Utente 188XXX
Salve,
sono un ragazzo di 25 anni, da un paio d'anni ho un problema con i muchi i quali sembrano stazionare in gola e solo deglutendoli oppure espettoradoli riesco per breve tempo (talvolta poche ore) a liberarmene.
Tali muchi sono comunque bianchi e spesso quando li espettoro vedo per la maggior parte saliva.

Mi sembra che questo problema sia succeduto ad una bronchite che ebbi e curai con diverse siringhe penso di penicillina. Qualche mese fa sono stato da uno pneumologo il quale dopo avermi visitato le spalle mi ha assicurato di non aver più cenni di quella bronchite e per di piu' sconsigliava di fare un esame radiografico al torace. Mi ha prescritto invece una spirometria e delle prove allergiche.

Ho fatto entrambi gli accertamenti e dal primo si evince una insufficienza respiratoria (non sò quanto importante) e l'allergoloco mi ha detto che sono leggermente allergico all'acaro della polvere.

Ora dovrei tornare dallo specialista in pneumologia per portargli i risultati, ma a questo punto, anche leggendo su internet, mi sembra che lo specialista a cui rivolgermi debba essere un otorino-larigoiatra.

Che dite ?

grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Vito Di Cosmo

32% attività
16% attualità
16% socialità
ANDRIA (BT)
MARGHERITA DI SAVOIA (BT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
SE E' AFFETTO DA RINITE, ANCHE SE LIEVISSIMA, SI! LE SECREZIONI RETRONASALI POSSONO ESSERE STATA LA CAUSA DELLE SECREZIONI E, DI CONSEGUENZA, ANCHE DELLA BRONCHITE.
INTANTO LE CONSIGLIO DI EFFETTUARE ABBONDANTI LAVAGGI NASALI CON ACQUA SALINA IPERTONICA, ANCHE PIU' VOLTE AL GIORNO.
IL PNEUMOLOGO CONSULTATO ALLA LUCE DEI DATI SPIROMETRICI, LE HA CONSIGLIATO UNA TERAPIA CON BRONCODILATATORI?
CORDIALMENTE
Dr. Vito Di Cosmo ANDRIA
PNEUMOLOGIA TERRITORIALE Barletta-Andria-Trani
Già Pneumologia e Broncologia Ospedale CSS di S G Rotondo

[#2] dopo  
Utente 188XXX

beh non saprei dire se sono affetto da rinite, al momento nessuno me l'ha diagnosticato.
Il pneumologo che mi ha fatto la spirometria non è lo stesso che mi ha visitato e prescritto le analisi, quest'ultimo ancora devo consultarlo. PEr la spirometria ho fatto solo l'analisi senza la visita diciamo, per questo mi hanno dato solo il risultato.

Beh penso di andare a controllo dal pneumologo almeno per chiudere questo cerchio di accertamenti, e capire il motivo di questi bronchi chiusi.

[#3] dopo  
Dr. Vito Di Cosmo

32% attività
16% attualità
16% socialità
ANDRIA (BT)
MARGHERITA DI SAVOIA (BT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
La rinite non la diagnostica nessuno, mi riferivo al "raffreddore", naso che produce secrezioni anche solo di poco superiori alla norma eo non perfettamente libero... Nel caso, tenere sotto controllo la rinite, e nella maniera più semplice, può evitare alcune terapie sistemiche.
Dr. Vito Di Cosmo ANDRIA
PNEUMOLOGIA TERRITORIALE Barletta-Andria-Trani
Già Pneumologia e Broncologia Ospedale CSS di S G Rotondo

[#4] dopo  
Utente 188XXX

allora ho fatto anche una radiografia al torace, ho fatto un altro consulto da un pneumologo ed ancora dal medico generico.

