Formazioni nodulari bilaterali ghiandole parotidi

Salve, ho già postato differenti consulti circa la mia condizione sorta meno di un anno fà, ai quali, però, non ho ricevuto alcuna risposta, mi ritrovo nuovamente a scrivere in quanto la mia condizione fisica si è aggravata notevolemente ed anche alla luce di nuove esami che ho eseguito vorrei chiedere chiarazza.
A luglio 2019 iniziato i primi sintomi all'orecchio sinistro, forte acufene, ma sporadico, al chè mi reco ad una visita dall'otorino, visitandomi non rileva nulla di anomalo all'orecchio, però mi prescrive cura cortisonica per 3 mesi, 25 mg mattina e 25 pomeriggio, inizio questa cura, ma intando continuo i miei approfondimenti.
Mi reco da un altro otorino che mi esegue audiometria e impedenziometria, dall'impedenziometria non risultarono i riflessi stapediali in contra, così mi prescrive una risonanza tronco encefalico e APC con e senza contrasto, dalla risonanza si rileva una modesta impregnazione del mezzo di contrasto in sede intracanalare bilateralmente, ma più evidente a sinistra, dove ho acufene, il radiologo chiede "riconducibile a flogosi?
", così mi reco da un neuroradiologo che visionando la risonanza, mi dice che c'è un ispessimento volumetrico del nervo stato acustico però solo a sinistra, lui crede possa dipendere dall'herpes zoster, intanto continuo con la cura cortisonica e contemporaneamente mi rivolgo ad un infettivologo, che mi prescrive antivirali, ma intanto mi fa eseguire anche alcuni esami sulle immunoglobuline anti Zoster.
Ritiro gli esami anti Zoster che mi danno una posivitizzazione per le IgG e negativizzazione per le IgM, continuo con la cura antivirale, ma l'infettivologo mi sospende il cortisone e mi prescrive qualche integratore + siringhe intramuscolo di Vitamina B12.
A dicembre inizia il calvario, inizio ad avvertire fitte trafittive come coltelli ad entrambe le orecchie, dall'interno, di qui inizia la carrellata di visite a vari specialisti.
Neurologo, Neuro Chirurgo, altri otorini ecc..., mi viene prescritta cura di Gabapetin 300 mg, due mattina, due mezzo giorno, due sera (che faccio tutt'ora), diversi integratori di vitamina del gruppo B, acido alfa lipoico ecc..., faccio per due settimane siringhe intramuscolo di Voltaren e Muscori, al termite di tale iniezioni mi prescrivono iniezioni intramuscolo di Nicetie che sto facendo ancora oggi.
Ah dimenticavo che ad ottobre ebbi una perdita di sangue dalla bocca eccessiva, solo sengue, senza muco e fu davvero tanta, a seguito di questa perdita di sangue mi recai al pronto soccorso con il bicchierino per mostrare la perdita, nonostante ciò non fui ricoverato per accertamenti, ma feci solo tac torace nella norma e esami del sangue di routine e fui mandato a casa.
La faccio breve ad oggi ho strani sintomi, comedolori al livello mandibolare, mi si gonfia il collo, dolorabilità agli occhi e fotofobia, nell'evografia alle ghiandole salivali mi sono stati trovati due formazioni nodulari, 5 mm a destra e 5 mm a sinistra alle ghiandole parotidi.
[#1]
Dr. Edoardo Bernkopf Dentista, Gnatologo, Esperto in medicina del sonno 5,6k 190 26
Gentile Paziente, la sua sintomatologia è corposa: in questi casi trovo che da un lato sia possibile che il paziente abbia 4-6 malattie (orecchie, mandibola, ghiandole salivari, collo, a cui si devono aggiungere, da suoi precedenti messaggi, apnea nel sonno e acufeni), ma da un altro mi sembrerebbe più logico che abbia una problematica sottostante che le sostiene tutte. Sarebbe lungo spiegarle il razionale che mi fa sospettare questo, per cui le suggerisco di visitare il mio sito internet alla pagina "Patologie trattate" e di leggere gli articoli che si aprono con i link qui sotto: se si riconosce nelle problematiche trattate, eventualmente mi faccia sapere.
Cordiali saluti ed auguri.

https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1217-parotite-ricorrente-e-calcoli-salivari-colpa-dei-denti.html
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/961-otite-ricorrente-colpa-dei-denti.html
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1348-acufene-e-mandibola-quando-il-fischio-nelle-orecchie-dipende-dall-articolazione-temporo-mandibolare.html
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/2326-dolore-cronico-disturbi-nel-sonno-e-disfunzioni-cranio-mandibolo-vertebrali.html

Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio infinite dottore, leggerò i link che ha posto alla mia attenzione. Vorrei aggiungerle anche che da un annetto ho il collo, la zona sottomandibolare piuttosto gonfia, ma non un gonfiore di nodulo, singolo nodulo, ma sembra un gonfiore un pò più omogeneo, nella parte sottomandibolare mi sono stati riscontrati linfonodi reattivi di cui i più grandi 14 mm a sinistra e 15 a destra, inoltre vorrei anche dirle che ho rimosso sia le tonssille che la base lingua per la problematica delle apnee notturne, sembra che non ci sia un drenaggio linfatico, non sò se possa definirsi così.
[#3]
Dr. Edoardo Bernkopf Dentista, Gnatologo, Esperto in medicina del sonno 5,6k 190 26
Relativamente all'Apnea nel sonno, ha risolto? Ha fatto una polisonnografia prima e dopo l'intervento di roncochirurgia?

Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#4]
dopo
Utente
Utente
Dottore relativamente alla problematica della malocclusione, in risposta ad un miglioramento delle apnee notturne, mi sto già mobilitando per un MAD piuttosto che un bite, il problema che ho i denti molto compromessi, svariate ricostruzioni, un canino incluso, e due molari, simmetricamene, che mi mancano, quindi sto provvedendo in primis ad un impianto per i molari e cure generali affinchè poi possa mettermi il MAD. Il problema è che questi sintomi mi stanno veramente debilitando, ultimamente sto avendo anche fotofobia, vertigini e se tocco la zona del collo sento dolore nel pressare quella zona. le fitte nelle orecchie sembrano essersi leggermente attenuate ma in compenso la zona delle parotidi la sento dolorante, e sento una strano rimore come se ci fosse del liquido dentro (non sò come spiegarlo). Vorrei dirle anche dottore che i noduli intraparotoidei sono "anecogeni" non cosa stia a significare, ed inoltre le parotidi presentano, all'ecografia, una lieve disomogeneità
[#5]
Dr. Edoardo Bernkopf Dentista, Gnatologo, Esperto in medicina del sonno 5,6k 190 26
Se legge il mio articolo sulle salivari capirà cosa vuol dire anecogeni, o ipoecogeni: "come se ci fosse liquido dentro": appunto , è saliva. Se digita su google "parotite ricorrente " trova un mio articolo scritto in chiave pediatrica, ma il razionale nell'adulto è molto simile.
Vorrei tornare sull'OSAS: le è stata proposta la chirurgia prima del MAD? meglio: al momento di proporle la chirurgia, le hanno detto quali erano le alternative, MAD compreso? Non mi ha detto se ha fatto la polisonnografia.
Per un motivo simile, sono perplesso sull'ipotesi di fare il MAD per ultimo, anche se è possibile che ciò sia necessario: via rete non si può valutare.
Per inciso mi ha detto che ha un canino incluso: probabilmente, nell'evoluzione del suo caso, costituisce il "peccato originale" non compreso.
Ho l'impressione che nel valutare il suo caso, alquanto complesso, manchi un po' la visione clinica di insieme.
Cordiali saluti ed auguri.

Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#6]
dopo
Utente
Utente
mi scusi dottore per rispondere alla sua domanda, credevo di averle scritto, ma non ha inviato il messaggio, ad ogni modo la polisonnografia la prenotai, i tempi d'attesa sono lunghissimi, avrei dovuto farla qualche mese fà, ma purtroppo è scattato il lockdown ed ora non sò quando me la rinvieranno
[#7]
dopo
Utente
Utente
si Dottore ha ben capito "manca la visione clinica nell'insieme", purtroppo il MAD mi è stato consigliato come ultima spiaggia, qualora i diversi interventi non avessero risolto la problematica, cosa che effettivamente è accaduta, inoltre non vorrei che: la rimozione di tonsille, rimozione base lingua e svariati interventi abbiano peggiorato la mia situazione, cioè ulteriori problematiche che ad oggi sono comparse. Grazie mille dottore della sua disponibilità, continuo a visionare i suoi link, e come mi ha suggerito, mi informerò su questa eventuale parotite ricorrente, che, forse, potrei avere.
[#8]
Dr. Edoardo Bernkopf Dentista, Gnatologo, Esperto in medicina del sonno 5,6k 190 26
Tenga presente che la versione più semplice ma più usata di poligrafia notturna, cioè il monitoraggio cardiorespiratorio, può farlo a casa sua con una spesa di circa 160 . Glielo può predisporre anche il dentista che realizza il MAD, se si occupa abitualmente di disturbi nel sonno. Inoltre, il dispositivo intraorale oltre a trattare l'Apnea, potrebbe essere rivolto anche alla Parotite cronica, se fosse confermato un possibile ruolo della bocca: MAD, BITE e simili sono termini , in parte anche inesatti, che possono rispondere ad un unico razionale, in presenza di una chiara visione di insieme rivolta a tutta la sintomatologia riferita: in pratica bisognerebbe prendere in considerazione insieme Apnea Otalgia, Acufeni e Parotide.
"purtroppo il MAD mi è stato consigliato come ultima spiaggia," : secondo le linee guida internazionali sull'Apnea è invece la chirurgica ad essere "l'ultima spiaggia" dopo che , per vari motivi, non si è raggiunto il risultato con CPAP e MAD, e mi stupisco che sia stata proposta per "prima spiaggia": evidentemente la situazione, che io non posso vedere, deve aver manifestato caratteristiche particolari. Aggiungo che è strano che si sia proceduto ad un intervento chirurgico rivolto all'Apnea senza una preliminare poligrafia. Cordiali saluti ed auguri.

Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#9]
dopo
Utente
Utente
la ringrazio dottore delle sue lucidazioni al riguardo. Inizialmente quando, a Bari, poichè sono della provincia di Bari, molti anni fà, sono stato operato per palato plastica e rimozione di tonsille, le mie apnee erano di grado severo, nonostante fossi magro, ho utilizzato, anche, per molto tempo il dispositivo cpap, senza importanti benefici, anzi, a volte sembrava farmi più male che bene, esausto, dopo svariati anni, decido di rivolgermi all'ospedale di Forlì, in quanto mi informarono dell'operazione alla base-lingua, dopo svariate visite a Forlì decidono di operarmi alla base-lingua, ma di polisonnografie ne ho eseguite molte a Bari tante, ma sembrava che la cpap non mi desse alcun beneficio, addirittura il medico, data la mia giovane età all'epoca, mi propose un intervento maxillo facciale, che su consiglio di una infermiera, data l'invasività dell'operazione, non ho più fatto. Dottore vorrei chiederle dove posso trovare il link sulle parotidi? poichè ho visionato i link che mi ha postato, ma non riesco a trovare le formazioni nodulari intraparotoidee. Ma dottore le ritiene che tutta questa problematica che mi è insorta possa dipendere dalla malocclusione? glielo chiedo in quando dalla risonanza mi è stata riscontrata questa modesta impregnazione del mezzo di contrasto in sede intracanalare, che non sò a che punto si riferisca di preciso il radiologo, ma che comunque il radiologo ha ricondotto a flogosi, che a dire del neuroradiologo possa trattarsi di herpes zoster, ma non ho avuto alcuna paresi facciale, se non sensazione di intorpidimento facciale, come una sorta di addormentamento ed ho perennemente la zona sottomandibolare gonfia.
[#10]
dopo
Utente
Utente
sono davvero tanto scoraggiato e sembra la situazione peggiori giorno per giorno, nonostante prenda ogni giorno l'antifiammatorio che non dovrei in quanto ho eseguito la scintegrafia cardiaca, per presunta ischemia miocardica dall'ecg da sforzo, ed è risultato "difetto reversibile della perfusione della porzione prossimale della parete inferiore del ventricolo sinistro" mi è stato detto che dovrei andarci cauto con gli antifiammatori, io da quasi un anno sto prendendo cortisone, ora sospeso, e voltaren, prima siringhe intramuscolo ed ora in capsule
[#11]
Dr. Edoardo Bernkopf Dentista, Gnatologo, Esperto in medicina del sonno 5,6k 190 26
Gentile Paziente, via rete, senza vedere, non credo si possa dire di più. Se crede potrebbe inviarmi privatamente (é vietato dalla regole del sito) una foto della sua bocca chiusa con le labbra scostate, in modo da poter capire come chiude i denti.

Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#12]
dopo
Utente
Utente
Mi scusi dottore della tarda risposta. A dirle la verità una scorretta chiusura dentaria mi è riscontrata, tant'è che nei prossimi giorni farò una un ortopanoramica dinamica, la mia paura è che questi sintomi possano essere ricondotti a qualcos'altro che non hanno sapunto ben individuare, inoltre vorrei precisare che l'ecografia alle parotidi e ghiandole sottomandibolari l'ho fatta un 6 mesi fa anche, ma queste formazioni nodulari non c'erano, a distanza di 6 mesi sono comparse, inoltre il linfonodo reattivo più grande sottomandibolare, bilateralmente, era di 10 mm. Inoltre ho fatto svariate analisi del sangue: emocromo completo; elettroforesi; P-ANCA, C-ANCA; immunoglobuline IgA, IgG, IgM; anticorpi: AMA; ASMA, LKM ed altri, a parte qualche stellina, ma i cui valori si discostavano di pochissimo, non è stato rilevato nulla.
[#13]
Dr. Edoardo Bernkopf Dentista, Gnatologo, Esperto in medicina del sonno 5,6k 190 26
Le confermo quanto le ho già scritto: senza vedere, non credo si possa dire di più. Cordiali saluti ed auguri

Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#14]
dopo
Utente
Utente
la ringrazio dottore della sua disponibilità. Se posso permettermi di chiederle un ulteriore chiarimento, in quanto, a seguito di questi noduli intraparotoidei, sono piuttosto in apprensione, sul referto c'è scritto: alle parotidi intraghiandolari da segnalare due formazioni nodulari anecogene prive di segnale vascolare, 5 mm a destra e 5 mm a sinistra, gentilmente mi chiarirebbe cosa sta a significare? se può essere indice di qualcosa di sospetto non buono?
[#15]
Dr. Edoardo Bernkopf Dentista, Gnatologo, Esperto in medicina del sonno 5,6k 190 26
Gliel'ho già scritto: è probabile che siano accumuli di saliva. Il problema, dal mio punto di vista, è capire se la masticazione crea una tensione del muscolo massetere che va a comprimere il dotto escretore della Parotide. Questo favorisce il ristagno e l'accumulo di saliva. Senza vedere non si può dire di più.

Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test