Utente 242XXX
salve sono un ragazzo di 25 anni che da circa 20 giorni accusa una leggera asma con oppressione in petto... da quando mi sveglio fino a quando vado a dormire avverto questa dispnea e un peso in petto.. è una leggera asma che comunque,prima di addormentarmi mi obbliga a prendere l'inalatore... volevo farle sapere che ho sofferto di asma sin da piccolo e fino a qualche anno fa.mi ricordo che ogni qualvolta che correvo mi veniva subito l'asma... poi con lo sviluppo l'asma si è ridotta notevolmente,fino a sparire del tutto, torna solo in caso di allergie al pelo di gatto, o acari (diciamo rinite allergica).. però ripeto da più o meno un mesetto avverto tutti i giorni questa leggera fatica a respirare con un peso sul petto... sono comunque andato dal mio medico di base e gli ho posto il problema.. mi ha detto che, senza neanche visitarmi, si trattava di asma bronchiale, e mi ha prescritto il foster 100 come inalatore da prendere al mattino e alla sera... di solito uso un altro inalatore al bisogno, ma ripeto solo in caso di allergia(asma da allergia) sè cosi si può dire.. volevo però farle sapere che siccome faccio un lavoro notturno, non riesco a rispettare gli orari di quando devo inalarmi il foster, anche perchè ripeto sono molti anni che non avvertivo questo problema che ho tutti i giorni... solo quando avevo asma da allergie mi inalavo il dosberotec al bisogno... ora vorrei sapere dottore cosa nè pensa.. non sò sè posso esserle d'aiuto dicendole che non fumo, non ho tosse e che quando pratico sport lo riesco a fare perfettamente... per il resto va tutto bene sono solo un pò ansioso e non vorrei che potessi avere un male ai polmoni.... saluti

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Egregio utente,
se una persona con una lunga storia di asma bronchiale riferisce «asma e oppressione in petto», cioè dei sintomi che - si presume - conosce bene, logicamente la prima ipotesi diagnostica diventa quella di un controllo non ottimale di una malattia già nota.
Chiaramente, però, sarebbe opportuno verificare con gli strumenti disponibili (anche il solo fonendoscopio, se non si possiede uno spirometro) la presenza di segni di ostruzione bronchiale, soprattutto quando coesiste ansia.
Le consiglio di chiarire la questione con una nuova visita allergologica e/o pneumologica.
Saluti,
Dr. Francesco Marchi
Specialista in Allergologia e Immunologia Clinica

NB: il consulto on-line ha carattere puramente informativo

[#2] dopo  
Utente 242XXX

salve dottore e grazie per avermi risposto, volevo farle sapere che è possibile che riesca tranquillamente a giocare a calcio senza sentire il problema??? voglio dire non è che forse sia anche l'ansia a peggiorare la situaziuone?? volevo anche farle sapere che ultimamente quando vado a dormire faccio un pò di fatica a respirare anche dopo avermi inalato il broncodilatatore e mi sale anche un nervosismo che mi obbliga ad addormentermi più tardi....

[#3] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Certo, potrebbe anche essere solo un problema di ansia.
Rilegga con attenzione il mio primo commento.
Saluti,
Dr. Francesco Marchi
Specialista in Allergologia e Immunologia Clinica

NB: il consulto on-line ha carattere puramente informativo

[#4] dopo  
Utente 242XXX

comunque dottore essendo molto ansioso temo che si possa trattare di qualcosa di brutto ai polmoni... ho molta paura

[#5] dopo  
Utente 242XXX

salve dottore la ricontatto di nuovo per farle sapere che nonostante l'asma si sia attenuata del tutto... è possibile che ogni qualvolta vado a letto dopo circa 10 minuti l'asma si ripresenta?? tanto da usare per forza il broncodilatatore!!... dottore come mai durante il giorno non avverto questo fastidio, addirittura faccio sport tranquillamente senza avere l'asma, e quando invece vado a dormire si presenta il fastidio dell'asma??? perchè solo di notte????? volevo sapere sè il foster può portare ad effetti collaterali tipo mioclonie notturne, che avverto da qualche mese, ogni tanto.... mi faccia sapere...