Utente
Salve, mi chiamo Paolo, ho 29 anni cerco spiegazioni sul mio problema. Il 3 settembre sono andato al mare per fare pesca in apnea (5-10metri in genere) mentre ero in acqua ho avvertito come se dell'acqua mi fosse entrata nell'orecchio destro(capita ma dopo al max qualche giornata va via),ho completato la mia pescata, e quando sono uscito ho trovato l'orecchio ovattato. Sono rimasto qualche giorno in attesa pensando fosse acqua ma dopo 48 ore sono andato in ospedale. Il dott. mi ha detto che ho subito trauma acustico poichè dall'audiometria A dire il vero i primi giorni mi davano fastidio i rumori,il parlare, ma soprattutto il ronzio forte ( tipo un canotto che si sta sgonfiando) che sovrastava i suoni circostanti. L'8 sett. cmq ho pensato di farmi visitare da un altro specialista che guarda caso mi dice che il mio problema è pensate un otite catarrale acuta ,il timpano retratto e infiammato, evidenziata dal fatto che il timpanogramma risultava in altezza 0.25 e posto sui -80 sull'asse ascisse. inoltre l'esame audiometrico fatto per via aerea e ossea e non solo per via aerea come aveva fatto il primo medico svogliato e menefreghista ha evidenziato una ipoacusia neurosens sui 4000hz 60db e il dott, dice che questo è un problema irrilevante probabilmente presente da diverso tempo non evidenziato poichè l'altro orecchio sano ha lavorato anche per lui. Dopo 2 sett. di cure l'ovattamento è andato via, l'udito è ritornato pare normale, il timpanogramma è come detto prima ma il nervo acustico risponde già bene ma c'è una cosa che devo risolvere che è il ronzio perenne che ovviamente è diminuito molto ma persiste. Volevo sapere se il rumore è correlato all'otite, o magari persiste fintanto chè il timpano acquisisca la giustà elasticità. Quanto tempo impiega un timpano a ristabilirsi dopo otite? .Ora siamo al 28 sett. quindi sono passati 20 gg da quando ho seguito la seconda terapia ( antibiotici 6 giorni + air cort e aerosol di ambroxol e prontinal fino al 30 sett.) medica.
Pensate occorra più tempo per guarire o i maledetti ronzii persisteranno a vita? IO credo che il ronzio è un problema serio
RINGRAZIO VIVAMENTE coloro che mi risponderanno e consiglieranno sul da farsi

[#1]  
Dr. Giuseppe Garo

24% attività
0% attualità
12% socialità
SAN REMO (IM)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2003
Gentile Sig. Paolo, intanto sono contento di poter rispondere ad un mio concittadino: ho letto il suo racconto e credo che l'inquadramento del Suo caso in occasione della seconda visita sia stato più completo, anche se l'ipotesi più verosimile comprenderebbe anche il "momento" acuto post-immersione (barotrauma); solitamente queste condizioni patologiche sono reversibili, ma ovviamente un parere "on line" ha molti limiti, e pertanto non posso andare oltre, nè tantomeno proporre una diagnosi alternativa. Se Le facesse piacere può mandarmi via mail un allegato con l'esame audiometrico. Rimanendo a Sua disposizione, Le porgo i miei più sinceri saluti. Dott. Giuseppe Garo
(info@studiogaro.it - www.studiogaro.it)
Dr. Giuseppe Garo

[#2] dopo  
Utente
Volevo anche dire, che soffro di allergia alla parietaria per cui nel periodo estivo quando c'è la fioritura non respiro benissimo, ma quando sono al mare in acqua miglioro tantissimo poichè elimino molto muco dal naso e dalla gola. Inoltre miglioro dopo aver fatto sport tipo corsa o calcio.
Per quanto riguarda il ronzio credo si affievolisca un poco dopo che urino e la mattina appena sveglio.
Insomma c'è una cura per il ronzio o no? SCusate la terminologia

[#3]  
Dr. Antonio Frisina

24% attività
0% attualità
0% socialità
VICENZA (VI)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2006
Caro paziente,
un otite catarrale si risolve con un tempo variabile da 10 giorni a 20-25 giorni. La scomparsa dell'ipoacusia e dell'ovattamento auricolare è un buon segno. Il persistere del ronzio può indicare una non completa risoluzione dell'otite catarrale, ma attenzione che l'evento otite non abbia evidenziato un acufene latente espressione del danno neurosensoriale sui 4000 hz. In poche parole le consiglio di eseguire innanzitutto della ginnastica tubarica (manovra di compensazione di vasalva più volte al giorno: 30-40 volte). Se persiste l'acufene ripeterei l'esame audiometrico per evidenziare se vi è una perdita neurosensorile monolaterale sui 4000 hz, che richiederebbe ulteriori approfondimenti audiologici.
Distinti saluti Dott. Frisina
Dott Frisina Antonio

[#4]  
Dr. Alessandro Valieri

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
16% socialità
RAVENNA (RA)
BOLOGNA (BO)
CODIGORO (FE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro paziente,
risolta l'infiammazaione dell'orecchio medio, per meglio inquadrare l'acufene, Le consiglio ABR.
Dr. ALESSANDRO VALIERI
*Centro Laser Chirurgia Emilia e Romagna*
www.alessandrovalieri.it

[#5] dopo  
Utente
l'ABR l'avevo fatta il primo giorno, il medico mi ha detto che il problema non era a livello centrale ma a livello periferico.
Vorrei chiedere; una perdita uditiva da trauma acustica è per forza accompagnata da acufeni?
Attualmente sento schiocchi e crepitii più volte nella giornata. Pu0' essere che la tuba di eustachio abbia qualche problema di tipo muscolare, poiche' quando mi trovo inluoghi un poco caotici avverto i rumori

[#6]  
Dr. Alessandro Valieri

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
16% socialità
RAVENNA (RA)
BOLOGNA (BO)
CODIGORO (FE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro paziente,
l'ipoacusia non sempre ma molto spesso si accompagna ad acufeni. Per la disfunzione tubarica Le consiglio autoinsufflazione con Otovent.
Dr. ALESSANDRO VALIERI
*Centro Laser Chirurgia Emilia e Romagna*
www.alessandrovalieri.it

[#7] dopo  
Utente
Salve a tutti, ancora non ho risolto il mio problema all'orecchio. Attualmente ho ancora un fruscio tipo rubinetto aperto accompagnato da schiocchi. Ho un fastidio anche quando sento rumori un poco forti, tipo treni, grida, ferri che battono che mi causano una specie di rimbombo. Può essere che la tuba non si sia aggiustata ed è necessario un intervento chirurgico? Ho provato a fare compensazione Valsalva e avverto che l'orecchio sx c'è come un sacchetto che si riempie d'aria mentre il dx non ha questo comportamento.

[#8]  
Dr. Alessandro Valieri

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
16% socialità
RAVENNA (RA)
BOLOGNA (BO)
CODIGORO (FE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro paziente,
può in effetti essere reponsabile dei Suoi disturbi la tuba di Eustachio. Ha provato la ginnastica tubarica con Otovent, prima di ipotizzare chirurgia?
Dr. ALESSANDRO VALIERI
*Centro Laser Chirurgia Emilia e Romagna*
www.alessandrovalieri.it