Utente 148XXX
Salve ho un piccolo problema con mio figlio che ha un anno. Da tre mesi a questa parte abbiamo verificato, con visite effettuate da 3 pediatri, che il piccolo ha una lieve dermatite atopica. Si presenta con delle chiazze di 2-3 centimetri, un po' arrossate che poi danno origine a pelle secchissima quasi crosticine. Sene contano un paio grandi e altre piccoline sul pancino e 3-4 sulle cosce. I pediatri ci hanno consigliato di abolire profumi, ammorbidenti per panni, bagno schiumi troppo schiumosi, abiti in lana. Ci hanno detto che potrebbe essere anche un'allergia alimentare e quindi di abolire gli alimenti nuovi che abbiamo dato al bimbo negli ultimi 3 mesi. Per il bagnetto ci hanno consigliato di usare un detergente fluido della Vea e l'olio Vea spray. A questo problema che mi tiene un po' in ansia se n'e' aggiunto un altro: Da un 10 giorni abbiamo notato che all'inguine si e' formato un linfonodo di 3 cm, puo' essere causato dalla dermatite? Oppure dal vaccino fatto il 20 di Aprile? A noi hanno detto che puo' essere causato anche dal pannolino o da una botticella subita mentre gattonava. Gentili dottori mi scuso per le tante domande fatte e per il messaggio lungo ma e' importante sapere tante cose quando c'e' di mezzo la salute di un figlio Cordiali saluti e grazie.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci

40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VALENZA (AL)
TORTONA (AL)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Salve,
come al solito quando si tratta di dermatite atopica si cade in una grande confusione, molto, direi, anche per colpa dei pediatri che si ostinano a fossilizzare, almeno per una buona parte, tutto sul cibo e le allergie. Devo purtroppo dirvi che nella DA cibo ed allergie non c'entrano che in maniera assolutamente marginale. In realtà ci sono tuta una serie di alterazioni molto lunghe e complicate da spiegare ma che portano ad un bimbo che, di faTTO, ha una cute molto scca e molto sensibile, tuto qui. Questa cute si irrita facilmente per tutta una serie di fattori , ma fondamentalmente per ciò con cui viene a contatto, manofestando eritema, secchezza e prurito.
Insieme a questo ci sonmo tutta una serie di sintomi di acompagnamento della dermatite.
La terapia è semplice ma complessa: bisogna diminuire la reattività cutanea con antistaminici somministrati a cicli di media lunghezza (30 -45 gg) creme anti iritanti ed emollienti, un ripristino di una adeguATA idratazione cutanea.
Questo, per sommi capi è tutto. Dieri che l'optimum per voi sarebbe rivlogersi ad un dermtolgoo pediatra di buon livello, che non riempia il bambino di steroide ma stabilisca con voi unmodus operandi nell'ambito di una gestione del piccolo che abbia un orizzonte temporale medio lungo.
Con questo vi auguro la buona notte e vi saluto caramente


Mocci
Luigi Mocci MD

[#2] dopo  
Utente 148XXX

La ringrazio per la tempestivita' e la cortesia con cui ha risposto, ma del linfonodo cosa mi puo' dire? Grazie ancora

[#3] dopo  
Dr. Luigi Mocci

40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VALENZA (AL)
TORTONA (AL)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Va valutato, perchè potrebbe avere cause diverse, valutabili, appunto dallo specilista che lo visiterà.

saluti

Mocci
Luigi Mocci MD