Utente 182XXX
Salve,

sono il padre di una bambina di 22 mesi.

Ad Aprile 2011 (quando la bimba aveva 11 mesi) le è stato diagnosticata un' infezione delle vie urinarie a seguito della quale è stata fatta una Cistoscintigrafia Minzionale.

La diagnosi è stata: Reflusso Vescico Ureterale bilaterale di grado lieve.

La bimba da allora è stata sotto profillassi antibiotica con Augmentin, e l'urologo di riferimento (ospedale Bassini di Cinisello Balsamo) consigliò di rifare l'esame a distanza di un anno.
Ogni volta che aveva un pò di febbre abbiamo sempre fatto l'urinocoltura che è stata sempre negativa.

6 giorni fà abbiamo rifatto la cistoscintigrafia e l'esito è stato: Reflusso Vescico Ureterale SX di grado lieve. A DX non c'è più segno di reflusso, quindi dopo quasi un anno il problema si è risolto solo parzialmente.

A questo punto si aprono varie strade: continuare con la profilassi antibiotica, sospenderla e rifare la cistoscintigrafia tra qualche mese (può svilupparsi una resistenza all'antibiotico?) o procedere con l'intervento in endoscopia?

Grazie per la disponibilità,
distinti saluti,
Giovanni.

[#1] dopo  
Dr. Gaetano Pinto

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
0% attualità
20% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
TORRE ANNUNZIATA (NA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
gentile signore
il reflusso vescico ureterale lieve guarisce nell'arco di qualche anno.Le ultime linee guida indicano che la profilassi antibiotica sarebbe inutile.La cosa fondamentale è accorgersi subito dell'insorgenza di un'infezione delle vie urinarie,con tempestivo uso di antibiotici appropriati. Esame principe è l'urinocoltura ma può' bastare anche solo la presenza nelle urine di nitriti,leucociti,esterasi leucocitaria.Il sospetto di una infezione è spesso la febbre senza localizzazione e la disappetenza.
Utile l'intervento tempestivo con antibiotici specialmente nell'eta' più' a rischio(fino a 30 mesi)Per maggiori delucidazioni può' afferire ad un centro di urologia pediatrica.
Cordialissimi saluti ed auguri
Dr. Gaetano Pinto

[#2] dopo  
Utente 182XXX

Grazie per la cortese risposta Dr. Pinto.

Cordiali saluti,
Giovanni.