Utente 797XXX
Salve,
Mia figlia ha compiuto da pochi giorni un anno, pesa circa 7,5Kg ed è alta 70 cm ( alla nascita pesava solo 2Kg e alta 45cm, nata a fine termine 38+3).
un mese fa ha avuto febbre molto alta con un episodio di convulsione, a seguito del ricovero in ospedale 4 GG, ha avuto un enterecolite durata 6 GG, nei quali la bimba ha perso circa mezzo kilo. Successivamente con una cura di rocefin, tachipirina, bentelan, difensil, zirtec, zitrovax, e Humana disanal come latte la situazione è migliorata la bimba ha ripreso ciò che ha perso oltre ad un aumento di 500 gr. Considerando che mediamente la sua crescita si attestava sui 300 gr mensili.
La mia domanda è questa, il pediatra mi ha prescritto questo latte disanal x due mesi, ma ho letto in giro che protratto per troppo tempo, l'intestino si abitua e può ricreare problemi al momento dell'inserimento del latte vaccino. Premetto che sono per il latte di crescita e non quello vaccino, in quanto ad undici mesi sono passata al vaccino dietro consiglio di un altro pediatra, e la bimba ha manifestato una dermatite in viso.
Da sottolineare che a 2 mesi la bimba ha avuto sospetta intolerranza al latte con vomito irregolarità intestinale e dermatite atopica, però ora in ospedale le hanno fatto i rast sul lattosio, proteine del latte, albume e celiachia ed è risultato tutto negativo!! per cui l'intolleranza sembra passata, forse l'eczema era dovuto al fatto che il latte vaccino è troppo grasso, difatti con il disanal l'eczema non è ricomparso!!

Vi prego di aiutarmi perchè non so se faccio bene a continuare la cura con il disanal, oppure cambiare il latte con uno della crescita, chidendovi gentilmente anche un consiglio per la scelta.
Grazie infinite per l'ottimo servizio offerto!!
cordiali saluti

[#1]  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile Signora
l'essere umano è l'unico animale vivente sulla faccia della terra che prosegue con altri latti diversi dal prorio, finito il periodo naturale dell'allattamento.

Ciò che posso dirle è che a quella età il latte non è più così indispensabile perchè l'alimentazione è piuttosto varia e può assumere tutte le sostanze utili in tutti gli altri alimenti.

Quindi non si ponga troppi problemi e non si angosci più di tanto, perchè non è il caso. Anche il prosieguo dell'alimentazione lattea è dettata più da spinte di mercato che da effettive necessità!

Un cordiale saluto
Dr.ssa Agnesina Pozzi