Utente 225XXX
Buongiorno sono una mamma di una bimba di 4 anni. Mia figlia è alta 97 cm e pesa 14.7 kg. Soffre di dermatite atopica da quando aveva 6 mesi. E' microcitemica. L'anno scorso da gennaio a luglio è stato caratterizzato da una forte mancanza di appetito, mal di pancia dopo i pasti, a volte diarrea e conati di vomito che ci hanno portato a fare delle analisi approfondite. Abbiamo fatto i classici esami del sangue, risultati tutti nella norma (a parte un forte calo di ferro) ; abbiamo fatto i test allergici sul sangue, compreso quelli per la celiachia, risultati negativi e abbiamo fatto anche una visita gastroenterologica dalla quale ci è stata consigliata una endoscopia che pero' non abbiamo mai effettuato, visto che poi la bimba aveva ripreso a mangiare come sempre. Sono stati sette mesi lunghi e difficili, ma tutto si è risolto da solo e non abbiamo mai capito il perchè di quei mal di pancia e vomiti (forse psicologici?).
Quest'anno è già capitato tre o quattro volte che la bimba cominci a lamentarsi di vomito (due volte è stato solo un lamento, altre due volte sono stati proprio conati di vomiti). Abbiamo notato che la cosa succede dopo il pasto e dopo che la bimba assume qualcosa di dolce. Una volta dopo cena ha messo in bocca una caramella e senza neanche averla mangiata tutta, ha vomitato. L'altra volta, sempre a cena, dopo un pasto normale, ha mangiato un bicchierino di panna montata e ancora subito vomito. Un'altra volta, sempre a cena, dopo un pasto normale, mangia un pezzetto di torta e comincia a lamentarsi (lei dice mal di pancia ma io capisco che è senso di nausea....); quella volta la faccio respirare profondamente e per fortuna tutto passa. Subito dopo uno di questi episodi, una volta, le ho fatto lo stick per l'acetone che pero' è risultato negativo. Vorrei sapere se puo' esserci un collegamento tra il mangiare cose dolci (dopo il pasto....perchè a colazione o a merenda assume cose dolci ma non si è mai lamentata nè a mai vomitato) e avere poi il vomito; se in questo si puo' nascondere una malattia; se dovrei o no, e come, approfondire la cosa. Aggiungo che la bimba in genere non è una gran mangiona (i ns pasti principali sono caratterizzati da una sola portata: o pasta e frutta o proteina con verdura e frutta) ma gioca e corre tutto il giorno. La notte si sveglia un paio di volte, sempre, il piu' delle volte piangendo. Grazie per l'attenzione. I.

[#1] dopo  
Dr. Emanuele Nicastro

32% attività
0% attualità
12% socialità
BERGAMO (BG)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2014
Gli episodi mi sembrano occasionali, un una bambina peraltro in benessere e con crescita buona. Immagino che all'atto degli esami precedenti abbia dosato transaminasi (AST e ALT) e glicemia. Da quello che descrive gradisce i cibi dolci e la frutta. Non sembra in prima istanza che gli episodi rappresentino il sintomo di una malattia sottostante, tuttavia se dovessero ripetersi sarebbe utile conoscere almeno un valore di glicemia al momento e programmare un approfondimento (che sarebbe complesso descrivere in questa sede).
Cordialmente
Dr. Emanuele Nicastro
UOS Epatologia e Gastroenterologia Pediatrica e dei Trapianti
Ospedale Papa Giovanni XXIII Bergamo