Utente
Buongiorno, mi sono operata quasi 8 anni fa per asportare 2 polipi nasali con la tecnica del laser.
Essendo claustrofobica non sopporterei l'idea di tamponi nelle narici per giorni interi.
Purtroppo molti sottovalutano la claustrofobia ma e' una patologia e va rispettata.
Comunque sono stata benissimo per molti anni e ringrazio il dottore che intervenne.
Con il laser credo di essere stata sulla poltrona del medico circa 20 minuti, non ho avuto sanguinamenti e ho guidato per tornare a casa.
Ora pero', almeno in una narice sono tornati.
Non respiro, non funzionano gli spray e "reggo" solo perche' l'altra narice e' ancora pulita.

Avendo il laser un costo importante, ho visto in rete che la fda ha approvato ormai da un paio di anni degli "stent" che si posizionano la' dove si formano i polipi e per 90 giorni rilasciano in loco il mometasone furoato.
Non faccio il nome del prodotto ma evidentemente funziona perche' la ditta che lo produce ne ha tratto dei bei guadagni.

Chiedevo il vostro parere, e spero sia piu' di un otorino a rispondere.
Ma soprattutto chiedo se sia disponibile in Italia.
So che la chirurgia mini invasiva, ad oggi e' la soluzione piu' diffusa.
Ma io non posso davvero considerarla.
Il mio cuore impazzisce in ogni situazione di mancanza di aria.
Vi ringrazio

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Purtroppo per il Paziente, è lo Specialista che decide o meno la necessità di un intervento chirurgico e la tecnica da adottare, in base alle proprie esperienze ed alle linee guida che debbono essere obbligatoriamente seguite. Prima , quindi, di pensare all'intervento, consiglio una tac dei seni paranasali senza mezzo di contrasto, oltre una visita specialistica otorinolaringoiatrica. La cura alternativa da lei menzionata ancora non sufficienti riscontri nel nostro Paese.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori