Utente 126XXX
Gentili dottori,

vi scrivo in merito ad un problema che riguarda il mio bimbo di 37 mesi.
Non mastica, non ci prova neppure , si tiene il mangiare in bocca, sulla lingua,non ascolta minimamente i miei consigli ,quando gli suggerisco di spostare il cibo sui denti, di schiacciarlo con quelli, si limita o a sputarlo,o a ingoiarlo sano,con conseguenti conati di vomito.
Sono stata da diversi pediatri,l'ultimo dei quali era pure un neuropsichiatra,e tutti mi hanno detto la stessa cosa,ovvero di pazientare, assicurandomi che si sbloccherà.
Dunque io sono sicura che si sbloccherà, non si sono mai visti diciottenni che mangiano solo alimenti passati, ma mi chiedevo se io posso far qualcosa.
Io fino ad oggi gli ho sempre proposto una varietà di alimenti, cercando qualcosa che possa piacergli di più..ma a lui non piace nulla,neppure le classiche " schifezze " che i genitori vietano in maniera categorica, tipo patatine,gelati...
Gli apparecchiavo in maniera allegra, lo distraevo, ma niente .
Adesso dovrebbe andare all'asilo e io informerò la maestra sulla situazione, ma l'ansia è parecchia,soprattutto perchè il mio bimbo è molto socievole e spesso accetta mangiare dagli altri, lo tiene in bocca e poi lo manda giù sano,rischiando di soffocare.
Credetemi ho rischiato l'infarto parecchie volte.

Cosa posso fare per sbloccarlo??

[#1]  
40088

Cancellato nel 2010

Gentile signora,
anche io le dico che la funzionalità masticatoria,piano piano si normalizzerà. Stia tranquilla.

Cordiali saluti

[#2] dopo  
Utente 126XXX

Gentile Dottore,



grazie mille per la risposta,tuttavia il problema continua a preoccuparmi ogni giorno di più..

Mio figlio ha 3 anni e 6 mesi e non mastica nulla.

Mangia ancora tutto passato, e imboccato da me.

Io cerco sempre di farlo partecipare al nostro pasto..

Gli offro tutto quello che io e mio marito abbiamo nel piatto,

e lui quasi sempre rifiuta…

Rare volte accetta,mette il cibo solido in bocca, lo tiene sulla lingua ,

quando va bene , mi chiede di metterlo nei denti ( e questo succede

dopo un’attesa di almeno 10 minuti ) e simula una masticazione e inghiotte.

Molto più spesso dopo che il cibo sulla lingua ha perso ogni sapore,

glielo devo togliere dalla lingua.

Inutile dirle che con tutta la pazienza del mondo,adesso sono preoccupatissima,

perché nutrivo speranze sulla frequentazione dell’asilo,

ma a lui non importa assolutamente nulla se i suoi compagnetti

mangiano patatine, creackers e quant’altro…

Inoltre questo “ problema “ sta limitando tutti noi, lui per primo,

non posso accompagnarlo alle feste e lasciarlo lì,perché dovrei chiedere alla

mamma di turno di stargli dietro e non dargli nulla prima che soffoca o vomita.

Non può partecipare alla gita scolastica, perché si pranzerebbe al ristorante e certo

non posso portare omogeneizzati.



Ho consultato 2 diversi pediatri che mi hanno dato ciascuno un consiglio opposto all’altro.

Un dottore mi ha detto che dovrei farlo “ morire di fame “ obbligandolo se vuole mangiare a

masticare e mangiare quello che ha nel piatto, altrimenti digiuno.

In questo caso il mio timore è di far sorgere disturbi alimentari,

facendo odiare il momento del pasto a mio figlio..

L’altro dottore mi ha detto di avere pazienza e che prima o poi si sbloccherà da solo..ma

sono 2 anni che mi ripetono la stessa cosa…e non si è affatto sbloccato..



Io vi chiedo gentilmente un parere e ascolterò tutti i consigli…perché tempo che

la situazione possa solo degenerare.

[#3]  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Ci sono alcuni specialisti che si occupano delle disfunzioni della deglutizione (deglutologia). Alcuni sono dentisti, altri sono otorino. Provi a digitare "otorino deglutologia" oppure "dentista deglutologia" vengono fuori nomi di bravi professionisti. Non so se potranno aiutarLa, una visita presso di loro se fosse mio figlio io la farei.
Saluti
PS cerchi di non drammatizzare troppo, vedrà che tutto passerà col tempo. L'altro specialista a cui farei visitare il figlio è il neurologo.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#4]  
40088

Cancellato nel 2010

Gentile signora, a questo punto, Le consiglio di effettuare un'altra consulenza da parte di un Neuropsichiatra infantile; non lo stesso che ha già consultato, per sentire un altro parere. Mi informi
sull'esito.
Un cordiale saluto e auguri.