Utente 361XXX
Buonasera Dottori, dalla metà di ottobre soffro, in maniera discontinua, di tosse, raffreddore, orecchie tappate/senso di pienezza delle orecchie. Nei primi giorni di novembre il mio medico mi ha diagnosticato una laringo-faringite acuta con febbre a 39, curati con fluimucil e prontinal in aerosol e amoxicillina per bocca due volte al dì. La tosse e il mal di gola sono passati ma continuavo a soffiare sempre il naso e ad avere le orecchie tappate, fino a 10 giorni fa, quando ho iniziato ad avvertire, soprattutto durante la notte, mal di testa frontale, dolore agli occhi e vicino al naso ed anche alle arcate dentali, tutto accompagnato da emissione di muco giallo e verde e da perdita parziale o anche totale, ma discontinua del senso dell'olfatto e del gusto. Il mio medico mi ha diagnosticato una sinusite che sto curando con una fiala di fluimucil al giorno per 6 gg+1 prontinal al giorno per 6 gg per aerosol. Ora sono al quarto giorno di cura. Quando ho iniziato la cura il dolore stava già iniziando a diminuire ed ora ho solo mal di testa occasionali quando prendo freddo al volto, anche il muco giallo sta diminuendo, ma la quantità di muco in alcuni momenti é davvero copiosa, anche se spesso si tratta di muco misto giallo e trasparente. Quello che mi preoccupa è che non ho ancora recuperato del tutto gusto e olfatto. L'altro ieri ho sentito odori e sapori per qualche ora, ieri con grande gioia li ho sentiti per tutto il giorno, ma oggi non sento quasi nulla di nuovo, tranne in alcuni momenti. Cosa devo fare? Secondo voi il fatto che ieri abbia avuto gusto ed odorato per tutta la giornata significa che sto guarendo? Ma perché oggi sono spariti di nuovo? Tornerò a gustare i cibi come prima? Grazie, buona serata.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Sicuramente, il fatto che abbia una ripresa anche se temporanea dell'olfatto e del gusto depone a favore. Le consiglio, pero', prima che ci possa essere una cronicizzazione della patologia, una visita specialistica otorinolaringoiatrica , anche per un aggiustamento della terapia farmacologica. Probabilmente utile una tac dei seni paranasali senza mezzo di contrasto.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente 361XXX

Grazie mille per la risposta celere, Dottor Brunori. Ho preso appuntamento con un otorino e ci andrò domani.
Nel tardo pomeriggio sono tornata a sentire sapori e odori, anche i più deboli, ma vorrei che lei fosse così gentile da spiegarmi a cosa è dovuta questa intermittenza nel funzionamento dei due sensi. Perché in alcuni momenti funzionano per poi pian piano "spegnersi"? Succede a causa del muco che ostruisce e si sposta? Ad esempio, l'altra mattina appena alzata non sentivo nulla, ma poi dopo aver liberato bene il naso ho iniziato ad avvertire gli odori e i sapori...
Grazie e mi scusi se approfitto di nuovo della sua disponibilità.

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Due possono essere le cause: la presenza di muco denso nei seni paranasali; un danneggiamento temporaneo di un ramo del nervo olfattivo da parte di un virus del tipo influenzale.

Cordialmente
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente 361XXX

Chiarissimo, grazie ancora!
Se lo gradisce, domani la aggiorno sull'esito della visita. Cordiali saluti.

[#5]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
mi farà piacere. buona serata
Dr. Raffaello Brunori

[#6] dopo  
Utente 361XXX

Buonasera Dottor Brunori, questa sera sono stata dall' otorino, il quale ha confermato l'ipotesi di una sinusite, forse di tipo virale, dopo aver ascoltato i miei sintomi e dopo aver ispezionato internamente il naso, che ha trovato di colore pallido e nel quale non ha riscontrato polipi. Ha parlato però di naso gonfio internamente, cosa secondo lui dovuta all'infiammazione in corso.
Mi ha detto di continuare con la terapia che sto assumendo e di aggiungere un puff a narice di Aircort 100 due volte al dì e 1 compressa di Aerius 5mg la sera.
Vuole rivedermi tra20gg, al termine della terapia.
Lei la trova adeguata?
Per quanto riguarda la perdita di gusto ed olfatto, quando ho detto al dottore che ormai da 3 giorni ho recuperato entrambi per gran parte della giornata, mi ha risposto che ciò significa che non vi è un danno permanente e che recuperero' la normale funzionalità dei sensi. Lei è d'accordo?
Grazie e buona serata!

[#7]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Sono perfettamente d'accordo con il Collega e sulla terapia e sulla diagnosi, ovviamente. Detta cura deve essere fatta per una ventina di giorni. Per quanto riguarda, invero, l'olfatto, a breve lo riacquisterà del tutto
Le auguro una buona giornata
Dr. Raffaello Brunori