Utente 107XXX
Salve, mia moglie durante la degenza in ospedale post parto (17/01/11) ha notato, mentre cambiava il pannetto del neonato, delle striature di sangue rosso vivo fra le feci. Immediatamente il personale della neonatologia ha effettuato una raccolta durante tutta la nottata dei pannetti effettuando il giorno successivo un'esame di sangue occulto nelle feci che ha avuto esito positivo. Nella mttinata successiva sono state effettuate delle analisi del sangue che hanno sottolineato una PCR alta (18) che hanno portato i medici ad effettuare un'eco dell'encefalo che ha dato esito negativo. Il giorno successivo sono stati ripetute le analisi del sangue che hanno rivelato nuovamente una PCR ALTA ma comunque in discesa rispetto al giorno prcedente. Il bimbo è stato dimesso con il valore PCR di 9 che è sceso sotto i 5 quattro giorni dopo alla visita di controllo. I medici dell'ospedale ci hanno detto di non preoccuparci ma a distanza di un mese esatto si sono ripresentate queste striature di sangue nelle feci che adesso non sappiamo se accompagnate da una pcr alta. Fatto stà che il pediatra ci ha detto che molto probabilmente dipende da una ragade interna, ma ad occhio non si vede nulla e che per lui la questione pcr è chiusa...come dobbiamo comportarci? il bimbo comunque è cresciut, alla nascita pesava Kg 2720 ed oggi pesa Kg 4250 alimentato con latte materno.Naturalmente abbiamo accertato ed escluso lesioni del capezzolo e alimentazione della mamma.

[#1] dopo  
Dr.ssa Maria Nobili

24% attività
0% attualità
12% socialità
FOGGIA (FG)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Sarebbe importante sapere se il bimbo evacua spontaneamente, la consistenza delle feci ed il latte che assume.
Dr.ssa maria nobili

[#2] dopo  
Utente 107XXX

Si il bimbo ha sempre evacuato spontaneamente, e le feci sono liquide in quanto assume il latte dalla mamma.Anticipatamente ringrazio.

[#3] dopo  
Dr.ssa Maria Nobili

24% attività
0% attualità
12% socialità
FOGGIA (FG)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Penso anch'io che il bimbo possa avere delle ragadi,la pcr non ha importanza, piuttosto si faccia consigliare una terapia topica. Saluti e mi tenga informata.
Dr.ssa maria nobili

[#4] dopo  
Dr. Marco Aicardi

24% attività
0% attualità
0% socialità
AOSTA (AO)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2007
Dovrebbe anche specificare l'unità di misura della PCR; in alcuni casi 18 è appena sopra il limite della norma e non significativo dal punto di vista clinico.
Con altre unità di misure 18 è da indagare e/o trattare seriamente.
Per quanto riguarda la ragade interna, è... interna! Non si vede dall'esterno, altrimenti sarebbe una ragade esterna.
Comunque lesioni al capezzolo materno non danno sangue rosso nelle feci ma melena (cioè sangue digerito).
Cordiali saluti.
---

[#5] dopo  
Utente 107XXX

Il 04/05 siamo stati in ospedale in quanto nuovamente nelle feci abbiamo riscontrato del sangue unito a mucosa. Premetto che in questi mesi la cosa è stata trattata come sospetta presenza di ragadi interne ma senza una diagnosi certa. E' stata utilizzata la crema ciderma consigliata dal pediatra dell'asl ma senza risultati, e proprio ieri alla visita al pronto soccorso pediatrico la dottoressa ha visto delle ragadi che non ci sono in quanto visitato successivamente da un'altro pediatra non sono individuate. Fatto stà che il pediatra ci ha consigliato a questo punto di effettuare una colonscopia al Bambin Gesù di Roma unico centro al sud Italia che può effettuare un'esame del genere ad un bambino così piccolo. A questo punto faccio bene a pensare che il medico sospetti una colite ulcerosa o qualcos'altro ? Siamo partiti da lievi striature di sangue rosso quando è nato e ad oggi siamo arrivati a questo sangue rosso vivo con presenza di mucosa associata ad irrequietezza, inappetenza e meteorismo. Come devo muovermi. Aiuto.

[#6] dopo  
Utente 107XXX

Ci sono degli esami meno invasivi che si possono effettuare per verificare un processo infiammatorio? Un'ecografia dell'addome ci aiuterebbe a scongiurare qualcos'altro?

[#7] dopo  
Utente 107XXX

Salve dopo varie peripezie ed una visita in chirurgia pediatrica sono state confermate le ragadi anali o meglio tre ragadi. Per due giorni abbiamo utilizzato il proctolin su consiglio del chirurgo ma il filetto del bambino e' diventato di fuoco quindi abbiamo sospeso.Il Pediatra ci ha consigliato una terapia omeopatica che a suo dire ha gia' dato ottimi risultati in merito: granuli di Acidum nitricum 7 Ch, e pomata ciderma.

[#8] dopo  
Dr.ssa Maria Nobili

24% attività
0% attualità
12% socialità
FOGGIA (FG)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009

Per la diagnosi ero quasi certa si trattasse di ragade, la
pomata Proctolin la conosco,i farmaci omeopatici no. So però di colleghi che ormai curano esclusivamente con l'omeopatia con buoni risultati, spero sia il vostro caso. Buona serata e sono a disposizione per ulteriori consigli
Dr.ssa maria nobili

[#9] dopo  
Utente 107XXX

Grazie Dottoressa volevo comunicarle che abbiamo ripreso ad applicare il proctolin dopo aver curato il rossore al culetto e non a caso abbiamo notato comunque che il bambino ora e più tranquillo e a ripreso a mangiare regolarmente...a fine maggio sospenderemo il proctolin e verificheremo come va....e grazie per i consigli e i pareri che dispensate con professionalita.

[#10] dopo  
Dr.ssa Maria Nobili

24% attività
0% attualità
12% socialità
FOGGIA (FG)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Sono contenta, penso che sicuramente risolverete,io sono comunque a disposizione. Buona serata
Dr.ssa maria nobili