Utente 118XXX
Ho un bimbo di 5 anni che ha eseguito nei giorni scorsi un prelievo del sangue di cui ho appena ritirato il referto. Purtroppo i valori normali di riferimento riportati sul referto stesso sono riferiti agli adulti e quindi vi sono diverse voci segnalate come anomale. Ho letto che per i bambini i valori di riferimento sono diversi: è possibile avere una tabella con i valori considerati normali nei bambini, magari divisa per fasce d'età?

Cosa potrebbero indicare i seguenti valori rilevati come "fuori norma":

Attività protrombinica:
Attività 65% (valore normale indicato: 70-120)
INR 1.24 (valore normale indicato: 1.00 - 1.15
aPTT 1.35 (valore normale indicato 0.82 - 1.25)

Densità urine: 1036 (valore normale indicato 1010 - 1025)

Ringrazio anticipatamente per la risposta.

[#1]  
20563

Cancellato nel 2010
Una tabella completa esula dagli scopi del sito ed anzi e' oggetto di pubblicazione di libri appositi.

Non e' neanche detto che i valori normali delle analisi siano sempre riferiti all'adulto. Puo' succedere che il laboratorio usi valori diversi per sesso ed eta' ma non lo evidenzi nel referto, quindi uno non sa se gli stanno dando i valori giusti o quelli generici.

Venendo al punto:

la coagulazione ha tempi allungati in entrambe le vie (PT e PTT). Puo' essere un artefatto da prelievo o una carenza vera della via comune della coagulazione. Io inizierei rifacendo un altro prelievo.

la densita' urinaria elevata, di per se', e' buon segno, indica che il rene del piccolo conserva pienamente la capacita' di uroconcentrazione (1036 e' vicino al massimo teoprico possibile negli umani), forse anche perche' il piccolo aveva bevuto troppo poco la sera prima.

I valoroi che variano molto con l'eta' sono altri (fosfatasi alcalina, immunoglobuline, emoglobina, ormoni, ecc.)



[#2] dopo  
Utente 118XXX

La ringrazio per la risposta.
Nel mio caso, comunque, il referto riportava la dicitura "valori di riferimento adulti".
La ringrazio anche per il link, la prossima volta certamente seguirò le indicazioni.