Ora sono un pò in confusione perchè i pareri sono discordanti.
Lo pneomologo ha detto che la spirometria non è buona in quanto fatta con un apparecchio da lui definito una "macchinetta". Però ha visitato le spalle, dato un occhiata alla radiografia e ha detto che probabilmente questi muchi sono un reflusso proveniente dallo stomaco, se ho capito bene dovrebbe essere un reflusso gastro-esofageo. Cmq mi ha detto di prendere questo medicinale mezz'ora dopo pranzo e dopo cena, lo scopo sarebbe quello di isolare lo stomaco(non ricordo il nome e tantomeno riesco a capire cosa ha scritto, cose da medici!!)

Il medico generico invece leggendo il responso della radiografia ha detto che ho una bronchite cronica e mi ha dato antibiotici per una settimana da prendere mattina e sera, una bustina muco-regolatore, e aerosol.

Ora non vorrei seguire entrambe le terapie!! il generico ha detto di fare la cura da lui prescritta e poi tornare a controllo, però volevo avere qualche altro parere su questa radiografia ora copio il risultato :

<< Rinforzo del disegno vascolo-bronchiale in entrambi i campi respiratori, senza evidenziabili lesioni parenchimali addensanti in atto.
Non visibilità di lesioni a "focolaio", sia di natura "primaria che ripetitiva"
Diagramma regolare con seni complementari acuti e pervi
Aorta ben conformata
Regolare il profilo cardio vasale >>

[#5] dopo  
Dr. Vito Di Cosmo

32% attività
16% attualità
16% socialità
ANDRIA (BT)
MARGHERITA DI SAVOIA (BT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Il referto radiografico sembra non evidenziare nulla di particolare. Vorrei precisare 2 cose (sperando di ridurre la confusione generata dopo le visite da lei effettuate):
1) la terapia anti reflusso, prescrittale dal pneumologo, va bene ma è necessario, prima, fare una diagnosi accurata di reflusso: gastroscopia con eventuale pH metria esofagea, lo deciderà il gastroenterologo dopo la gastroscopia. 2) la diagnosi di bronchite, acuta o cronica è SOLO anamnestica (cioè basata solo sui sintomi). Bronchite acuta = tosse con espettorato denso eo giallognolo, bronchite cronica = tosse con espettorato che dura per oltre 2 mesi consecutivi all'anno per almeno 2 anni di seguito (in una bronchite cronica che si riacutizzi l'espettorato è più denso eo giallognolo).
Tutto questo per dirle che solo se l'espettorato è più abbondante, denso eo giallognolo, andrà effettuata la terapia con antibiotici e mucolitici (meglio se per aerosol), altrimenti si cerca la causa del persistere dell'espettorato stesso (la più frequente, altre al tabagismo, è il colare delle secrezioni nasali attraverso la via aerea alta, in trachea e quindi nei bronchi: per questo suggerivo, comunque, i lavaggi nasali con acqua salina.
Altra cosa: se può ripeta l'esame spirometrico e, se vuole, ci invii i valori (magari anche solo di quella già effettuata)
Cordialmente
)
Dr. Vito Di Cosmo ANDRIA
PNEUMOLOGIA TERRITORIALE Barletta-Andria-Trani
Già Pneumologia e Broncologia Ospedale CSS di S G Rotondo

[#6] dopo  
Utente 188XXX

grazie per la risposta.
Come detto sopra questi muchi ormai persistono da più di un anno, attualmente però sono decisamente aumentati, e a questo punto propenderei a prendere in considerazione la sua ultima ipotesi dato che sento che i muchi è come se scendessero dal naso verso la gola dato che faccio fatica ad espellerli soffiando il naso appunto.

Ho comunque cominciato la cura antibiotica dato che comunque il medico generico oltre a questa presunta bronchite cronica mi ha detto di avere ancora la gola arrossata, ci tengo a precisare che però non ho tosse.

Ora sto assumendo mattina e sera Macladin 500 mg e una bustina di Sobrebin una volta al giorno.

