Utente 423XXX
salve dottori a metà agosto mi trovavo in calabria dalla mia ragazza e ho avuto un attacco respiratorio. Sono andato dalla guardia medica e mi ha trovato una possibile allergia. Mi ha fatto cortisone endovenosa e mi ha prescritto fluimucil in granuli più robilas (un antistaminico). Dopo una settimana faccio anche analisi del sangue ma non esce nessuna allergia. Miglioro poco e una volta tornato in sede (provincia Foggia) vado in ospedale e mi danno il klaucid ma dopo 5 gg non ci sono migliorie. Torno e mi fanno spirometria e prick test. Sempre negativo le analisi allergiche ma la spirometria rileva una leggerissima differenza e mi prescrivono deltacortene 1 cp al giorno per 3 gg e mezza per altri 3, tavanic 500 per 7gg e aerosol mattina e sera (5 gocce di broncovales, 1cc di nebicina e 4cc di fisiologica) per 6gg. Miglioro ma oggi dopo la fine terapia respiro decisamente meglio però sento pressione all'altezza del naso e sento muco in gola. La sensazione e molto fastidioso e continua da stamattina. Mi devo preoccupare? Potrebbe essere sinusite? E un effetto possibile dopo la fine di antibiotici e cortisone?
e soprattutto se non allergia cosa mi ha provocato questo attacco respiratorio, polmonite (solo io sono stato male) ?
grazie per eventuali risposte e del tempo impiegate in esse

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Morelli

24% attività
0% attualità
0% socialità
CASERTA (CE)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Salve! difficile rispondere: cosa intende per attacco respiratorio? quale diagnosi è stata rilasciata dagli ospedali cui si è rivolto? il muco che sente in gola la obbliga a raschiare di tanto in tanto? sente il naso otturato? talvolta prurito agli occhi? Fumatore? allergia in famiglia? Gli elementi da Lei forniti son davvero pochi per consentire un qualche orientamento sia pure solo generico. cordiali saluti
Dr. Giovanni Morelli. Horus Studio Medico via Ricciardelli 41 - 81100 Caserta Tel 0823.327788 - e-mail dottormorelli@gmail.com - www.dottormorelli.it

[#2] dopo  
Utente 423XXX

Buonasera dottore, prima di tutto la ringrazio per la risposta.

Con attacco respiratorio intendo che c'erano sempre due fasi: la prima che non riuscivo a completare il respiro, mi sentivo sempre in debito di ossigeno e la seconda una produzione profonda di muco che sentivo bloccato in gola. Accadeva per due-tre volte al giorno.

All'ospedale mi hanno fatto gli esami allergici e poi quando mi hanno riscontrato il tutto negativo mi hanno dato come scritto su antibiotici per una probabile infezione (senza alcun riscontro degli esami però)

Si il muco lo provo a raschiare, ma esce poco. Da tre giorni sto prendendo il Solucis 100mg che mi ha consigliato il medico per sciogliere il muco, e sembra che lo stia cacciando. Dico sembra perchè sembra che caccio solo saliva, a meno che il muco non è bianco...

No il naso è libero,niente prurito agli occhi e mai fumato in vita mia.

Mia sorella è allergica alle graminacee e ulivi, ma ora vive una vita normalissima prendendosi una medicina ogni mattina (per inalazione). I miei genitori, e nonni nessun allergia.

Ora, dopo 5gg anche grazie al Solucis sembra che vada meglio, ma sento sempre questo muco in gola che provo a sputare, e per giunta ogni tanto sembra che non riesca a completare il respiro, come se avessi un peso al petto.

La mia domanda è dai dati da me forniti potrebbe essere una polmonite batterica? Se si, il tavanic per 7gg col cortisone e aerosol potrebbe esser stato sufficiente per eliminarla? è normale che questo muco sussiste per così tanto tempo dopo la fine della terapia (oggi è il quinto giorno che ho finito, prendo solo il Solucis da 3 giorni).

Grazie per l'eventuale attenzione, le porgo i miei saluti.

[#3] dopo  
Utente 423XXX

Aggiorno che ho sospeso il Solucis perchè mi sentivo meglio, ora sento solo il muco che spesso devo sputare dopo che sento un peso al petto. Per quanto potrebbe durare questo muco persistente che ho? La situazione è migliorata, ma non sistemata...