Utente 211XXX
Egregi Dottori,
sono la mamma di una bimba di 4 mesi.
La mia bimba è nata a 37 settimane col peso di 2995 grammi, 2750 grammi alla dimissione.
La allatto sia con latte materno che con latte artificiale (con prevalenza del secondo per via di una scarsa produzione del mio latte) e, nel primo mese di vita, la bimba ha avuto un'impennata di crescita guadagnando 1 kg e 600 grammi in 30 giorni.
Poi ha iniziato ad ingrassare sempre meno e, ad oggi, pesa 5900 grammi.
Nel corso del terzo mese, non essendo il mio latte sufficiente a sfamarla e non gradendo più il biberon di artificiale, la pediatra di famiglia ci ha detto di aggiungere il biscottino granulato (senza uovo e senza glutine) per rendere la poppata più appetibile.
All'inizio sembrava andasse tutto bene, fino a quando non ha iniziato ad avere delle scariche di diarrea molto frequenti, anche 4 volte al giorno.
La pediatra ci ha prescritto dei fermenti lattici e delle vitamine in gocce da somministrare giornalmente, dicendoci altresì di interrompere la somministrazione del biscotto.
La bimba sembrava essersi regolarizzata, ora mangia circa 900 grammi al giorno (tra latte materno e artificiale) e sembrava andare tutto bene.
Reintroducendo il biscottino, a causa di un lentissimo aumento del peso, è tornata ad avere queste scariche di diarrea. Nuovamente, abbiamo sospeso il biscotto e sembra essere tornata regolare. Ciò ci lascia pensare che sia stato il biscottino granulato a darle problemi, quindi non glielo stiamo dando più.
Oggi la mia bimba ha quattro mesi, da due giorni la situazione è tornata alla normalità ma, giornalmente, la mia piccola continua a perdere peso.
Nell'ultimo mese, tra alti e bassi, ha messo su solo 400 grammi, nonostante abbia guadagnato 3 cm di altezza e 1,5 di circonferenza cranica.
In pratica la bimba cresce, ma non ingrassa, anzi, nonostante ora stia mangiando regolarmente e solo latte, tende ad avere dei cali di peso.
La pediatra non è incline all'idea dello svezzamento, vuole comunque attendere il quinto mese di vita, ma la bambina è visibilmente dimagrita.
Può dipendere dagli ultimi episodi di diarrea?
La guardo e mi sembra serena... gioca, fa progressi, sorride e non si lamenta, ma questo peso scende a picco o, quando va bene, si arresta. Sono molto preoccupata, per questo chiedo una Vostra risposta e, in attesa, Vi ringrazio.

[#1] dopo  
Dr. Gaetano Pinto

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
0% attualità
20% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
TORRE ANNUNZIATA (NA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
Gentile signora
lo svezzamento secondo le ultime linee guida va iniziato tra il 5° e 6° mese ,evitare anche il biscotto . Il fatto che la bambina non prende peso può' essere dovuto a a svariate cause tra cui una infezione alle vie urinarie ,allergia alle proteine del latte vaccino,problemi di malassorbimento.Cause queste che vanno escluse con appropriati esami ematochimici e strumentali. E' preferibile poi durante gli episodi di diarrea non somministrare prodotti vitaminici che non servono a curare la diarrea
La saluto cordialmente
Dr. Gaetano Pinto

[#2] dopo  
Utente 211XXX

La ringrazio per il consulto.
A quanto pare si tratta di infezione alle vie urinarie, almeno a giudicare dai risultati dell'urinocoltura.
Domattina andrò a ritirare il referto dell'antibiogramma (non ancora disponibile) per saperne di più sul tipo di germe, e così potrò aggiornarLa.
La pediatra di famiglia, di fronte all'esito positivo generico della coltura delle urine, ha prescritto alla bimba un antibiotico (clavulin) per 7 giorni e reuflor in gocce per 10 giorni.
Secondo Lei quanto tempo ci vorrà per riportare la situazione alla normalità e guadagnare nuovamente un po' di peso?
Un saluto e mille grazie ancora.