Oltre a fare i lavaggi nasali cosa posso fare per eliminare questo problema se appunto i muchi derivano dal naso ?

grazie mille

[#7] dopo  
Utente 188XXX

ah dimenticavo, i muchi sono sempre bianchi

[#8] dopo  
Dr. Vito Di Cosmo

32% attività
16% attualità
16% socialità
ANDRIA (BT)
MARGHERITA DI SAVOIA (BT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Se per "muchi bianchi" intende trasparenti (come la saliva) o acquosi, dopo i lavaggi adoperi spray nasali antistaminico e cortisonico ()es. Rinofrenal 2 puffs e Syntaris 2 puffs per ogni narice, da 1 a 3 volte al giorno, tanto da mantenere sempre il naso libero e asciutto e antistaminico sistemico (es. Xyzal 1 cp alla sera eo al mattino, sempre secondo necessità)
Cordialmente
Dr. Vito Di Cosmo ANDRIA
PNEUMOLOGIA TERRITORIALE Barletta-Andria-Trani
Già Pneumologia e Broncologia Ospedale CSS di S G Rotondo

[#9] dopo  
Utente 188XXX

salve dottore, continuo la mia battaglia contro questo problema dei muchi alla gola, e considerando i problemi della sanità in campania diciamo che il termine battaglia rende realmente l'idea. Non ho seguito la cura da lei indicatomi perchè stavo assumendo i farmaci prescrittomi dallo pneumologo.

Le faccio un breve riassunto del problema:
ho muchi di colore bianco/trasparente, che elimino generalmente soffiando il naso(spesso con molto sforzo) e soprattutto cacciandoli per bocca. La visita pneumologica si è rivelata un fallimento, ecco gli esami fatti:
esame radiografico al torace risultato negativo, quindi nessuna bronchite,
ho fatto i prick test, positivo Dermatophagoides pteronyssinus 2+ (mi hanno detto sia l'acaro)
ho fatto una Spirometria con risultati nella norma (non allego i valori perchè sono troppi)
Da qui come anticipato, lo pneumologo mi ha detto di assumere SingulAir una volta al giorno e 2 spruzzi di Foster al giorno per due mesi, tutto questo dopo aver fatto le analisi IGE. Bene ho fatto le analisi e prima ancora di aspettare i risultati ho cominciato la terapia, ma è passato un mese e non ho riscontrato nessun beneficio ed ho interrotto. Inoltre le analisi IGE sembrano essere negative, per cui presumo che il prick test sia stato un falso positivo.
allego i risultati per l'allergia
IGE SPEC. PER DERM. PTERONYSSINUS < 0.35 kU/I
IGE SPEC. PER Dermato. FARINAE < 0.35 kU/I
Il medico generico mi ha indirizzato verso l'otorino, ho fatto quest'ennesima visita e questo dottore non ha riscontrato presenza di muchi !! Nonostante io ne avvertivo la presenza in gola. Bah...
mi ha prescritto comunque Pantorc 40mg e rinelon 140 spray... ora farò quest'ennesima terapia, e se non risolvo il problema il dottore ha detto che tra 2 mesi dovrò fare una fibrolaringoscopia. Lui sospetta un reflusso dallo stomaco.

Ora vengo alla domanda, qual'è la sua impressione sulla vicenda ? Mai possibile che non si riesca a rilevare la provenienza del problema?

