Utente 411XXX
Buongiorno ho un bambino di 3 mesi e mezzo, nato in 37 settimane, con parto cesareo programmato per posizione podalica e IUGR. Peso alla nascita 2295g (28/1/2016), peso alla dimissione (03/2/2016) 2220g, peso attuale (16/5/2016) 5600g. Indice apgar alla nascita 9/10, nessun problema rilevante alla nascita. Sono preoccupata perchè ad ogni poppata ha episodi di vomito a getto. Questo problema ce l'ha fin dalla nascita ma ovviamente quando era piccolino non davo peso alla cosa, in quanto non sembrava disturbarlo, ora è diventata una cosa davvero incredibile. Io allatto e do anche il biberon con il latte anti reflusso (consigliato dalla pediatra), gli episodi più importanti ce li ha appunto assumendo il mio latte. Vomita o durante la poppata stessa, o dopo diverse ore dalla poppata o subito dopo essersi staccato. Premetto che ho provato tutte le posizioni possibili per l'allattamento con nessun beneficio..i vomiti durano anche per un ora ovviamente non continui, ma in più mandate. Lo stesso effetto ce l'ha anche con il latte anti reflusso però non sempre e non con la stessa intensità di getto dato la sua consistenza. In una giornata, faccio 3 pasti con quello anti reflusso come consigliato dalla pediatra, e il resto lo allatto, anche perchè il bambino cerca il seno e non vorrei arrivare a toglierlo, soprattutto quando è disperato dopo gli episodi di vomito. Quando vomita infatti a volte ride, e a volte scoppia a piangere con un pianto inconsolabile, inarcando la schiena e diventando rigido muovendosi di continuo che è anche difficile tenerlo in braccio. I vomiti sono o di latte appena ingurgitato, o di latte cagliato o a volte sembra quasi acqua con pezzetti bianchi. Dopo aver vomitato inoltre, gli viene sempre il singhiozzo. Tutto questo rende il bambino molto irrequieto durante il giorno, tanto che non riesce a riposare, ma fa tanti sonnellini da 15 minuti, massimo 30 minuti, e anche durante il sonno fa un rumore con la gola come per "schiarirsi" la gola. Per fortuna la sera e notte dorme perchè arriva stanco infatti quando sono le 20 circa, ogni sera, piange fino ad addormentarsi. Ho sentito il parere della mia pediatra e mi ha detto che non è il caso di preoccuparsi perchè è tutto nella norma, soprattutto perchè il bambino cresce (come le ho scritto all'inizio vede i vari pesi di quesi mesi) e anche cresce in cm, e che tutto questo passerà con l'inizio delle pappe. La mia paura è che tutto questo buttar fuori possa provocargli altri problemi anche perchè ho paura che butti fuori anche succhi gastrici e non è una cosa piacevole... e anche il fatto che ha sempre lo stomaco in funzione per una cosa o per l'altra, molte volte non finisce di vomitare che ha già fame e devo riattaccarlo se no piange. Non so più davvero che fare per lui, e vorrei una risposta o un consiglio su che poter fare o se ci sono degli accertamenti da fare, perchè il "va tutto bene" non mi basta, anche perchè lo vedo ogni giorno e mi piange il cuore a vederlo così. Ultima cosa...ho provato per 5 gg a allattarlo e basta, a parte che era sempre attaccato perchè non era mai sazio, non so se può essere una cosa rilevante, ma non aveva preso nemmeno 1g di peso.... Spero di avere un consiglio perchè davvero questa situazione sta diventando difficile per me.

[#1] dopo  
Dr. Gaetano Pinto

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
20% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
TORRE ANNUNZIATA (NA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Gentile signora
le condizioni cliniche da sospettare sono prevalentemente un reflusso gastroesofageo e una stenosi ipertrofica del piloro.Sopratutto se negli ultimi tempi vi è un ridotto incremento ponderale vi è la necessità di una consulenza di gastroenterologia pediatrica per valutare bene la causa.Certo che, l'irritabilità,il pianto postprandiale e l'inarcamento del tronco(sindrome di Sandifer) depongono più per una malattia da reflusso.In base alle condizioni cliniche vanno prospettate delle indagini diagnostiche,tra cui una phimpedenziometria esofagea delle 24 ore,una manometria se si sospettano alterazioni della motilità esofagea,una ecografia dell'addome per valutare la presenza di una eventuale "oliva pilorica".Sarà il gastroenterologo che la guiderà su una eventuale terapia
cordiali saluti
Dr. Gaetano Pinto

[#2] dopo  
Utente 411XXX

Buonasera dottore, la ringrazio per la sua risposta. Ho fatto proprio oggi una visita da una gastroenterologa pediatrica e mi ha detto che non c'è nulla di anomalo in quanto il bambino cresce. Abbiamo anche fatto un ecografia addome completo, e anche questa non ha evidenziato nulla di anomalo. Mi ha detto che è possibile che soffra di un reflusso gastroesofageo ma non patologico. È possibile che il reflusso possa essere causato da una sorta di intolleranza al mio latte? Oppure che il mio latte sia o troppo leggero o contrario troppo pesante? Il reflusso può causargli dolore è questa la mia paura...