[#3] dopo  
Dr. Gaetano Pinto

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
0% attualità
20% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
TORRE ANNUNZIATA (NA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
gentile signora
una volta risolta l'infezione la situazione ritornerà' alla norma in breve tempo.Le consiglio praticare una ecografia addome dopo la terapia
di nuovo saluti
Dr. Gaetano Pinto

[#4] dopo  
Utente 211XXX

Grazie, farò tesoro del Suo consiglio.
Dieci giorni fa, il radiologo ha effettuato un'ecografia completa di anche e reni, ma ancora non eravamo a conoscenza dell'esito dell'urinocoltura. Sembrava tutto nella norma. Prenderò appuntamento per un'eco all'addome, grazie ancora.

[#5] dopo  
Utente 211XXX

Buongiorno,
ho ritirato il referto dell'urinocoltura della mia bimba.
L'anomalia consiste in una conta batterica di proteus vulgaris, a 47000, mentre nei valori di riferimento, pare che una giusta conta batterica non dovrebbe superare i 10000.
Dall'antibiogramma, risulta che questo germe sia resistente all'antibiotico che stiamo somministrando (amoxicillina + acido clavulonico).
Conviene sostituire la terapia e optare per un antibiotico più efficace?
Grazie.

[#6] dopo  
Dr. Gaetano Pinto

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
0% attualità
20% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
TORRE ANNUNZIATA (NA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
Gentile signora
la raccolta delle urine deve avvenire in modo sterile quanto più' possibile.Bisogna prima pulire i genitali con soluzione detergente e poi sciacquare con soluzione fisiologica sterile,applicare il sacchetto avendo cura di non toccarlo dalla parte interna ,se dopo 20 min non si è riempito va sostituito.Le urine raccolte vanno inviate subito al laboratorio.Per quanto riguarda la carica batterica,tra 10000 e 100000 colonie per ml è una risposta dubbia,da ripetere, da considerarsi pero'positiva se l'esame di urine semplice depone per la presenza di nitriti ,molti leucociti ed esterasi positiva.Chiaramente la terapia deve essere mirata cioè bisogna comunque farsi guidare dall'antibiogramma.L'urinocoltura va ripetuta dopo 2 giorni dal trattamento e poi dopo 7 giorni dalla fine del trattamento e poi ogni 9o giorni per 1 anno.
saluti
Dr. Gaetano Pinto

[#7] dopo  
Utente 211XXX

Infatti ci siamo attenuti alle regole per ottenere un campione d'urina "incontaminato". Lo stick urine eseguito oggi non presenta anomalie se non un aumento dei leucociti.
Oltretutto, da quando abbiamo sospeso l'entero 4 (su indicazione della pediatra di famiglia lo abbiamo rimpiazzato con reuflor) sono ritornate le scariche, non abbondanti come prima ma le feci sono molto liquide, a tratti grumose. Oggi, ad esempio, ha avuto due evacuazioni, mentre durante il periodo in cui abbiamo somministrato l'entero 4, sia per consistenza che per frequenza, l'attività intestinale sembrava regolare.
Mi consiglia quindi di ripetere l'urinocoltura tra due settimane? (esclusa la corrente in cui effettueremo la terapia antibiotica)
Grazie ancora per la disponibilità.

[#8] dopo  
Utente 211XXX

Mi scusi se disturbo ancora, ma la mia bimba continua ad avere delle scariche abbondanti di diarrea, durante o appena dopo ogni biberon.
Ho telefonato alla pediatra e mi ha detto che potrebbe trattarsi di un effetto collaterale del supracef, ma siamo solo al secondo giorno di terapia. Cosa devo fare se continua così? Devo lasciarla in preda alla diarrea per altri 6 giorni?
Ho ricominciato a darle l'entero 4 ma non c'è miglioramento, la bimba ha perso nuovamente qualche grammo... cosa posso fare? La ringrazion anticipatamente per l'aiuto...