Utente 172XXX
Buongiorno , come ricordavo in un altra domanda fatta di recente io sono asmatico da 25 anni ed ho una cura che va avanti ormani da 15 anni salmetedur+fluspiral+singulair e ventolin al bisogno ed ho sempre fatto visita e spirometria di controllo annuale nella stessa ULSS . Ho voluto cambiare ULSS per la prima volta per comodita' abitativa e mi hanno trovato dalla spirometria lo stesso deficit ostruttivo grave moderato di grado elevato ma mi hanno cambiato tutti i farmaci (con i quali mi trovo bene da sempre )parlandomi di BPCO (che non sapevo fino ad oggi cosa era ) dandomi i seguenti farmaci :Hirobriz150(nelle istruz.sconsigliato agli asmatici) +Asmanex400+spiriva+singulair . Non ho capito il perchè visto che ho detto subito che sono asmatico e non ho bronchite cronica ma qualche fastidio invernale cioè raffreddore+catarro solo quando sono ammalato.
Mi sembrano 2 malattie diverse o no ?
grazie
Francesco

[#1] dopo  
Dr. Vito Di Cosmo

32% attività
16% attualità
16% socialità
ANDRIA (BT)
MARGHERITA DI SAVOIA (BT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
GRAZIE PER LA DOMANDA PRECISA:
L'ASMA BRONCHIALE, PER DEFINIZIONE,
E' UNA MALATTIA INFIAMMATORIA CRONICA CHE RIGURDA LE PICCOLE VIE AEREE. SULLA BASE DI TALE FLOGOSI, VARI STIMOLI, FRA CUI ALLERGIA, FREDDO, UMIDITA', SFORZO FISICO, REFLUSSO G.E. ECC. POSSONO DETERMINARE UNA CRISI DISPNOICA (SECONDARIA AD UN'OSTRUZIONE BRONCHIALE) PIU' O MENO GRAVE CHE SI RISOLVE, SPONTANEAMENTE O DOPO TERAPIA. IL PARENCHIMA POLMONARE E' NELLA NORMA E, UNA VOLTA SUPERATA L'OSTRUZIONE BRONCHIALE, LA SPIROMETRIA RITORNA PUIU' O MENO NELLA NORMA
LA BRONCHITE CRONICA OSTRUTTIVA (BPCO)
E' UNA MALATTIA CHE COMPRENDE SIA L'OSTRUZIONE BRONCHIALE CHE UN'ALTERAZIONE DEL PARENCHIMA POLMONARE CON RELATIVA RIDUZIONE DELLA SUA ELASTICITA'. IL DEFICIT OSTRUTTIVO EVIDENZIABILE CON LA SPIROMETRIA E' SOLO PARZIALMENTE REVERSIBILE, TANTO MENO REVERSIBILE QUANTO MAGGIORE E' IL DANNO PARENCHIMALE, OVVERO L'ENFISEMA.
ORA, UN'ASMA BRONCHIALE, SE ADEGUATAMENTE CURATA, RIMANE REVERSIBILE, SE CURATA MALE, OVVERO SE NON SI CURA LA FLOGOSI SOTTOSTANTE, EVOLVE ANCH'ESSA IN MANIERA IRREVERSIBILE PER ALTERAZIONE STRUTTURALE DEI BRONCHI STESSI.
CAPIRA' ORA L'INDECISIONE, IN CHI LA VALUTASSE ADESSO, NEL CAPIRE SE SI TRATTA DI ASMA O DI BPCO. BISOGNEREBBE VALUTARE L'ANDAMENTO, E L'EVENTUALE REVERSIBILITA', DEI PREGRESSI ESAMI SPIROMETRICI.
ANCHE SE BISOGNEREBBE VALUTARE L'ANDAMENTO DELLA CURVA, DAI DATI INVIATI, SEMBREREBBE ESSERE, LA SUA, UNA BPCO. PER CONFERMA, COME GIA' DETTO, BISOGNEREBBE UN ESAME DI REVERSIBILITA'.
CORDIALMENTE
Dr. Vito Di Cosmo ANDRIA
PNEUMOLOGIA TERRITORIALE Barletta-Andria-Trani
Già Pneumologia e Broncologia Ospedale CSS di S G Rotondo