. Non contento ed essendo in un periodo della vita nella quale mi sento molto ansioso ho preso appuntamento da un altro otorinolaringoiatria ( a detta di tutti e anche secondo me molto bravo ) il quale mi ha detto che secondo lui ho un otite (mi sembra media) di curarmi con cortisone, vasodilatatori e vitamine. Dopo circa una settimana i sintomi si erano intensificati, così mi sono presentato al ps mi è stato fatto una tac, una visita neurologica e una nuova visita da un altro otorinolaringoiatra, i quali mi hanno detto di continuare con la cura e che era tutto nella norma. comunque mi è stato consigliato di fare una risonanza al cervello, che è risultata nella norma, confermando che in (non conosco il termine corretto) un canale dell ' orecchio era presente liquido, mi è stato fatto un nuovo test dell'udito ed è stato visto che avevo un calo significativo delle frequenze basse dall'orecchio dx. Attualmente ho fatto il controllo l'acufene è quasi sparito totalmente, l'udito è ritornato come prima. Ho esposto al dottore che da un paio di settimane ho la gola irritata ha conttollato abbassando la lingua e mi ha detto che è normale per l'infezione che ho avuto e di non preoccuparmi perché il mio stato ansioso mi ha abbassato probabilmente le difese immunitarie. Ha distanza di pochi giorni sento un senso di oppressione che va e viene alla gola, mi sembra di sentire ghiandole attorno alla faringe ingrossate e controllandomi allo specchio noto la gola arrossata e il palato con una patina gialla e con la sensazione di bruciatura tipo dopo aver ingerito cibo troppo caldo. Ho una profonda stima dell'otorino che mi ha visitato ma l'ansia e la paura è tanta (anche se mi sto curando anche da quella) volevo chiedere se è giusto continuare a preoccuparsi ora per la gola e il palato arrossati e le ghiandole a volte ingrossate attorno alla faringe oppure non è nulla di serio e posso stare tranquillo come ha detto 3 giorni fa l'otorinolaringoiatra? aggiungo che secondo la mia famiglia sono diventato paranoico per questa cosa, ma l'aggiunta di questi nuovi sintomi alla gola e al palato mi ha mandato in crisi sulle mie certezze. vi ringrazio con tutto il cuore del tempo dedicato GRAZIE !

[#1]  
Dr. Gaetano Moccia

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
AFRAGOLA (NA)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente ,
innanzitutto cerchi di stare meno in ansia .Con tutte le indagini radiologiche fatte lo dovrebbere essere.
Si affidi al collega.
In ultimo è probabile , vista la storia clinica , che Lei abbia un Reflusso Gastro esofageo , che eventualmete potra' confermarLe il collega ,
Saluti
Dr. Gaetano Moccia
Specialista in Audiologia e Foniatria

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio Dr. Moccia
Per l'ansia ha assolutamente ragione, purtroppo mi è comparsa in coincidenza delle orecchie tappate e acufene.
Il dottore 4 giorni fa non mi ha diagnosticato un reflusso gastro esofageo, ma mi ha detto solamente di stare tranquillo perché può essere dovuto come conseguenza dell'otite virale, trovando terreno fertile in gola, di non fare nulla e come diceva lei di non preoccuparmi che passerà.

la ringrazio per il suo tempo

[#3]  
Dr. Gaetano Moccia

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
AFRAGOLA (NA)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Grazie a Lei.
Buona vita
Dr. Gaetano Moccia
Specialista in Audiologia e Foniatria

[#4] dopo  
Utente
Buongiorno
Dopo circa due settimane vi aggiorno sui cambiamenti.
La gola non è piu arrossata, ma l'orecchio destro è ritornato attutito,la sensazione è identica a quando non sentivo i suoni di frequenza bassa.
Anche se l'ottorino mi aveva tranquillizzato sulla percezione di pressione all' esofago, continuo a percepirla e sembra un linfonodo.
Ora sono un po meno in ansia rispetto a 3 settimane fa, ma la paura rimane. Ho prenotato un'ecografia per il giorno 21.

Mi continuo a proccupare ingiustificatamente ?

Grazie

[#5]  
Dr. Gaetano Moccia

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
AFRAGOLA (NA)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Perche' non pratica un esame audiometrico tonale liminare ed impedenzometrico innanzitutto? E' il minimo per iniziare
Dr. Gaetano Moccia
Specialista in Audiologia e Foniatria

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno dottor Moccia, come avevo scritto sopra ho gia fatti 3 esami audiometrici. Il primo risultava tutto.nella norma, nel secondo risultava un calo significativo delle frequenze basse e nell'ultimo era ritornato perfetto, anzi il tecnico mi ha detto che sentivo i 0 db, ed ero piu sensibile come causa dei periodi di ronzio.
Ora percepisco che l'udito è come nel secondo test fatto