[#10] dopo  
Dr. Vito Di Cosmo

32% attività
16% attualità
16% socialità
ANDRIA (BT)
MARGHERITA DI SAVOIA (BT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
LA MIA IMPRESSIONE è CHE LEI, FRA I TANTISSIMI CONSULTI EFFETTUATI, SIA ANDATO IN CONFUSIONE (COME LEI STESSO DICEVA), E NON MI ABBIA DATO RETTA. FIN DALL'INIZIO AVEVO SCRITTO CHE VEROSIMILMENTE SI TRATTAVA DI RINITE (RAFFRDDORE ALLERGICO O NON ALLERGICO NON E' IMPORTANTE!) IL RAFFREDDORE DOVEVA TENERE SOTTO CONTROLLO PER RIDURRE LE SECREZIONI CHE COLANO IN GOLA PER VIA RETRONASALE. LE AVEVO GIA' CONSIGLIATO (e più volte) LAVAGGI NASALI CON ACQUA SALINA IPERTONICA SEGUITI DA RINOFRENAL 2 PUFFS E SYNTARIS 2 PUFFS PER OGNI NARICE PER 3 VOLTE AL GIORNO; SE NON BASTASSE AGGIUNGA UN ANTISTAMINICO SISTEMICO (es. XYZAL 1 cp alla sera eo al mattino).
E' una terapia senza effetti collaterali, la effettui per 10 - 20 giorni e mi faccia sapere se va meglio.
PS l'acqua salina ipertonica è acqua salata come quella del mare, ovvero 1 cucchiaino di sale da cucina in un normale bicchiere di acqua potabile da 200 ml!!!
SEMPRE CORDIALMENTE
Dr. Vito Di Cosmo ANDRIA
PNEUMOLOGIA TERRITORIALE Barletta-Andria-Trani
Già Pneumologia e Broncologia Ospedale CSS di S G Rotondo

[#11] dopo  
Utente 188XXX

grazie per la tempestiva risposta, questa volta ascolterò il suo consiglio. Lascio perdere il rinelon ed il Pantorc datomi dall'otorino.

Vorrei sapere un ultima cosa, sono farmaci mutuabili ? Perchè in tal caso dovrei giustificarli in qualche modo al medico generico, non saprei come possa reagire se gli dico che me l'hanno suggerito tramite internet.

[#12] dopo  
Dr. Vito Di Cosmo

32% attività
16% attualità
16% socialità
ANDRIA (BT)
MARGHERITA DI SAVOIA (BT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
SYNTARIS e RINOFRENAL no, XYZAL è mutuabile. L'acqua salina ipertonica possiamo farcela in caso sciogliendo 1 cucchiaino (da caffè) di sale da cucina in un bicchiere (da 200 ml) di acqua potabile. Molto meglio se fatti "scendere" con una siringa da 5 ml attraverso le nerici fin dentro i seni paranasali frontali, stando disteso sul letta con la testa iperestesa, magari pendente al di fuori del letto stesso. L'acqua, salata come quella del mare, pizzica molto ma è molto efficace.
Dr. Vito Di Cosmo ANDRIA
PNEUMOLOGIA TERRITORIALE Barletta-Andria-Trani
Già Pneumologia e Broncologia Ospedale CSS di S G Rotondo

[#13] dopo  
Utente 188XXX

ho cominciato la sua cura da una settimana, non noto particolari miglioramenti, faccio 3 volte al giorno gli spruzzi di rinofrenal e syntaris ed alla sera prendo una compressa di xyzal da 5mg.
Ho la narice destra costantemente otturata, riesco a respirare dal naso, ma principalmente dalla sinistra, gli spruzzi funzionano anche con la narice otturata ?
Faccio lavaggi con l'acqua fisiologica, ma non riesco a sturare mai il naso, forse sbaglio qualcosa ?

il lavaggio non riesco a farlo disteso, ma tengo la testa reclinata all'indietro, chiudo una narice e spruzzo il getto d'acqua nell'altra in varie direzioni, ma come dicevo prima il naso resta otturato.
ho letto che sarebbe meglio usare l'acqua calda e sale, magari ci provo.

[#14] dopo  
Dr. Vito Di Cosmo

32% attività
16% attualità
16% socialità
ANDRIA (BT)
MARGHERITA DI SAVOIA (BT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Le avevo parlato di acqua salina IPERTONICA (salata come quella del mare), ovvero 1 cucchiaino da caffè di sale da cucina in un bicchiere di acqua potabile. Se non libera la narice gli spray non saranno efficaci. La fisiologica serve a poco in questo caso. Non dovesse riuscirci si rivolgerà ad un collega OtoRinoLaringoiatra.
CORDIALMENTE
Dr. Vito Di Cosmo ANDRIA
PNEUMOLOGIA TERRITORIALE Barletta-Andria-Trani
Già Pneumologia e Broncologia Ospedale CSS di S G Rotondo