Utente 478XXX
Buon giorno a tutti,
Scusate per la domanda forse banale, ma sono un pò preoccupata. Circa 2 settimane fa inizia tutto con scariche di diarrea, pensavo fosse un virus intestinale ma si risolve tutto in giornata, il giorno dopo accuso solo un mal di testa fortissimo ma senza febbre. La stessa notte aumenta la temperatura a 38, ma poi scende, con tachipirina, e si mantiene costante a 37.3 circa. Il giorno dopo ancora inizia tosse con catarro persistente. Il mio medico mi prescrive augmentin mattina e sera, ma la tosse continua ad aumentare e ed amche il catarro, allorchè mi aggiunge anche 4 mg di bentelan. Nulla. Persiste e si aggiunge anche il dolore toracico. Vado in ps ed in seguito ad una radiografia mi è stato diagnosticato un focolaio broncopneumonico sx, con seguente terapia:
- tazopenil 2 mg 2 volte al giorno per 6 giorni
- levofloxacina 500 mg una volta al dì per 10 gg
-deltacortene
-fluimucil
- aerosol con sf, breva e gentamicina
Adesso ho finito le punture da un giorno,la tosse va a tratti, ogni tanto diminuisce ma oggi invece sembra nuovamente aumentata con catarro e la febbre persiste sempre a 37.3. Non so come comportarmi, dovrei tornare al ps per farmi controllare perchè magari il batterio è resistente o è normale che ancora io stia così? Con febbre e tosse e magari è ancora presto per vedere gli effetti della terapia?

[#1] dopo  
Dr. Cesare Arezzo

28% attività
4% attualità
12% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2014
Prenota una visita specialistica
Il focolaio broncopneumonico diagnosticato radiologicamente, oltre che clinicamente, merita un controllo radiologico che ne dimostri la regressione.
Dr. Cesare Arezzo