Utente 239XXX
Egr. dott. / dott.ssa,

sono un uomo di 33 anni e sono tre giorni che ho febbre, forte raffreddore, tosse secca e mal di gola. Tutti dati che normalmente non avrebbero destato in me la minima preoccupazione. L'altro ieri appena sveglio ho starnutito fortemente ed ho notato del sangue nel muco. Gli ultimi due giorni ho starnutito continuamente ed in alcuni casi (con gli starnuti più forti) ho notato del muco ormai quasi trasparente con un puntino di sangue all'interno (non sono riduttivo nel dirvi che ho dovuto faticare ad occhio nudo per individuarlo). Il mio medico curante mi ha detto di non preoccuparmi e che è del tutto normale in una situazione analoga alla mia che si possa presentare del sangue in seguito a starnuti forti e soprattutto non devo preoccuparmi perche il muco è del naso e non espettorato. Ho molta fiducia del mio mefico curante ma vorrei che anche voi mi tranqullizzaste. Se il problema fosse grave (tipo un tumore ai polmoni) sarebbe così irrisorio il sangue presentatosi? Ed inoltre non dovrebbe presentarsi ogni volta che soffio il naso o ad ogni starnuto e non invece in modo discontinuo?
Non ho detto che assumo dietro indicazioni mediche Neoduplamox amoxicillina mattino e sera e brufen 400 tre volte al giorno.
Vi ringrazio anticipatamente e vi porgo i miei saluti.

[#1]  
Dr. Fabrizio Li Gotti

20% attività
0% attualità
0% socialità
AUGUSTA (SR)
MASCALUCIA (CT)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2006
Gentile Signore,
durante una rinite è possibile trovare tracce di sangue insieme al muco. Il sangue che proviene dalle basse vie aeree invece, viene espulso dalla bocca con la tosse (emoftoe) e lo ritrova nel fazzoletto insieme alla saliva. Nel suo caso specifico il sangue potrebbe derivare da qualche capillare nasale che si è rotto a seguito dell'infiammazione e dello sforzo nel soffiare il naso. Cordiali saluti
Dott. Fabrizio LI GOTTI
Specialista in Otorinolaringoiatria
Specialista in Pneumologia

[#2] dopo  
Utente 239XXX

Egr. dott. Li Gotti,

la ringrazio per le delucidazioni fornite.
Ho da segnalarLe che attualmente ho ancora un forte raffreddore ma le striature di sangue nel muco nasale sembra sparito. Purtroppo, stamattina appena sveglio, nello sputare ho notato un puntino di sangue. Ispezionandomi la bocca mi sono accorto che una gengiva mi sanguinava appena ma non Le posso dare la certezza della provenienza di quel puntino. Fatto sta che sono andato nel panico ed ho chiesto al mio medico curante se fosse il caso di esami più approfonditi.
Ribadisco che ho molta paura e leggere le notizie su internet non mi aiuta. Mi chiedo: ma se fosse un tumore, non dovrei avere diverse perdite di sangue dalla bocca (o comunque più frequenti?).
Sono molto in ansia. Confido molto in una Sua risposta e nei Suoi consigli.
La ringrazio e La saluto.

[#3]  
Dr. Fabrizio Li Gotti

20% attività
0% attualità
0% socialità
AUGUSTA (SR)
MASCALUCIA (CT)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2006
Gentile signore,
per fugare ogni dubbio e ogni preoccupazione generata dall'ansia Le suggerisco di fare una rinofibrolaringoscopia, un esame poco invasivo e molto utile per visualizzare un eventuale punto di sanguinamento di tutto il tratto respiratorio superiore, dal naso alla laringe. Cordialità



Dott. Fabrizio LI GOTTI
Specialista in Otorinolaringoiatria
Specialista in Pneumologia

[#4] dopo  
Utente 239XXX

Egr. dott,

seguirò il Suo consiglio svolgendo una visita dall'otorino e richiedendogli l'esame indicato.
Nel tramite, preso dal panico, avevo chiesto al mio medico curante se fosse possibile fare un controllo ai polmoni. Di tutta risposta mi ha tranquillizzato dicendomi che non era necessario alcun controllo ma se proprio avessi voluto avrei potuto fare una radiografia a torace.
Ho eseguito la radiografia sabato scorso e sia il radiologo che il medico hanno riscontrato una situazione nella norma (in sintesi mi hanno detto che è tutto OK).
Vorrei chiederLe se la radiografia può essere sufficiente ad escludere il tumore ai polmoni o meglio, se ci fosse stato qualche dubbio, i dottori credo che avrebbero approfondito gli esami!.
Inoltre, se le tracce di sangue fossero provenute dalle vie aeree superiori, il tumore sarebbe stato di dimensioni percepibili dalla radiografia (o comunque avrebbe posto dei dubbi?)
Ci sarebbe stato un'allarme?
Inoltre negli ultimi giorni, forse suggestionato, la sera sento provvisoriamente (per alcuni attimi) un po' di sapore del sangue (non c'è espettorato e non ho tosse).
Mi auguro di essere stato chiaro nell'esporre le mie paure e le mie angosce.
La saluto cordialmente.

