Utente cancellato
Buongiorno, sono la mamma di un bimbo di 3 anni e due mesi nato prematuro di 2 mesi. Ho un problema e cioe' che il bimbo non parla benissimo. Ha camminato a 19, a gattonare ha iniziato a 11/12 mesi e anche i dentini li ha iniziati a mettere a 11/12 mesi. Tutto con la dovuta calma insomma. Paroline ne dice tante E anche frasette magari corte ma le dice. Da 2 mesi ha iniziato l'asilo e qualcosina è megliorato ma ho l'ansia che rimarrà sempre così.. Una cosa che proprio non riesce a correggere sono le E e le I finali. Faccio un esempio: PIEDE o PIEDI dice PIEDA. Se però gli faccio dire PIE e poi a parte DE o DI lo dice corretto. Altri esempi: INSIEME lui dice INFIEME - FUORI dice FOA - SOTTO lo dice giusto ma SOPRA dice FOPRA - VERDE per lui è VERDA. Se bisbiglio lui capisce quindi non penso sia sordo. Quanto parla si sforza di pensare e dire le parole giuste in modo che io riesca a capire. Gli dico non capico per spronarlo e lo correggo dolcemente quanto sbaglia qualcosa...senza impormi. Gli esami fatti dalla neuropsichiatra per i primi 2 anni (per la prematurità) sono sempre stati corretti. Tutto nella norma insomma. Preciso che noi abitiamo in un posto dove è l'unico bimbo e per 3 anni è sempre stato in mezzo ad adulti. Il pediatra dice che questo influisce parecchio e che prima di rivolgersi al logopedista bisogna vedere come va questo primo anno di asilo. E' corretto? Volevo anche un vostro parere. Vi ringrazio e vi saluto.

[#1] dopo  
141415

Cancellato nel 2016
Gentilissima

A quanto pare Lei è preoccupata per suo figlio,secono lei la crescita dovrebbe svolgersi in un modo uguale per tutti!

In verità ogni bambino presenta fasi del ciclo evolutivo personali ed ad personam.
Con questo voglio dire che il bambino va accompagnato ma senza troppa preoccupazione,maltrimenti rischiate di farlo diventare un caso clinico quando invece si tratta di una fase evolutiva,il pediatra credo abbia risposto benissimo dicendogli di aspettare concordo con il medicomse vuole attenda anche il parere dei colleghi!

[#2] dopo  
165992

dal 2011
La ringrazio per la risposta, ma la mia era una semplice domanda ... non penso sia una caso clinico. Il bambino è sano, intelligente e non gli manca nulla. Da quando va all'asilo migliora giorno per giorno. E non gli ho mai fatto pesare le paroline che non dice correttamente. So che ogni bimbo ha i suoi tempi...non siamo mica macchine tutte uguali. La mia perplessita' sorge, ogni tanto, quando vedo dei bimbi della stessa età che parlano in modo fluente e come mamma, che ama suo figlio, mi preoccupo chiaramente. Non dovrei forse? Sto attenta a tutto quello che lo riguarda ma senza oppressione...non sono proprio il tipo.
Chiaro che, come ogni mamma, soprattutto al primo figlio possono venirmi dubbi su certe cose.