Intervento settoplastica e turbinati

Salve gentili dottori, sono una donna di 36 anni con setto nasale deviato congenito e operata in anestesia generale
il 09/11/20 in una struttura ospedaliera tramite Ssn (settoplastica e turbinati inferiori).
Il giorno 11/11/20 sono stata stamponata e seguito ALLA LETTERA terapia antibiotica (Unixime 400mg 1 al dí x5gg) e terapia nasale (Tonimer 1 lavaggio x3volte al dí, Rinalplus 1/2 contagocce x narice 2/3 volte al dí, Rinocidina 3/4 gocce x2 volte al dí).
Nei 4 primi gg dopo
l'intervento non ho avuto particolari dolori, dopodichè mi compare febbre 37-37, 5 e sensazione di malessere generale, avverto il chirurgo oto e mi consiglia Tachipirina 2 volte al dí.
Arrivo cosí al giorno del controllo, il 19/11, dopo avermi aspirata osservandomi mi dice che nella parte sinistra "C'è un po' di memoria" e mi ha consigliato crema GentalinBeta 2 volte al dí.
In effetti ad occhio si vede proprio che la narice sinistra è ancora leggermente ostruita
e con la destra respiro a pieno e con la sinistra NO.
La mia domanda è questa (la effettuerò anche al dottore naturalmente al prossimo controllo) : possibile che ci
sia stata già una
recidiva?
Cosa potrebbe essere andato storto?
Sono molto scoraggiata... Dopo
tanti anni di narice chiusa, dormire a bocca aperta
pensavo di risolvere.
Non so che fare... Non avevo esami clinici
storici perchè sono andati persi nei traslochi, sono andata a visita con richiesta medica dal dottore oto in questione che ha ritenuto opportuno sottopormi all'intervento inserendomi in lista di attesa... e la
mia attesa era di avere un setto nasale dritto, in asse che mi permettesse di non dover respirare con la bocca quando dormo o mi affatico e non avere il catarro bloccato a sinistra.
Grazie in anticipo a tutti i Professionisti presenti.
Elisa
[#1]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 32,2k 1,1k
E' molto presto per vedere il risultato dell'intervento chirurgico: dobbiamo attendere circa un mese. Ora si stanno formando le croste ematiche che impediscono una corretta respirazione, nonché dobbiamo attendere la caduta dei punti di sutura. Non comprendo cosa il Collega abbia potuto intendere con" c'è un po' di memoria", forse una deviazione del setto? Mi sembra strano, anche perché è vero che la cartilagine ha una memoria e, nel tempo, puo' riprendere una deviazione, ma ora è davvero presto che possa attuarsi. Le cure prescritte per il post operatorio sono corrette. Concludendo, dobbiamo attendere e vedere a distanza il risultato dell'intervento. Sappia comunque che, se ci fosse qualche problema, il tutto potrà risolversi con una revisione.
Un cordiale saluto

Dr. Raffaello Brunori

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille Dottor Brunori per la Sua attenzione, Le faccio sapere come andrà il controllo che farò il 26/11/20 magari chiederò delucidazioni sulla frase. Mi sento scoraggiata perchè è vero che è presto per una respirazione normale, dopo un intervento ci sono dei tempi, ma a occhio la narice sinistra mi sembra quasi identica a prima dell'operazione... Le dirò di più: appena tolto i tamponi avevo le narici completamente aperte e non si vedeva questa ostruzione a sinistra (non si tratta di croste), è stata una sensazione fantastica respirare a pieno naso! La saluto cordialmente Dottor Brunori e grazie ancora per il Suo parere.
[#3]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 32,2k 1,1k
I tamponi dilatano le narici e, quindi, un volta rimossi, queste ritornano nella norma. Come le ho detto, bisogna avere pazienza con l'augurio che l'intervento abbia risolto il problema respiratorio. Ora è ancora presto per vederne il risultato

Dr. Raffaello Brunori

[#4]
dopo
Utente
Utente
Salve Dottor Brunori e altri Dottori, oggi 26/11 secondo e ultimo controllo post operatorio. Il Dottore dice che va tutto benissimo ma c'è una deviazione ancora (memoria di cui parlò nello scorso controllo, spiegandomi che lavorando su cartilagini è podsibile che ritornino nella posizione iniziale) nella parte bassa, non so come spiegare in termini tecnici, verso la culumella , che secondo Lui non compromette la respirazione e che il "vestibolo è libero". Io non ho questa sensazione di narice libera, sento come se avessi una bollicina nel naso, e a occhio si vede proprio la deviazione. A questo punto mi ha consigliato di tornare a visita fra 3 mesi dopodichè valuterà la
possibilità di un intervento di revisione in anestesia locale. Intanto ho fatto richiesta all'ospedale per la cartella clinica e vorrei un parere di un altro specialista. Lei cosa ne pensa dottor Brunori ( o altri Professionisti presenti?) Grazie per l'attenzione e per il servizio che ci offrite online. Cordialmente, Elisa
[#5]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 32,2k 1,1k
Una possibile recidiva di deviazione della parte cartilaginea del setto nasale è possibile, certo, ma non nell'immediato. Comunque sia, ormai non possiamo fare altro che attendere almeno 3/4 mesi per una valutazione finale dell'intervento. Certamente, qualora ci fosse la necessità di reintervenire chirurgicamente, si potrà fare tranquillamente, non si preoccupi.

Dr. Raffaello Brunori

[#6]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille per la Sua risposta veloce e chiara, ma io ho ancora qualche perplessitá Dottore, se posso: visto che questa deviazione si è presentata immediatamente dopo l'intervento, possibile che sia stato
l'uso degli occhiali da vista? La mia abitudine a dormire sul fianco destro o uno stamponamento troppo precoce? La revisione come intervento è offerto dal SSN? Grazie ancora
[#7]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 32,2k 1,1k
Gli occhiali sicuramente non hanno comportato alcun danno, non essendosi trattato di un intervento di natura estetico, né dalla posizione notturna o dal precoce tamponamento. Ora non possiamo fare altro che attendere il dovuto tempo per capire l'esito dell'intervento. Certamente, l'intervento di revisione viene dispensato dal SSN.
Buona serata

Dr. Raffaello Brunori

[#8]
dopo
Utente
Utente
Salve Dott Brunori e gli altri Dottori, è possibile inviarVi una foto del mio naso, per un parere (per quanto sia possibile) della situazione attuale, perché io ho difficoltà a respirare dalla narice sinistra. Grazie
[#9]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 32,2k 1,1k
Per capire la causa del problema respiratorio nasale occorre una fibroscopia nasale. Esternamente, attraverso una foto, non si puo' capire nulla

Dr. Raffaello Brunori

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test