[#5] dopo  
Utente 239XXX

Egr. dott.,

a distanza di 6 mesi e dopo diversi controlli svolti, riscontro ancora delle tracce di sangue nel escretato nasale saltuariamente. Ho eseguito una rinolaringoscopia negativa, una tac spirale (torace addome e pelvica) negativa, ripetuto le analisi 3 volte in quanto ho scoperto di avere contratto l'EBV. Nell'ultima analisi svolta ho voluto inserire anche i markers di cui riporto i valori CEA 0,5, TPA 39, CA 19-9 5,9, BETA2 MICROGLOBULINA 1,4. Gli unici valori fuori range sono le PROTEINE GAMMA 1,4 (il range dice 0,7 - 1,3); Fattore reumatoide 17 (range 0 -14); Anticorpi ANTI-NUCLEO (ANA) positivo 1:80.

Indico le mie perplessità:
1. Continuo a perdere peso (da febbraio ho perso 15kg)
2. La sera verso le 18.00 - 18.30 ho quasi sempre un innalzamento della temperatura (37 - 37.1)
3. Ho sempre paura che il sangue provenga dalle vie aerre inferiori perchè so che gola naso e orecchie sono collegate
4. Al mattino mi trovo sempre del sangue in bocca (questo però probabilmente è dovuto ad una gengivite)

Non so più cosa fare anche perchè sta diventando un ossessione.
Pongo altre due domande:
1. La tac spirale negativa effettuata al 30 Marzo va ripetuta per avere più tranquillità o ci sono esami più specifici che possano trafugare tutti i dubbi?
2. I markers anche se non diagnostici sarebbero dovuti essere alterati in caso di tumore?

In attesa di risposta, auguro una buona serata.

[#6] dopo  
Utente 239XXX

Egr.i dottori,

dal primo post sono trascorsi 11 mesi. Il mio problema persiste. Cerco di ricapitolare sinteticamente aggiungendo quanto accaduto nel tramite:
- La febbricola persiste (il mio medico curante mi ha detto di monitorarla alle 14 ed alle 20).La variazione è da 36,6 a 37,2. A questo proposito vorrei chiedere come misurare correttamente la temperatura visto che se il termometro a mercurio lo tengo per 5 minuti ho una temperatura mentre se lo tengo per 10 minuti risulta più alta.
- Il peso sembrerebbe stabilizzato (ho perduto c.a. 17 kg ma ultimamente ne ho ripreso 1,5kg questo mi sembrerebbe un buon segno)
- Ho rifatto una TC del massiccio facciale e toracica dove è stato riscontrata un'area ipodensa all'altezza della cartilagine tiroidea da far controllare ad un otorino
- Sono stato da un otorino che mi ha riscontrato una rinosinusite acuta da curare con antibiotico unidrox ed un granuloma ma ha detto che non era nulla di preoccupante mentre avrei dovuto sottopormi ad una RM con mezzo di contrasto per appurare l'area iposensa. Ho eseguito la RM con mezzo di contrasto ed è risultato un lipoma da controllare nel tempo.
- Ho eseguito anche il test HIV (anche se a mio parere non era necessario) ed è risultato negativo.

A tal punto ho voluto interrompere tutti gli esami perchè psicologicamente esausto ed ho cercato di seguire i consigli medici i quali dicevano di distrarmi.
Nel tramite ho sposato l'attuale moglie (martire delle mie angosce!)
- Un mese fa dopo un rapporto con mia moglie ho avvertito un dolore durante l'eiaculazione e successivamente riscontrato sangue nelle urine (vi lascio immaginare la mia paura). Da allora ho il terrore di stare con mia moglie e questo non è un buon segno.
- A volte dopo la defecazione riscontro qualche macchiolina di sangue sulla carta igienica (tempo fa mi feci visitare da un chirurgo che mi diagnosticò una ragade cicatrizzata e emorroide).
- A dicembre sono stato ricoverato in ospedale perchè ho avuto una forte febbre con vomito e anche in questo caso ho notato delle piccole macchioline di sangue. L'ospedale mi ha fatto tutti i controlli dagli esami del sangue all'eco addome all'RX toracica. Tutto negativo eccetto una forma di leucocitosi rientrata alla ripetizione degli esami e del fango biliare.

Ho ripetuto tutti gli esami del sangue come richiesto dall'ospedale dopo 15 gg. compresi IGG e IGM EBV e CMV + Lupus e Fattore reumatoide + Striscio periferico + quadro proteico elettroforetico + PCR + VES + ANA + ENA. Tutto negativo tranne IGG EBV EGA positivo 149 (intervallo 0 - 20) mentre le IGM EBV 10.

Non so più cosa pensare nè che esami fare.
L'unica certezza è che c.a. un anno fa ho contratto la mononucleosi.
Vorrei evitare colonscopie e gastoscopie.
Le mie paure sono altalenanti e non sto vivendo serenamente il sogno di tutta la mia vita: il matrimonio.
Mi auguro che qualche medico possa prendere a cuore questa segnalazione e suggerirmi come procedere.
Ringrazio per l'opportunità che fornite con questo servizio.