Orecchio irritato + liquido?

Un cordiale saluto cari dottori.
Passo alla mia domanda facendo un breve prologo.
Sono uno a cui spesso tendono a tapparsi le orecchie, quando guido dormo sul fianco doccia per via del cerume.
Ma era una cosa molto temporanea, quasi naturale che non mi ha dato problemi più di tanto.
Aggiungo che nel 2018, quasi tre anni fa, avevo avuto un'otite all'orecchio sn trattato successivamente con disinfettante e antibiotico che hanno risolto il problema.
Da allora, visto anche alcuni tappi di cerume che avevo avuto, ho sempre cercato di tenere adeguatamente pulite le orecchie, sia con un piccolo ferretto (so che è da evitare, ma è tondo in punta, lo disinfetto prima e facevo piano, soprattutto per la parte esterna e più larga) ocon uno spray per sciogliere il cerume (datomi per risolvere un tappo di 3-4 fa) e non ho avuto più grossi problemi, né sotto la doccia ecc... da un po' però mi sembra che il sn si tenda a chiudere, è come semi-tappato a volte (non completamente, come un tappo, diversamente), durante la giornata a volte migliora, si "stappa" o meglio si "allarga" e ultimamente avverto anche un lieve ronzio, che non so se c'era prima o era quasi impercettibile, ora è un po' più forte, lo avverto nel senso anche se non mi crea grossi problemi né di giorno né di notte.
Di questa parziale occlusione me ne accorgo appunto la mattina, dopo averci dormito sopra la notte e delle volte quando guido con il finestrino aperto.
Non gli ho dato mai grosso peso per: dalle precedente chiusure e la tendenza a farlo, al fatto che avendo avuto un'otite in passato pensavo fosse un po' un residuo, più sensibile insomma, al fatto che non mi creava problemi, che fosse "normale" che dormendoci sopra si potesse tappare, magari anche perché il cerume col peso si "compattasse" di più.
Gli unici sintomi come detto era una specie di lieve chiusura, ovattamento, quasi come ci fosse un gonfiore, un'irritazione all'interno dell'orecchio (nella parte esterna come quasi, vicino anzi dietro al trago in pratica) e muovendo la mascella in senso verticale, per sbloccare meglio, appunto un gonfiore, un toccare qualcosa le pareti delle ossa come se fosse infiammato/ingrossato.
Durante il giorno spesso migliora o quasi scompare.
Ora che è comparso il ronzio sembra più percepibile anche se a volte scompare anche quello.
infine questa mattina mentr lavarmi la faccia, inclinato verso il lato sinistro, ho sentito come qualcosa di umido che colasse e mettendo il dito ho sentito qualcosa di bagnato.
Nè una goccia però qualcosa di umido, comunque trasparente, dall'odore proveniva dall'orecchio.
Durante la giornata, questa mattina, con un lieve venticello, la brezza che entrava nel orecchio mi faceva sentire una lieve umdità dentro orecchio, anche se ovviamente non è che colava o col fazzoletto avessi trovato sangue muco, solo come del liquido bagnato appena.
Cosa può essere?
La pulizia ha potuto irritare la mucosa interna dell'orecchio?
Però perché l'altro no, se pure pulisco insieme.
[#1]
Dr. Edoardo Bernkopf Dentista, Gnatologo, Esperto in medicina del sonno 5,4k 186 26
Gentile paziente, "Sono uno a cui spesso tendono a tapparsi le orecchie...."
Probabilmente lei presenta una Disfunzione Tubarica. Ho spesso risposto su questo Sito a pazienti che riferivano un quadro simile al suo, per sottolineare il possibile ruolo patogenetico di una disfunzione dell'Articolazione Temporo Mandibolare (ATM): per non ripetermi, le suggerirei di leggere la mia risposta a questo quesito:
https://www.medicitalia.it/consulti/otorinolaringoiatria/400085-disfunzione-tubarica.html
Può trovare qualche informazione utile in più sui rapporti fra ATM e orecchio, e anche relativamente all'estensione del problema ad altri distretti nel mio sito internet alla pagina patologie trattate-Patologie dell’Orecchio , e leggendo gli articoli che si aprono con questi link. Cordiali saluti ed auguri.

https://www.medicitalia.it/minforma/Otorinolaringoiatria/961/Otite-che-non-guarisce-colpa-dei-denti
https://www.medicitalia.it/minforma/Gnatologia-clinica/1898/Ceruminosi-e-tappo-di-cerume

Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie. Volevo aggiungere però che questa situazione di pienezza la avevo da un po', mentre il ronzio è sopraggiunto poco meno di un mesetto fa. è vero che è stato un mese di stress per il molto lavoro a cui sono stato sottoposto, in cui ho preso diversa polvere , ne ho respirato un po'. Aggiungo e chiedo che sono allergico (polvere acari graminacee) e in questo periodo faccio moltissimi starnuti. C'entra qualcosa? Può aggravare la cosa, può essere temporanea? Anche se prima d'ora l'allergia non mi ha mai creato problemi alle orecchie (tappature, ovattuture ecc)
[#3]
dopo
Utente
Utente
E soprattutto, quel liquido che sento (il fresco all'orecchio con la brezza) cos'è? è normale che ci sia? Anche con quella condizione? Un mese fa ho fatto analisi del sangue per una cosa che non c'entra niente e non erano segnalate infezioni (i globuli bianchi erano apposto, nella norma), quindi credo non si tratti di infezioni auricolari dell'orecchio giusto?
[#4]
Dr. Edoardo Bernkopf Dentista, Gnatologo, Esperto in medicina del sonno 5,4k 186 26
"Volevo aggiungere però che questa situazione di pienezza la avevo da un po'": ma prima ancora non l'aveva, eppure un brutto giorno è insorta, come " il ronzio è sopraggiunto poco meno di un mesetto fa". Non c'è motivo per cui dovessero insorgere contemporaneamente. le confermo quello che le ho scritto. Cordiali saluti ed auguri

Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#5]
dopo
Utente
Utente
Capisco, e riguardo a quel liquido invece? Non so se ha letto il mio altro commento... è normale? E rientra nel quadro clinico da lei descritto?
[#6]
Dr. Edoardo Bernkopf Dentista, Gnatologo, Esperto in medicina del sonno 5,4k 186 26
Se si infilano i mignoli nei Condotto Uditivo Esterno (CUE) , con i polpastrelli verso l’avanti e si battono i denti, è possibile sentire come il condilo mandibolare picchia contro il CUE. Può picchiare così forte che in letteratura ci sono alcuni articoli che descrivono addirittura lo sfondamento della parete posteriore della Cavità articolare Glenoide e l’invasione del CUE da parte del condilo. In realtà il condilo può entrare in conflitti anche più leggeri con l’orecchio: se interessa la tuba ne soffre quello medio, se interessa il CUE PREDISPONE ( non causa) la patologia del CUE, che va dalla presenza di sierosità ("riguardo a quel liquido invece?"), ad una ipersecrezione di cerume fino all’Otite Esterna: l’irritazione cronica favorisce l’impianto di batteri e funghi.
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1898-ceruminosi-tappo-cerume.html
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/2492-il-prurito-auricolare-cronico.html
Cordiali saluti ed auguri

Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#7]
dopo
Utente
Utente
Capisco. Le domando un'ultima cosa e poi mi aqquieto. Quindi quel gonfiore, quella sensazione di pienezza auricolare deriva da quell'irritazione e da quel fluido sieroso? E finisco, mi diceva che può favorire all'esterno, batteri e funghi ma come ho scritto prima "un mese fa ho fatto analisi del sangue per una cosa che non c'entra niente e non erano segnalate infezioni (i globuli bianchi erano apposto, nella norma), quindi credo non si tratti di infezioni auricolari dell'orecchio giusto?" perciò non ci sono infezioni batteriche e miotiche?? Grazie per le risposte comunque.
[#8]
Dr. Edoardo Bernkopf Dentista, Gnatologo, Esperto in medicina del sonno 5,4k 186 26
"quella sensazione di pienezza auricolare" può derivare dal conflitto fra condilo mandibolare e tuba di Eustachio, chge favorisce il ristagno di catarro nell'Orecchio Medio, e quindi le possibili infezioni (Otite Media). Allo stesso modo, il conflitto con il Condotto Uditivo Esterno e la sua cronica irritazione, favoriscono l'iperproduzione di cerume, il prurito e le possibili infezioni batteriche (Otite Esterna) micotiche: se queste ultime non ci sono , non cambia nulla nel giudizio e nel mio approccio clinico , perchè non si è verificata una complicanza, ma il problema di fondo può comunque essere presente e importante.
Credo che via rete, senza una disamina diretta del suo caso, non si possa dire di più.
Cordiali saluti ed auguri.

Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#9]
dopo
Utente
Utente
Era solo un tappo di cerume, poi trattato con degli spray. Solo per curiosità, è normale avere ancora un po' di acufene? Seppur quasi completamente attenuato e comunque molto leggero, ma percepibile leggermente durante il silenzio. Nell'altro nulla invece ovviamente. è normale? magari come si è "stappato" ci si sente di più e quindi una specie di ronzio pure, che magari con qualche tempo, giorno scomparirà?
[#10]
Dr. Edoardo Bernkopf Dentista, Gnatologo, Esperto in medicina del sonno 5,4k 186 26
Mi scusi, ma via rete , senza un esame diretto del caso, non credo si possa dire di più. Cordiali saluti ed auguri

Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio